Schumi, spunta il video di un turista

"Andava piano, a non più di 20 km/h". La famiglia contro le speculazioni

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Il messaggio luminoso per Schumi

Il giorno dopo le indiscrezioni sulla telecamera e le parole dell'ex pilota Streiff, la famiglia di Michael Schumacher ha deciso di scendere in campo per difendere la privacy del campione tedesco. "Basta fare speculazioni sulla salute di Michael. Per quanto riguarda la videocamera, la famiglia l'ha consegnata volontariamente agli inquirenti", ha detto la portavoce Sabine Kehm. Intanto, si è deciso che fino a lunedì non ci sarà alcun bollettino.

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

20:15 IL TESTIMONE: "ANDAVA A 20 KM/H"
Secondo quanto riferisce il quotidiano tedesco Der Spiegel, l'uomo che ha ripreso la caduta di Schumi ha detto che il tedesco viaggiava sugli sci a circa 20 chilometri orari, confermando le ipotesi che circolano negli ultimi giorni. "Procedeva lentamente - le parole del testimone - . Di sicuro andava a 20 chilometri all'ora, non di più".

19:30 SPUNTA UN NUOVO TESTIMONE DELLA CADUTA
Ci sarebbe un nuovo testimone dell'incidente di Michael Schumacher a Meribel. Si tratterebbe di uno steward 35enne che vive in Germania. L'uomo stava filmando la sua fidanzata con un telefonino, quando si vede uno sciatore cadere alle sue spalle. Sarebbe una testimonianza in più su quanto accaduto domenica scorsa sulle nevi francesi.

18:00 CORINNA E TODT LASCIANO L'OSPEDALE
La moglie di Schumacher, Corinna, e Jean Todt hanno appena lasciato l'ospedale di Grenoble dove è ricoverato il tedesco. Anche oggi amici e familiari sono arrivati verso le 10 per stare vicino a Michael.

14:00 ECCO IL COMUNICATO DELLA FAMIGLIA SCHUMACHER
- Le condizioni di Michael rimangono critiche ma stabili. Vorremmo sottolineare chiaramente che le informazioni che riguardano la salute di Michael, non provenienti dai medici o dal suo staff, devono essere trattate come mera speculazione.
- La famiglia si preoccupa solo per la salute di Michael.
- La telecamera del casco di Michael è stata volontariamente data dalla famiglia alle autorità inquirenti. Che questo sia stato fatto contro la volontà della famiglia è falso.
- Vi chiediamo di rispettare la cprivacy della famiglia.
- In accordo con il medico che sta curando Michael, si prevede che non ci sarà alcuna conferenza stampa prima lunedi.

12:57 LA FAMIGLIA SCHUMACHER CONTRO STREIFF
Attraverso la portavoce di Michael, la famiglia Schumacher ha fatto sapere che "ogni notizia sulle sue condizioni di salute che verrà dall'esterno dell'ambito familiare è da ritenersi inattendibile". Il riferimento è alle dichiarazioni di Philippe Streiff, secondo cui il tedesco "non è più in pericolo di vita".

12:55 PORTAVOCE SCHUMI: "NESSUN BOLLETTINO FINO A LUNEDI'"
Sabine Kehm, la portavoce di Michael Schumacher, ha annunciato che non ci saaranno comunicazioni ufficiali dei medici fino a lunedì.

12:52 BADOER: "PER ME E' COME UN FRATELLO"
Un'altra visita è stata quella di Luca Badoer: "Michael è in condizioni stabili ma non dico niente per volontà della famiglia. Come mi sento? Per me è dura, lui è come un fratello"

12:50 PORTAVOCE SCHUMI: "CONDIZIONI CRITICHE MA STABILI. TELECAMERA CONSEGNATA VOLONTARIAMENTE"
Michael Schumacher si trova in coma da sei giorni presso l'ospedale di Grenoble. A dare un quadro della situazione è stata Sabine Kehm, portavoce della famiglia: "Le condizioni sono critiche, ma comunque stabili" ha spiegato. Infinte una precisazione sulla telecamera posta sul casco del pilota: "E' stata consegnata volontariamente agli inquirenti, non è vero che volevano tenerla nascosta".

12:03 DOTT. PEIL: "DANNI AL CERVELLO GIA' NEL 2009"
Johannes Peil, responsabile della Sportklinik di Bad Nauheim che curò Schumacher nel 2009 dopo un brutto incidente in moto a Cartagena, ha ricordato alla Bild che in quella occasione Schumi aveva riportato danni alla parte sinistra del cervello, con l'arteria vertebrale sinistra che si era rotta. Il sangue irrorato dall'arteria destra, di maggior portata, aveva permesso di non compromettere l'afflusso al cervelletto, responsabile della motricità.

10:30 PER CORINNA, RALF SCHUMACHER E JEAN TODT UN'ALTRA GIORNATA D'ATTESA
E' arrivata verso le 10 all'ospedale di Grenoble, Corinna, la moglie di Michael Schumacher. Con lei anche il fratello del pilota tedesco Ralf e Jean Todt. Si attendono novità sulle condizioni dell'ex ferrarista, critiche ma stabili fino agli ultimi aggiornamenti

TAGS:
Formula 1
Michael Schumacher

I VOSTRI COMMENTI

theleopard - 05/01/14

Ma se andava a soli 20km/h come mai si e spezzato il casco? Qualcosa non quadra qui.

segnala un abuso