La peggiore Monza in Rosso

Alonso ritirato dopo una gara difficile e Raikkonen lontano anni luce sulla pista che una volta era casa Ferrari

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

LUCA BUDEL

Alonso, Ipp

Una volta Monza era la domenica di festa per la Ferrari e i suoi tifosi. Oggi siamo invece alle prese con uno dei giorni più neri nella storia del Cavallino su questa pista. Fernando Alonso non è mai stato in corsa per il podio e si è ritirato per la prima volta quest'anno. Kimi Raikkonen ha chiuso alla piazza 9. Insomma un incubo che va ad aggravare una situazione già delicata per la Ferrari, con le voci delle dimissioni di Luca di Montezemolo e la frase pronunciata oggi da Sergio Marchionne interpellato sulla vicenda, "nessuno è indispensabile".

Insomma un disastro, con altri volti e altri marchi sul podio a far festa. Lewis Hamilton trionfa dopo una pessima partenza, grazie anche ai due errori del compagno di squadra. Poi il terzo posto di Felipe Massa che torna a sorridere davanti a quello che fino all'anno scorso, quando si vestiva di rosso, era il suo pubblico.

La domenica da incubo della Ferrari consegna 8 piloti e 5 macchine diverse davanti a Kimi Raikkonen. La peggior prestazione dell'anno in quella che una volta era la cattedrale rossa. Smaltire una domenica così sarà complicato, così come trattenere Alonso - senza un interlocutore come Montezemolo - rappresenta ormai una missione impossibile.

TAGS:
Ferrari
Opinione
Budel
Monza

I VOSTRI COMMENTI

vito.stan - 08/09/14

Caro cava.nl, i retroscena li leggo.Però vedo anche che Alonso ha perso due titoli nel 2010 e nel 2012 ke nessun'altro avrebbe perso.Negli ultimi anni la ferrari ha sempre peggiorato, hanno cacciato di volta in volta i presunti responsabili ma non si vedono i miglioramenti.Nessuno invece ha mai puntato il dito contro Alonso,reo a mio avviso di fin troppe colpe.Purtroppo una squadra gloriosa come la ferrari si è totalmente venduta alla santander,quindi finché alonso rimane non si vincerà

segnala un abuso

albatross70 - 08/09/14

Povera Ferrari come ti hanno ridotta, povero Alonso come ti hanno ridotto. Chi è il responsabile di questa situazione si sa, speriamo che Marchionne prenda le decisioni giuste...

segnala un abuso

scorpius511 - 08/09/14

@ dust56

D'accordo ma, in ogni caso, non c'è molto altro da fare (per gli appassionati) che aspettare tempi migliori.
Anche negli anni '90, specie dal '92 al '96, un podio era un'ìimpresa colossale e arrivava una volta ogni tanto......rammenti?
Saluti.

segnala un abuso

dust56 - 08/09/14

scorpius511
un conto è non vincere titoli, un altro non vincere neanche un GP!

Non prendetevela con i piloti è l'auto che è una vera e propria "Ferraglia", l'ha detto anche Lauda con termini molto espliciti. I Piloti contano solo a parità di veicolo, vedi Vettel che ora le prende dalla seconda guida mentre gli scorsi anni era imbattibile.
Davanti alla Ferraglia ora ci sono Mercedes, Williams; Red Bull, Mac Laren e da ieri anche Force India!

segnala un abuso

Gepp23 - 08/09/14

avete ragione, Alonso se ne dovrebe andare.........perché non merita l'auto che ha e neanche questi tifosi che non ne capiscono nulla di F1.

segnala un abuso

torakiki il giustiziere - 08/09/14

MA IL GAMBERO ROSSO NON è ROSSO DI VERGOGNA......HANNO DICHIARATO DI FARE IL FATTURATO PIU ALTO NELLA LORO STORIA( COSI POTRANNO PAGARE IL SALATO RINNOVO DEL CAMPIONE DI OVIEDO),LORO SONO IL MITO DI QUESTO SPORT E SONO SEMPRE STATI PRESENTI NELLA F1 DALLA SUA NASCITA....SENZA DI LORO LA F1 NON ESISTEREBBE E NON CONTA NULLA....MI VIENE IL DUBBIO CHE FORSE DI ROSSO Cè SOLO IL LAMBRUSCO CHE SI TRINCANO....

segnala un abuso