F1, la Red Bull: "Potremmo lasciare"

Il patron Mateschitz non è contento del nuovo regolamento

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Red Bull ai box (Afp)

La nuova Formula 1, quella dei motori ibiridi e del ritorno del turbo, non ha fatto proseliti tra il pubblico, ma pare che nemmeno le squadre siano contente del nuovo regolamento. Tanto che la Red Bull, autentica dominatrice negli ultimi anni, ha annunciato che potrebbe lasciare il circus. "Così non ci piace, potremmo lasciare. Colpa anche della troppa politicizzazione del sistema", ha detto il patron Dietrich Mateschitz al quotidiano Kurier.

"La Formula 1 deve tornare ad essere quello che è stato finora: la prima disciplina automobilistica - ha spiegato il miliardario inventore del fenomeno delle lattine energetiche - . Le monoposto non devono stabilire nuovi record in materia di consumo, così come gli spettatori non devono né parlare bisbigliando né sentire lo stridio dei pneumatici". Ma non solo: "E' assurdo che le monoposto vadano 1" più lente dello scorso anno. Allo stesso tempo è inconcepibile che le GP2 vadano veloci tanto quanto le Formula 1, pur avendo budget nemmeno paragonabili". "La questione non è tanto se ha senso dal punta di vista economico, perché - ha precisato - le ragioni hanno piuttosto a che fare con la sportività, l'influenza politica e così via. In questa chiave vi è un chiaro limite a ciò che possiamo accettare". Mateschitz ha poi fatto il punto sull'avvio di stagione della Red Bull; "Grazie al lavoro con la Renault faremo grossi passi avanti e ridurremo il gap dalla Mercedes. Ci sono ancora 18 gare, noi stiamo tornando". Infine, la squalifica di Ricciardo a Melbourne: "Il team ha presentato una protesta contro la squalifica, perché il sensore del flusso del carburante, che è stato dato alle squadre dalla federazione, ha dato letture divergenti ed è impreciso. Possiamo dimostrare l'esatta quantità di flusso di carburante e questo era sempre entro i limiti".

TAGS:
F1
Red Bull
Dietrich Mateschitz

I VOSTRI COMMENTI

Leonardo-da-Vinci - 26/03/14

Normale, la Red Bull ha passato l'inverno fra mille problemi, Vettel si e' ritirato alla prima curva e Ricciardo e' arrivato secondo solo perche' bruciava piu' benzina di quanto ne doveva per regolamento.
Evidente che se non vincono le lattine si ritirano. Classico! Ma durante l'inverno non lo sapevano che il regolamento era cambiato? Non saranno i pessimi risultati della prima gara che hanno fatto cambiare idea?
Addio, non sentiremo affatto la vostra mancanza!!!

segnala un abuso

gtdesmo - 26/03/14

1) Non importa a quasi nessuno se la Red Bull si ritiri dalla F1
2) Le attuali regole fanno ridere, soprattutto sull'unità motrice. Dateci i motori turbo e un limite di consumo. Basta.
3) Le macchine devono andare più forte in rettilineo e meno in curva per vedere più sorpassi.
4) Cacciate i telecronisti RAI, non ne azzeccano una nemmeno in differita.

segnala un abuso

Ale55andr082 - 25/03/14

i piloti che FINALMENTE guidano

si, guidano per lottare con le diavolerie elettroniche, non per lottare fra loro : ci sono stati meno sorpassi che lo scorso anno nonostante il drs ancora più scarico quando aperto....i motori turbo affascinano, ma con tutti questi limiti la F1 non è F1. La federazione dovrebbe imporre solo cilindrata e quantità di carburante, stop, tutto il resto libero, dal frazionamento allo sviluppo. Sono prototipi estremi, non utilitarie

segnala un abuso

testadighisa - 25/03/14

F1 con il motore 1600cc di cilindrata mi sembrano pochi, vabè che senza climatizzatore il motore rende di più...

segnala un abuso

piripino73 - 25/03/14

regole di prima, regole di adesso....con qualunque regolamento la F1 fa sempre dormire!

segnala un abuso

Jhonny_Bravo - 25/03/14

La F1 dovrebbe rappresentare il massimo della competizione e bla bla bla e bla bla.
La F1 al massimo della competizione, con delle macchine che sembravano andare sui binari, vi piaceva?...fino a ieri la F1 era noiosa e ora che si vede una gara come quella Australiana, con i piloti che FINALMENTE guidano delle macchine (dove se sbagli nella guida paghi, come si è visto), dove FINALMENTE c'è stata bagarre dall'inizio alla fine della gara, non va bene ugualmente. Fate pace con l'encefalo allora

segnala un abuso

Cichira - 25/03/14

Il fascino di questa nuova "Formula 1" è quasi pari a zero. La prima gara è stata qualcosa di imbarazzante. Aldilà del rumore è proprio la filosofia che è poco affascinante. La F1 dovrebbe rappresentare il massimo dal punto di vista della competizione, dell'innovazione e delle prestazioni. Anzi speravo che fosse la Ferrari a prendere una posizione di questo tipo. Speriamo che le altre scuderie supportino la Redbull.

segnala un abuso

ing.ale - 25/03/14

ginetto
io mi trovo d' accordo anche con te perchè il tuo ragionamento è sicuramente più razionale realistico e quindi più giusto del mio. però sta di fatto che se 10 anni fa mi svegliavo alle 7 per seguirmi la f1 adesso non lo faccio più. quindi mi chiedo perchè non cercare di accontentare tutti e due i mondi.. mi ricordo quando si parlava di monoposto passo lungo e corto che si adattavano ai circuiti.ora il circuito non serve altro che ai soldi..mi meraviglio che nicki lauda non dica nulla

segnala un abuso