I POSTICIPI

Serie B: la Salernitana non aggancia la vetta, il Chievo le impone l'1-1

Kiyine pareggia il vantaggio iniziale ospite di Djordjevic. Reti bianche tra Trapani e Cremonese

  • A
  • A
  • A

La Salernitana perde la grande occasione per agganciare l’Ascoli in testa alla Serie B. All’Arechi è solo 1-1 contro il Chievo, che si era portato in vantaggio al 29’ con Djordjevic prima di vedersi subito raggiungere al 35’ dal gol di Kiyine. Pareggio anche nell’altro posticipo: Trapani e Cremonese non si fanno male e, al termine dello 0-0, si portano a casa un punto ciascuno, il primo conquistato dai siciliani, che muovono così la classifica dopo le prime quattro sconfitte consecutive.

SALERNITANA-CHIEVO 1-1
Micai compie un miracolo su Meggiorini con una parata di piede nell’uno contro uno. Ma il Chievo riesce comunque ad andare in vantaggio allo scoccare della mezz’ora: tocco dello stesso Meggiorini per Djordjevic che, con una grande conclusione dal limite dell'area, infila Macai nell’angolo alto. I campani, tuttavia, ristabiliscono subito l’equilibrio al 34’: a seguito di un rimpallo dove il pallone s’impenna in area del Chievo, viene fischiato il fallo di Obi che entra in ritardo su Giannetti. Kiyine spiazza Semper. Allo scadere Djuric sfiora il sorpasso nel primo dei tre minuti di recupero della prima frazione di gioco, ma il suo colpo di testa termina largo di pochissimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. In avvio di ripresa la Salernitana crea un’altra occasione: cross dalla destra che sfila sul secondo palo, tentativo di Maistro diretto all’incrocio, pallone largo di poco. Pericolosi ancora i padroni di casa al 58’, con un tiro dal limite di Odjer, ma è bravo Semper a parare nonostante il tocco del compagno. Il Chievo, in piena sofferenza, rimane anche in dieci uomini per via dell’espulsione di Pina Nunes a 13’ dalla fine per un intervento in netto ritardo su Maistro. La squadra di prova il forcing finale in superiorità numerica, ma anche lei finisce il match in dieci per il cartellino rosso sventolato all’autore del gol Kiyine. I campani mancano l’aggancio in vetta all’Ascoli e devono così accontentarsi del quinto posto. Il Chievo può respirare.

TRAPANI-CREMONESE 0-0
La prima grande occasione è per i siciliani: al 7’ Luperini con una bellissima rovesciata impegna Agazzi, reattivo nella deviazione in angolo. Lo stesso portiere della Cremonese, però, rimane a terra dolorante dopo uno scontro con Pettinari in uscita; Agazzi si rialza dopo l’intervento in campo dei medici ma non è in grado di proseguire a seguito della botta alla gamba accusata nel contatto. Al suo posto entra Ravaglia. I lombardi sfiorano il vantaggio al 19’, ma un grande intervento di Carnesecchi salva tutto sulla girata di testa di Deli. Non passano neanche 60 secondi e il Trapani risponde con il sinistro di Pettinari fuori di un soffio, con la che palla accarezza l’esterno della rete dando a gran parte del pubblico l’illusione del gol. I padroni di casa insistono allo scoccare della mezz’ora con un sinistro di Luperini, fuori di poco. Nella ripresa la Cremonese alza il baricentro, ma è comunque il Trapani ad andare nuovamente vicinissimo al gol: Nzola con un bel filtrante pesca Pettinari che, a tu per tu con il portiere, gli calcia incredibilmente addosso, nonostante Ravaglia avesse fatto la prima mossa e fosse andato giù. Lo stesso estremo difensore della Cremonese si supera sulla deviazione ravvicinata di Aloi a 7’ dalla fine. Poco dopo Ravaglia dice no ancora a Pettinari, non particolarmente fortunato in questa serata. Serata che comunque consegna il primo punto di questo campionato al Trapani, che aggancia la Juve Stabia in classifica.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments