F1, Hamilton padrone della pole in Spagna

Prima fila Mercedes con Rosberg secondo. Male le Ferrari: Raikkonen 6°, Alonso 7°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Lewis Hamilton conquista la pole position del GP di Spagna di F1, la sua quarta stagionale. L'inglese della Mercedes ferma il cronometro sul tempo di 1'25"232, precedendo il compagno di team Rosberg, secondo a quasi due decimi. In seconda fila Ricciardo con la Red Bull e Bottas con la Williams. Male le Ferrari: Raikkonen e Alonso sono 6° e 7° dietro anche a Grosjean (Lotus). Un problema appieda Vettel: partirà 15°. 

Niente di nuovo, insomma, sotto il sole di Spagna. Le Mercedes ha confermato la sua superiorità, scavando il gap soprattutto nella parte centrale della pista, dove non è così fondamentale il motore. Segno che è la macchina ad essere superiore in tutto e per tutto. A fare la differenza però, è stato Hamilton capace di infliggere una bella lezione a un Nico Rosberg apparso davvero contrariato a fine sessione. Il tedesco dovrà inventarsi qualcosa per riuscire a battere quello che ormai è il suo caposquadra e candidato numero uno al titolo. Se per la vittoria si preannuncia un GP noioso, ben diversa è la situazione per l'ultimo gradino del podio. Doveva essere un duello Red Bull-Ferrari e invece a sorpresa si sono inserite anche Williams e Lotus. Bottas e Grosjean, però, difficilmente riusciranno a confermarsi anche in gara, ma per il Cavallino si preannuncia comunque una domenica tosta e non solo per i quasi 2" di ritardo da Hamilton. Perché Daniel Ricciardo è apparso molto veloce, ben più di Raikkonen e Alonso. Kimi è stato bravissimo, perché ha "sprecato" le sue gomme nuove nel Q1 e nel Q2, difendendosi alla grande nella fase finale che ha deciso la griglia. Testa bassa, invece, per Fernando, che dopo aver fatto sperare nella seconda fila, si ritrova addirittura in quarta, dopo essere passato al Q3 per soli 83 millesimi di secondo. Alonso sarà costretto a una bella rimonta, ma non è detto che Ricciardo resti ad aspettarlo. Più probabilmente lo spagnolo si ritroverà a dover risalire la china insieme a Sebastian Vettel, vittima di un weekend finora disastroso e costretto a chiudere la "top 10" anche dietro a Button (McLaren) e Massa (Williams). Il quattro volte campione è stato appiedato da un problema al cambio in avvio di Q3, dovendo dire addio alla fase calda delle qualifiche. Come se non bastasse, è stato retrocesso di cinque posti per la sostituzione della parte che gli ha dato problemi.

La Q1 è stata interrotta quasi subito per l'uscita alla curva 3 di Pastor Maldonado, che è andato a muro con la sua Lotus, rovinando una qualifica promettente come ha confermato Grosjean. Da segnalare le dieci posizioni di penalità in griglia per Jean-Eric Vergne (era 16°, partirà in ultima fila), dopo che la Toro Rosso del francese ha perso la ruota anteriore destra durante le prove libere di venerdì, dopo una sosta ai box. I commissari hanno punito la situazione di pericolo in cui sono stati messi gli altri piloti, imputabile ad un errore tecnico della scuderia.

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

F1, Ferrari deludente in qualifica: riuscirà a salire sul podio in Spagna?

TAGS:
F1
GP Spagna
Barcellona
Vettel
Hamilton
Rosberg
Alonso
Ferrari
Mercedes

I VOSTRI COMMENTI

_alex_76 - 11/05/14

ragazzi, ma l'avete visto anche voi quel vecchietto in bicicletta che ha sorpassato Alonso in rettilineo??

segnala un abuso

MARCO SIC - 11/05/14

Quest'anno se tutto l'ambiente Ferrari da il massimo si puo' arrivare terzi con Alonso. Occorre programmare per l'anno prossimo. Alonso nonostante qualcuno ne dica peste e corna e' un signor pilota, Raikkonen un buon secondo ma si deve ancora adattare alla vettura, che puo' lottare solo per il secondo posto costruttori, sempre se si migliora come credo possa fare durante l'anno.

segnala un abuso

Kobayashi86 - 10/05/14

Egregi signori,
Non per fare polemica ma ci tengo a mettere l'accento sull'atteggiamento di Raikkonen, passi che non sorride mai e con i giornalisti non è mai espansivo fa' parte del suo carattere, ma spingere con violenza il cameraman che sta svolgendo il suo lavoro non è proprio la maniera di un professionista che si rispetti e di una persona educata, inoltre non è la prima volta, ma forse alle persone abbienti tutto è permesso.Questo pilota è diventato arrogante e irrispettoso.

segnala un abuso

juvenelcuore67 - 10/05/14

Anche per quest'anno abbiamo capito che per la pole non ce niente da fare, la mercedes e di un altro pianeta, bisogna cercare di fare il meglio possibile al sabato, e puntare tutto sulla gara, in fin dei conti la pole non porta punti, invece in gara si puo ambire al podio, e con un po' di fortuna si potra' vincere qualche gara visto che dalla nostra per lo meno abbiamo l'affidabilita.Per domani piu aspetto delle sorprese,

segnala un abuso

Zampero - 10/05/14

Ma corrono con una ferrari o con una 500???? Non sono più in grado di fare una macchina come si deve. Assurdo.

segnala un abuso

benjy88 - 10/05/14

NON SO COSA SIA SUCCESSO A KAMUI OGGI VISTO CHE E' LA PRIMA VOLTA CHE VIENE BATTUTO DA ERICSSON IN PROVA... COMPLIMENTI A CHILTON CHE QUEST'ANNO STA DAVVERO ANDANDO FORTE IN RELAZIONE ALLA MACCHINA CHE GUIDA.. E' ARRIVATO VICINISSIMO A SUTIL... SPERO CHE IN MCLAREN POSSA ARRIVARE ROSS BRAWN PERCHE' QUESTA SCUDERIA E' DA TROPPI ANNI CHE FA' MACCHINE PESSIME!!FORTUNA CHE ABBIAMO AVUTO HAMILTON CHE HA BATTUTO LA FERRARI CON MACCHINA INFERIORE NEL 2008...

segnala un abuso

benjy88 - 10/05/14

SIMON.. BEH GUARDA IL RENDIMENTO DELLO SPAGNOLO AL SABATO.. E PARAGONALO ANCHE CON LA DOMENICA.. NELLA F1 DI OGGI CONTA TANTISSIMO PIAZZARSI BENE AL SABATO.. MA IN FERRARI FORSE LE PROVE PER VOI SONO UN OPTIONAL...HAMILTON HA RIDICOLIZZATO TUTTI IN PROVA...E ANCHE LO SPAGNOLO NELL'ANNO DELLA MCLAREN...POI I MONDIALI 2010 E 2012 GLI HA PERSI LO SPAGNOLO NON I MECCANICI QUINDI.. ALTRIMENTI LA FERRARI NON AVREBBE LOTTATO E MASSA NON AVREBBE FATTO SECONDO IN GIAPPONE...

segnala un abuso

benjy88 - 10/05/14

LA FERRARI E' INFERIORE SOLO ALLA MERCEDES.. DUNQUE QUANDO LEGGI RAIKKONEN SESTO E ALFONSO SETTIMO VUOL DIRE CHE I DUE PILOTI IN ROSSO NON HANNO FATTO IL LORO LAVORO.. ANZI LO HANNO FATTO MALE.. SIA CHIARO CHE FARE GIRI VELOCI E' ESTREMAMENTE DIFFICILE... MA QUINDI IO DICO.. COSA COSTA DIRE CHE CI SONO PILOTI MIGLIORI IN GIRO??HULKENBERG,KOBAYASHI.. TUTTA GENTE CHE CON MEZZUCCI HA FATTO OTTIME COSE!!

segnala un abuso

Simon09 - 10/05/14

Questo non C' entra ci sono piste che sono più congeniali a determinate macchine anche se esse in generale sono più lente e meno performanti di altre. Se si vuole davvero essere competitivi bisogna prendere ingegneri di primo ordine che facciano delle macchine come si deve allora poi se non si raggiungono dei risultati si può dare la colpa al pilota, ma ora come ora non credo che i piloti abbiano colpa. Anche perché la Ferrari ha 2 dei migliori piloti in circolazione

segnala un abuso