F1: Lewis Hamilton domina le prove libere in Ungheria

La Mercedes vola anche con Rosberg. Vettel prova ad accodarsi, marcato da Alonso, 4°. Più in difficoltà Raikkonen e Ricciardo

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Le Mercedes non hanno rivali e dominano le libere del GP di Ungheria. Hamilton si aggiudica anche il secondo turno, girando in 1:24.842, sempre davanti a Rosberg (+0.238). Alle loro spalle la Red Bull di Vettel (+0.629) e la Ferrari di Alonso (+0.955). E' invece la McLaren di Magnussen, che sfila il 5° tempo a Raikkonen (6°, +1.248) e precede Ricciardo (Red Bull). Completano la top ten Bottas (Williams), Button (McLaren) e Massa (Williams).

Sconsolati, gli avversari guardano i tempi delle Mercedes, constatando un vantaggio "di macchina" tra i 4 e gli 8 decimi al giro, indicativi. Un bel problema, apparentemente non colmabile con strategie e scelte di gomme, che amareggia gente come Vettel e Alonso. Due abituati a primeggiare, impotenti nei confronti del cronometro, ancora una volta. Seb è però il più bravo a trovare un guizzo, un colpo di reni valido per avvicinarsi alle monoposto tedesche. Una faticaccia, che trova consolazione nella crescita costante della sua Red Bull, più efficace del solito nella giornata delle libere. Soffre invece un po' di più Alonso, che cerca un'idea, studiando l'assetto e la gomma da qualifica, spremendo una monoposto che sul fronte velocistico qui paga un gap evidentemente pesante. Ritrovandosi marcato, il Fernando furioso, da Magnussen con una McLaren particolarmente in forma ed efficace, tra le curve più lente del tecnico tracciato ungherese. E' invece una mezza crisi quella di Raikkonen e Ricciardo, che nel turno pomeridiano perdono la via del setting corretto, ritrovandosi imprigionati in un limbo di tempi alti e brutte sensazioni al volante. Non va meglio alle Williams, che con Bottas trova ancora una volta il miglior interprete di giornata, capace di portarsi in scia alla Red Bull di Daniel, ma nulla di più. Mentre Button sfila la nona piazza a Massa, anche perché il brasiliano stenta a restare sotto i +2" di distacco. Con le Toro Rosso di Kvyat e Vergne che in tandem pregustano solo un errore di Felipe in qualifica. Detto che ci si aspetta temperature alte per il sabato, resta incognito il meteo per domenica, con la possibilità concreta di pioggia pesante. Situazione potenzialmente rischiosa per Hamilton e Rosberg, già dichiaratamente in lotta l'uno contro l'altro, e per ora stabilmente al comando della classifica di giornata. Quasi troppo impegnati nella sfida interna, per interessarsi a ciò che succede alle loro spalle. 

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

F1: come sarà la prima fila della griglia in Ungheria?

TAGS:
F1
Ungheria
Prove libere
Mercedes
Ferrari
Hamilton
Alonso
Rosberg
Raikkonen
Vettel
Red Bull
Ricciardo

I VOSTRI COMMENTI

John_Beverly - 25/07/14

ma le guardate le libere prima di scrivere gli articoli...raikkonen è a due decimi dal compagno, con un problema nel finale di sessione e uno all'inizio quando non gli funzionava il drs oltre ad aver fatto il tempo con le soft molto prima del compagno a pista meno gommata...sul passo gara era più veloce di alonso va bè

segnala un abuso

Zampero - 25/07/14

Alonso cercati una nuova macchina allora, perché a maranello ormai da anni fanno dei bidoni con quattro ruote. Raikkonen meglio che vada in ferie anticipate. Che tristezza.

segnala un abuso

benjy88 - 25/07/14

LA RED BULLA PUO' BENISSIMO FARE TERZO E QUARTO POSTO IN UN CIRCUITO DOVE CONTA LA TRAZIONE.. QUESTO CIRCUITO E' DI UNA TRISTEZZA SPAVENTOSA E NON CAPISCO COME SIA ANCORA NEL CALENDARIO...

segnala un abuso