VERSO ROMA-NAPOLI

Napoli, Spalletti: "La Roma non sarà mai mia nemica, ma è uno scontro diretto"

"Match difficilissimo contro i giallorossi. Osimhen meglio di Mbappé"

  • A
  • A
  • A

Luciano Spalletti torna all'Olimpico da allenatore del Napoli con la nona vittoria di fila nel mirino, ma non dimentica il suo passato in giallorosso. "Roma-Napoli è la partita della mia vita e non ho un passato da sconfiggere - ha spiegato il tecnico azzurro -. Domani sarò tutto del Napoli e proveremo a vincere, ma la Roma non sarà mai una mia nemica". "Sarà un match difficilissimo, uno scontro diretto. Ma non aspetteremo la loro iniziativa - ha aggiunto -. Mourinho è uno di quelli che migliora la qualità dei campionati dove lavora".

Getty Images

"Non sarà mai però una partita contro un nemico, ma una partita tra due parti di me - ha ribadito Spalletti parlando ancora di Roma-Napoli -. Domani non ci sarà nessun passaggio da sconfiggere, ma c'è una gara importantissima per il futuro del Napoli che dobbiamo provare a vincere".

Poi qualche passaggio sull'avversario. "Io ho sempre guardato quello che fanno gli allenatori più bravi di me e Mou è uno di questi - ha proseguito il tecnico azzurro -. Poi c'è la partita e lì valuteremo che cosa fare. I calciatori devono fare delle scelte, devono avere delle iniziative, non devono rimanere fermi. Sono sicuro che la mia squadra saprà da che parte andare. Ma la partita è di estrema difficoltà". "La Roma è una delle sette sorelle che lotteranno per la Champions - ha continuato -. Ci sono momenti in cui fa peggio e momenti in cui fa meglio, ma ha una squadra forte e un grande allenatore". 

"Per me è un onore essere accostato a Mourinho, ma lui è qualcosa di differente - ha continuato Spalletti -. Lui ci ha insegnato a dare importanza alle conferenze e a cosa si dice nelle riunioni con la squadra". "Il rischio è per entrambi, questa partita azzera tutto - ha aggiunto -. In questo momento, per significati diversi, è una partita che può dare un'altra piccola svolta ad entrambe le squadre. Bisogna dunque essere bravi ad arrivarci al top e proporre il top come possibilità di collettivo".

Infine una dichiarazione forte su Osimhen. "Sabatini ha detto che in questo momento sceglierebbe Osimhen rispetto a Mbappé? Io le penso come lui, la penso così sempre", ha spiegato Spalletti. 
 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments