IL NUOVO TREND

Negozi alla spina: la spesa senza sprechi

È il trend della spesa sfusa, un’idea per comprare in modo più consapevole e sostenibile

  • A
  • A
  • A

I grandi cambiamenti spesso iniziano da piccoli gesti. Come fare la spesa, ad esempio. Perché il pianeta deve essere salvato soprattutto a partire dalle nostre abitudini. Sono in crescita in Italia i negozi alla spina, luoghi in cui è possibile acquistare prodotti sfusi senza imballaggi pagandoli a peso. Un’alternativa green ai supermercati classici. Da nord a sud la risposta del pubblico sembra positiva, complice ovviamente la grande attenzione riservata all’ambiente.

Il primo vantaggio di questo sistema è infatti la riduzione degli sprechi. Il primo spreco ad essere abbattuto è quello dei rifiuti. Gli italiani producono ben 500 chilogrammi di rifiuti pro capite all’anno, per metà composti proprio da imballaggi. Il secondo è quello alimentare. Il 62% degli sprechi alimentari è dovuto proprio alle confezioni troppo grandi, che rendono difficile comprare la giusta quantità di cibo o di altri prodotti. In un negozio alla spina, al contrario, ognuno porta da casa i propri contenitori o utilizza quelli forniti con il metodo del “vuoto a rendere”, acquistando solo ciò si cui si ha effettivamente bisogno.

A questi aspetti si aggiunge infine l’attenzione verso il territorio, perché spesso i negozi alla spina preferiscono rifornirsi da aziende locali, e quella verso il portafoglio. Eliminando il costo del packaging, i prodotti avranno un prezzo inferiore rispetto alla stessa quantità acquistata presso un grande distributore. Un fattore da non sottovalutare per il successo della filosofia “no waste”.

Grazie alla spesa sfusa, quindi, non sarà difficile immaginare un futuro senza spazzatura. Un’idea per imparare a consumare in modo diverso e sostenibile.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments