F1: Lewis Hamilton è il più veloce nelle libere Spa-Francorchamps

Rosberg 2°, ma migliore nella simulazione di gara. Alonso si conferma veloce, 3°, ma sul passo teme la Williams di Massa. Fermi ai box Vettel e Raikkonen

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Lewis Hamilton (Mercedes) piazza la zampata nel secondo turno di prove del GP del Belgio, girando in 1:49.189 a Spa. L'inglese risponde al compagno di box, Rosberg (2°, +0.604), dominatore del primo turno. Si conferma 3° Alonso (+0.741), che piazza la Ferrari davanti a Massa (Williams, +1.138), poi Button (+1.470) e Bottas (+1.488). Kvyat (Toro Rosso) precede Ricciardo (8°, Red Bull). Raikkonen (15°) e Vettel (22°) fermi ai box per problemi tecnici.

Nella simulazione di qualifica Hamilton tiene testa a Rosberg. Ma quando si tratta di verificare il bilanciamento della vettura per la corsa, l'ordine si inverte. Segnali di una confronto ad alta tensione, tutto targato Mercedes, fatto di dettagli e rifiniture che fanno la differenza. Nico quindi pensa già alla gara, lasciando a Lewis un vantaggio in termini di velocità massima. L'inglese così stacca tutti e fa vedere senza troppi dubbi di essere il favorito per la qualifica. Pagando, però, qualche decimo prezioso sul passo gara. Soprattutto con la gomma più morbida. Ovvero quella "gialla", che i piloti useranno al via della corsa e su cui ha lavorato tanto proprio Rosberg, scoprendo un'usura elevata, da gestire bene cercando di non sacrificare troppo la velocità di punta.

Alle loro spalle è convinto e convincente anche Alonso, che conferma il terzo posto in scia, forte di un setting già buono per provare a stare davanti in qualifica. I problemi della monoposto del Cavallino emergono, però, sul ritmo e sulle strategie con cui affrontare i 44 giri di domenica. Fernando ha già ribadito che la Williams è la vettura da cui deve maggiormente tenere le distanze. Quella di Massa in particolare, che sul fronte prestazionale ha fatto vedere cose interessanti. Ma anche quella di Bottas che potrebbe rivelarsi ancora un pericolosissimo rivale dei ragazzi di Maranello. Detto che nel box rosso devono gestire anche i problemi alla power unit di Raikkonen, appiedato dopo 18 giri e costretto ad attendere l'ultima sessione di libere del sabato mattina, per completare il lavoro di settaggio della sua monoposto.

Una doccia fredda, che è arrivata anche in casa Red Bull che non ha nemmeno potuto far scendere in pista Vettel. Per il campione del mondo ci sono stati problemi tecnici praticamente su tutta la vettura, già al limite dell'usura delle componenti motore. Ricordando che sono 6 gli elementi sostituibili della power unit, per un massimo di 5 cambi stagionali per ogni pezzo, prima di incorrere in penalità. Una sosta forzata per Seb, mentre Ricciardo ha potuto effettuare solo 16 passaggi prima di doversi fermare per non stressare troppo anche la meccanica.

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

F1: Alonso riuscirà a tenere dietro le Williams in qualifica?

TAGS:
F1
Spa
GP
Belgio
Ferrari
Mercedes
McLaren
Red Bull
FP2
Prove Libere

I VOSTRI COMMENTI

cannatello - 22/08/14

Alonso è fantastico, passano le stagioni, le macchine, i regolamenti...ma lui è sempre dignitosamente nelle prime posizioni a combattere per il combattibile

segnala un abuso

bergamota - 22/08/14

ma perchè i problemi li ha sempre raikkonen? non è riuscito a fare 2 giorni di prove senza problemi in tutta la stagione!

segnala un abuso