Milan, problema tattico per Montella

Con il 3-5-2 non c'è gioco e viene sacrificato Suso

Milan, problema tattico per Montella

Con la fiducia del club rinnovata, Vincenzo Montella si appresta a vivere le due settimane più lunghe della sua vita sportiva. Con la pausa per le nazionali e il derby sullo sfondo il tecnico è chiamato a trovare una soluzione per il suo Milan. Una squadra spenta e priva di una vera identità di gioco. Questo il vero problema dei rossoneri: la manovra è prevedibile e raramente si arriva a tirare in porta. Il 3-5-2 non è ancora pronto e i lanci lunghi di Bonucci per Kalinic ne sono la dimostrazione più lampante. Perché voler scavalcare spesso il centrocampo? Misteri a cui il tecnico non ha ancora dato una risposta.

Contro la Roma, a San Siro, i rossoneri hanno retto per un tempo, hanno vissuto una fiammata in avvio del secondo e poi si sono consegnati all'avversario senza lottare più. E dare la colpa alla condizione fisica (dopo l'allontanamento del preparatore atletico) sarebbe quanto di più sbagliato. Il Milan visto in queste settimane corre, anche più degli avversari (lo dicono le statistiche), ma evidentemente corre male. Il nodo, dunque, è tutto tattico. I centrocampisti sono costretti a rincorrere gli avversari e sono sempre in affanno. Modulo che richiede anche uno sforzo enorme per gli esterni (Borini migliore in campo) su tutta la fascia. Quanti problemi per il povero-ricco Milan. Come quello del sacrificato Suso in nome sempre del 3-5-2. La società in settimana l'ha eletto a uomo simbolo con il rinnovo fino al 2022 ed è rimasto per tutti i 90 minuti seduto in panchina. A molti è sembrato un paradosso. Anche per la qualità dello spagnolo, l'unico in grado di dare imprevedibilità all'attacco. E questa squadra sembra aver troppo bisogno di lui.

Di positivo, forse, resta solo lo spirito. Il gruppo sembra essere con Montella e da qui bisogna guardare al futuro. Due settimane decisive per il tecnico che lavorerà con pochi giocatori a Milanello, ma sarà chiamato a lunghe riunione con il suo staff per analizzare partita su partita. Serve la svolta tattica per ripartire. Le motivazioni non mancano, anche perché è la sfida con l'Inter a imporle.

MILAN-ROMA 0-2, STATISTICA

•    La Roma ha vinto quattro sfide consecutive con il Milan per la prima volta in Serie A.
•    I giallorossi segnano da 27 gare di Serie A consecutive, eguagliato il record del club che risaliva all’aprile 2006.
•    Il Milan ha perso due gare consecutive di campionato per la prima volta da febbraio, quando arrivò a tre sconfitte di fila.
•    I rossoneri non restavano senza segnare per due gare di fila in campionato dallo scorso dicembre, quando non fecero gol a Roma e Atalanta.
•    Alessandro Florenzi non segnava in Serie A da 546 giorni, la precedente rete risaliva all'aprile 2016 (vs Lazio).
•    Quinto gol da fuori area per Dzeko in Serie A (su 44 totali), il secondo in questo campionato.
•    Per la prima volta in questo campionato, la Roma non ha segnato nel primo tempo.
•    La conclusione di Bonucci al 62°, parata da Alisson, ha interrotto un digiuno di tiri nello specchio in campionato che per il Milan durava da 181 minuti.
•    Prima espulsione per il Milan in questo campionato: lo scorso anno i rossoneri ne rimediarono 12, più di tutti in Serie A.
•    Hakan Calhanoglu non veniva espulso in una partita di campionato dal marzo 2014, quando giocava all'Amburgo.

TAGS:
Milan
Montella
Roma
Analisi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X