oceano pacifico

L’incredibile spettacolo delle Navi Fantasma

Dall’ Oceano Pacifico riemergono le navi della Seconda Guerra Mondiale

  • A
  • A
  • A

Il mare si sa, prima o poi restituisce tutto. In Giappone l’ennesima dimostrazione.  A 1300 chilometri a sud di Tokyo, nella zona meridionale dell’arcipelago delle Isole Ogasawara, si trova il vulcano sottomarino Fukutoku-Okanoba. Proprio come accade nei vulcani terrestri, anche dai vulcani sottomarini fuoriesce del magma. In questo caso da delle fratture presenti sui fondali. La prima eruzione monitorata del Fukutoku-Okanoba risale al 1904 la caratteristica di tali eventi è quella di creare piccoli isolotti artificiali composti da ceneri e lava indurita, che successivamente in tempi relativamente brevi, sprofondano nelle acque.

L’ultima eruzione del vulcano sottomarino giapponese è di qualche settimana fa e ha riportato alla luce i resti di alcune navi da combattimento risalenti alle Seconda Guerra Mondiale. La presenza delle navi sul fondo dell’oceano era già nota e grazie all’eruzione è stato possibile rivederle in superficie. Le suggestive “navi fantasma”, così soprannominate dai media locali, quasi certamente risalgono alla battaglia di Iwo Jima svoltasi tra il febbraio e il marzo del 1945, vinta dai Marines statunitensi contro l’esercito imperiale giapponese. E oggi, Madre natura, restituisce un pezzo di storia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments