Lega Pro: il derby Salernitana-Nocerina dura solo 20 minuti per gli infortuni e le minacce dei tifosi ospiti

I supporters ospiti volevano che i propri giocatori non scendessero in campo per la decisione del Prefetto di vietare loro l'ingresso all'Arechi. I rossoneri hanno effettuato subito 3 cambi e sono rimasti in 6 a causa di 5 infortuni

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Fischio finale dopo soli 20' per Salernitana-Nocerina di Lega Pro. Gli ospiti, che avevano effettuato subito tre sostituzioni, hanno accusato cinque infortuni e sono rimasti in campo in sei, costringendo l'arbitro allo stop. Il tutto dopo le minacce alla Nocerina dei suoi tifosi, e la richiesta della squadra di non giocare. La partita che era fissata per le 12.30, era iniziata con ben 38 minuti di ritardo. I calciatori della Nocerina avevano accettato di scendere in campo, malgrado le minacce ricevute da un gruppo di propri sostenitori, dopo le rassicurazioni del Questore di Salerno, Antonio De Iesu. Gli ultrà chiedevano che la squadra non giocasse in seguito al divieto di accesso allo stadio per i tifosi ospiti disposto dal Prefetto.

La partita era considerata ad alto rischio visti i pessimi rapporti tra le due tifoserie. Proprio questi timori avevano spinto il Comitato sicurezza del Viminale a vietare la trasferta per i tifosi ospiti, all'interno di un quadro di fortissime misure di prevenzione. Al divieto, gli ultrà nocerini hanno risposto minacciando di recarsi ugualmente all'Arechi: da giorni la città di Nocera Inferiore era tappezzata da striscioni con la scritta "tutti a Salerno". Stamane, un gruppo di circa duecento tifosi della Nocerina si è presentato nel ritiro della propria squadra, intimando alla squadra rossonera di non presentarsi in campo: "O ci siamo anche noi, oppure non dovete esserci neppure voi". Dopo le minacce, i calciatori della Nocerina si sono recati sul proprio pullman nello stadio Arechi ma hanno annunciato di non voler scendere in campo. Dopo una lunga trattativa, presente il questore di Salerno Antonio De Iesu che ha offerto ampie garanzie sulla sicurezza, la partita è ominciata con una quarantina di minuti di ritardo. Ma le intenzioni degli ospiti sono apparse subito chiare: nei primissimi minuti sono state effettuate tutte le tre sostituzioni possibili, e subito dopo ben cinque giocatori, uno dopo l'altro, hanno accusato infortuni e sono usciti dal campo. Il campionato non prevede retrocessioni ed è questo un elemento che ha influito sull'andamento della partita e sulle 'decisioni' prese dai calciatori.

"Tutti in piazza a festeggiare... ha vinto il popolo nocerino". Così su Facebook i tifosi rossoneri hanno commentato la partita-farsa di Salerno. In oltre cento hanno raccolto l'invito via web e si sono ritrovati in piazza Diaz, a Nocera Inferiore, sventolando bandiere e cantando cori: poi un violento acquazzone ha indotto tutti a tornare a casa.

 

DS NOCERINA: "DIRIGENTI SQUADRA TUTTI DIMISSIONARI" 
"Sono qui solo per comunicare che tutti i dirigenti della Nocerina calcio sono dimissionari. E confermo il silenzio stampa di tutti i tesserati". Così il direttore sportivo della Nocerina, Luigi Pavarese, nella sala stampa dello stadio Arechi. Ad una domanda dei giornalisti sui cinque calciatori infortunati in 20 minuti, Pavarese ha risposto: "I ragazzi sono andati in campo senza effettuare alcun riscaldamento, da qui gli infortuni".

GHIRELLI: "VERGOGNA ASSOLUTA"

"Quel che è avvenuto a Salerno è di una gravità assoluta, è una vergogna assoluta, e mi auguro che abbia una risposta necessaria e giusta dalla giustizia sportiva e penale". Questo il commento del direttore generale di Legapro, Francesco Ghirelli, a quanto accaduto. Ghirelli sottolinea che " questi delinquenti sappiano che non fermeranno la lotta per la legalità. Tutti, però, dirigenti e calciatori, devono prendersi le loro responsabilità e se non se la sentono, se ne vadano".

MACALLI: "LA LEGA PRO SI COSTITUIRA' PARTE CIVILE"

"I fatti verificatisi nella partita Salernitana-Nocerina - ha dichiarato Mario Macalli, Presidente della Lega Pro - hanno recato un danno gravissimo al calcio e alla Lega Pro. La Lega Pro si costituirà parte civile in tutti i procedimenti penali che verranno aperti e procederà per risarcimento danni. I delinquenti che hanno fatto minacce e chi ha fatto sceneggiate in campo, ci auguriamo che vengano sanzionati come meritano. Da parte nostra non arretreremo di un centimetro nel conquistare un calcio normale".

VENTI IDENTIFICATI: PROPOSTA DI DASPO

Venti tifosi, che farebbero parte del gruppo di oltre duecento che oggi hanno minacciato i calciatori della Nocerina sono stati già identificati. Lo hanno reso noto fonti della Questura di Salerno. Nei loro confronti il questore Antonio De Jesu sta valutando l'adozione del provvedimento di Daspo. Le indagini, in merito a quanto accaduto prima del derby Salernitana-Nocerina proseguono e sono condotte dal commissariato di Nocera Inferiore e della Digos della questura di Salerno. Gli investigatori lavorano per identificare tutti i responsabili ai quali potrebbe essere contestata anche l'accusa di violenza privata.

TAGS:
Salernitana
Nocerina
Lega Pro

I VOSTRI COMMENTI

frainteso - 12/11/13

. Ad oggi non esiste una denuncia di minaccia o di violenza perpetrata da qualcuno nei confronti dei calciatori, non esiste un'immagine che la documenti. Perciò i vari ANAKIN prima di chiamare qualcuno TEPPISTA cerchino di capire quello che è successo invece di sentire senza ascoltare i fiumi di parole dei moralizzatori di turno che come lui hanno già emesso una sentenza senza manco sapere contro chi e perchè!!!

segnala un abuso

anakin83 - 11/11/13

Se si cerca "Nocerina scontri", compaiono almeno 7-8 squadre diverse soltanto nel 2013(Perugia, Frosinone, Lecce, Paganese, Benevento...). Non cori spiacevoli, ma incidenti con lesioni e ferite.
Era un derby (nocera è in provincia di Salerno), e dati alla mano, c'è poco margine di discussione chiamandoli teppisti (non generalizzando ma riferendomi al movimento ultras Nocerina).
Se l erano cercata, se la sono guadagnata, e hanno dimostrato all'italia di meritarselo: Teppisti.

segnala un abuso

Neapolis1783 - 11/11/13

ma MAI e poi MAI,ho visto poliziotti tirar fuori le p*lle e alzare i manganelli ctro i malviventi,mascalzoni,delinquenti.Allora il problema è questo se lo stato non fa nulla,PERCHé DOVREBBERO FARLO STI RAGAZZI??????
Bravi ragazzi !!! Tutto il mio appoggio.Anzi vi chiedo una cortesia, la prossima volta non vi svegliate neppure , la domenica andate a fare una passeggiata cn le vs compagne,QUESTO PAESE NON CI MERITA.Ve lo dice uno appena tornato da un viaggio dall'estero,STAMM INGUAIAT.

segnala un abuso

Neapolis1783 - 11/11/13

Il problema vero ,è che lo Staterello in cui ci troviamo ,insieme alle forze del dis-ordine ,sono capaci solo di far prendere a manganellate i manifestanti che fanno i cortei per la disoccupazione, gli studenti che protestano per giusta causa,contro i giovani che nn trovano un lavoro,contro chi manifesta x le ingiustizie subite da dis-Equitalia, contro chi manifesta per la terra dei fuochi,contro chi protesta per il caro benzina, e tante altre cose, ....CONTINUA

segnala un abuso

precisetti - 11/11/13

..strano che non si siano fatti male anche i medici della Nocerina..VERGOGNA!

segnala un abuso