Juventus, Allegri: "Presto il confronto con Agnelli. Champions bella e bastarda"

Il tecnico in conferenza: "Un piacere rivedere Marotta, vogliamo i tre punti. Incuriosito da Cancelo mezzala"

  • A
  • A
  • A

Massimiliano Allegri non vuole mollare neppure le briciole: "Contro l'Inter voglio fare risultato, Chiellini torna e gioca". Sul futuro alla Juventus: "Presto mi incontrerò con Agnelli, ci sarà un confronto: servirà essere lucidi per programmare nuove vittorie". E sull'eliminazione dalla Champions League: "Una competizione tanto bella quanto bastarda, non siamo arrivati ai quarti nella miglior condizione fisica".

LA CONFERENZA Ci sono condizioni che porrai ad Agnelli per restare?
Ci sarà un confronto, serve essere lucidi nel programmare per tentare di vincere il nono scudetto consecutivo, la Champions... ad ogni nuova stagione tutti ripartono da zero punti, ne servono 88 per vincere la Serie A. Quello che abbiamo fatto è nella storia, il resto chiacchiere.

L'annata di Douglas Costa.
Non ha mai giocato...quattro partite e poi è sparito perché ha avuto infortuni. Capitano queste annate, lui è un giocatore da Champions e si è visto anche ad Amsterdam.

I motivi dell'eliminazione in Champions League, a freddo.
Difficile da dire, con il senno di poi non si va molto lontano. La Champions è una competizione talmente bella quanto bastarda, se non arrivi al momento giusto al massimo della condizione la paghi. Abbiamo fatto bene fino alla sosta, poi abbiamo avuto molti infortunati che abbiamo dovuto rincorrere. Douglas Costa non l'ho praticamente più visto, non so che colore di capelli abbia... con l'Atletico Madrid abbiamo fatto un miracolo calcistico ma poi sono arrivati altri infortuni. Siamo arrivati male ai quarti di finale, serve anche un po' di fortuna. Per questa è stata una grande annata, abbiamo messo punti di distacco dal Napoli al momento giusto. In Champions ormai siamo stabilmente nelle prime otto, abbiamo un progetto costruito negli anni. Normali le critiche ma non si può buttare all'aria tutto.

Icardi ha sempre fatto bene contro la Juve: sollevato da una probabile panchina?
Un giocatore straordinario, ci ha spesso segnato contro. Dovremo essere bravi a non farlo segnare, se giocherà. Arriverà anche la prima volta in cui non ci fa gol...

Farai esperimenti come annunciato dopo la Fiorentina?
Due cose mi incuriosiscono: Bernardeschi mezzala, devo capire se può avere quell'equilibrio mentale che serve a centrocampo. E poi Cancelo che ha gol nel gambe e tiro, vorrei provare anche lui mezzala. E magari pure Cuadrado, vorrei capire cosa mi possono dare in altri ruoli.

Contro l'Inter rivedrai Marotta.
Un piacere incontrarlo di nuovo, con lui abbiamo passato quattro anni importanti. Con lui e il resto della società abbiamo fatto un ottimo lavoro che ha fatto crescere la squadra. Siamo professionisti, le strade possono dividersi.

Di cosa parlerai con Agnelli, cosa vi spingerà ad andare avanti insieme?

"Quello che ci ha spinto negli scorsi anni. Dovremo programmare per continuare a crescere, analizzando la stagione per creare i pressupposti per un'altra annata vincente. Gli altri anni io e la società ci siamo confrontati a giugno, siamo in anticipo sui tempi. Lasciamo passare questi giorni di festività, poi ci vedremo.".

Sulla partita.
"Domani è pur sempre Inter-Juventus, una partita bellissima. Dobbiamo tornare a Torino facendo risultato, l'obiettivo da qui alla fine è fare punti nelle partite che ci stimolano. Chiellini rientra e gioca, Bentancur ko per un affaticamento muscolare, titolare anche Spinazzola".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments