IL DESIGNATORE

Rocchi: "Soddisfatto dell'ultima giornata, gli arbitri si sono comportati ottimamente"

Il designatore: "Meccanismo Var da oliare, in futuro sarà diversa. Ma voglio che i fischietti arbitrino in campo"

  • A
  • A
  • A

Gianluca Rocchi, designatore degli arbitri di Serie A, fa il bilancio della nona giornata, ricca di polemiche tra Inter-Juventus, Roma-Napoli e Atalanta-Udinese: "Sono veramente soddisfatto per la giornata di ieri: gli arbitri si sono comportati ottimamente. Stiamo assistendo a delle partite bellissime, se lo sono un po' del merito è anche dei nostri arbitri. La Var ha portato grandi benefici, ha portato molta più giustizia nel calcio, gli errori sul fuorigioco ad esempio sono stati eliminati.". 

twitter

"Come per tutte le cose nuove nel primo e secondo anno c'era molta soddisfazione ma è un meccanismo da oliare e che avrà un grande sviluppo. In futuro avremo una Var diversa. Voglio però che gli arbitri arbitrino in campo. Se l'arbitro decide in campo è una garanzia per tutti", ha aggiunto a Radio Anch'io.

Rocchi, parlando di Roma-Napoli, stempera così le tensioni di fine partita: "Ieri ero all'Olimpico e ho parlato sia con Mourinho che con Spalletti: sono contento che entrambi si siano scusati a fine partita. Questo gesto dimostra grande intelligenza da parte loro, gli faccio i complimenti. L'espulsione di Spalletti? Lui è toscano come me, ha la battuta come me e quindi, probabilmente, se avesse fatto una battuta come ha fatto con Massa a fine partita, io avrei agito in maniera diversa, perché magari sapevo dove voleva andare a parare. Massa probabilmente è più introverso, ha un carattere diverso, l'ha vissuta male e ha reagito così. Probabilmente si è sentito attaccato e ha reagito come noi abbiamo chiesto di reagire: noi chiediamo ai nostri 'fischietti' estrema educazione e signorilità, ma di essere intransigenti con chi si comporta male. I ragazzi stanno rispondendo in questo".

"Quest'anno, indiscutibilmente, con il ritorno del pubblico negli stadi, il compito degli arbitri è più difficile. Noi abbiamo fatto la scelta di investire sui giovani: ieri avevamo Mariani e Massa, che sono internazionali, ma restano comunque ragazzi in crescita, che non hanno l'esperienza di un Orsato" ha concluso Rocchi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments