Schumi, sei mesi di speranze e "bufale"

Ricostruiamo le tappe del dramma dal 29 dicembre, giorno del tragico incidente sugli sci

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

RONNY MENGO

Quanto affetto per Schumi (IPP)

Al decimo piano rialzato del Centro di Vadois c'è una tabella quotidiana precisa che unisce alla neuro-riabilitazione, l'incontro con i familiari e l'assoluto riposo. Tecnologia, personale specializzato e la cosidetta outdoor therapy, pallino del responsabile della neurologia Frackowiak, che consiste nel portare il paziente all'esterno, mettendolo in contatto con la natura. Lo fa anche Michael Schumacher, nello spazio apposito di quell'ultimo piano. Sono passati sei mesi esatti da Meribel, dalle due operazioni, da Grenoble, dall'apertura dell'inchiesta del giorno successivo in cui si parlò fin da subito di uscita deliberata in fuoripista. Le tappe fondamentali passano dal 3 gennaio, 45 anni compiuti senza saperlo, con una grande paura, valori impazziti e timore del peggio al quinto piano, mentre sotto si stringono i tifosi Ferrari.

Le condizioni stabilizzate portano alla prima vera luce, quei sedativi diminuiti del 30 gennaio che avvicinano a una fase di risveglio, tramite delle finestre, spazi temporali sempre più ampi. La folle ricerca dello scoop costringe un medico di Grenoble a smentire ufficiosamente la notizia della morte. Non contenti, alcuni giornali tedeschi arrivano a inventarsi una polmonite, oltre a varie altre notizie immaginifiche di minore entità. Dopo quasi due mesi di lavoro il procuratore capo Quincy chiude l'inchiesta, scagionando il comprensorio, mentre vengono smentiti i titoloni sulla respirazione in autonomia e Sabine Khem il 12 marzo parla di piccoli ma incoraggianti segnali. La vera svolta arriva da lì a 3 settimane: Schumacher non è ancora del tutto sveglio ma ha dei momenti di coscienza e di veglia. Siamo ad oggi, il trasferimento a Losanna e l'incredibile furto della cartella clinica, mentre continua la riabilitazione che di norma può avere tempi che vanno dai sei mesi a un anno.

I VOSTRI COMMENTI

MilanF1 - 30/06/14

quanta povertà e invidia che leggo....

segnala un abuso

aldoz8 - 30/06/14

Sono sicuro che tra qualche anno Shumi stara' molto meglio!. Purtroppo questi incidenti possono toglierti la "normalita' " e anni di vita ma molto spesso si torna! Forza Michael! gli sportivi di tutto il mondo sono al tuo fianco, ora e per sempre!

segnala un abuso

fakhetti - 30/06/14

ha voluto fare il fenomeno facendo fuori pista ..dispiace x l uomo meno per la persona.ha vissuto bene lascia la famiglia con un bel tesoretto ,cosa che molte persone non possono fare quando passano a miglior vita...

segnala un abuso

Lenders - 29/06/14

mi interessava dire che vedevo troppo , tanta ipocrisia nei vostri messaggi tutto qui , l'ho trovato alquanto ipocrita e stucchevole

segnala un abuso

carlotta2001 - 29/06/14

@lenders
ma se non ti interessa, perche commenti? avresti fatto più figura a stare zitto.

segnala un abuso

Lenders - 29/06/14

sì guarda , non ci dormo la notte per la preoccupazione che ho per la salute di un plurimiliardario che si è goduto la vita che noi non faremo nemmeno in 100 vite , sono proprio turbatissimo

segnala un abuso