Inter, un fondo di Hong Kong vuole il club. Suning non cede, Thohir sì

Il Messaggero parla di un'offerta da 800 milioni di euro per acquisire il club. Vicino invece l'accordo per rilevare il 30 per cento ancora in possesso di Erick Thohir

  • A
  • A
  • A

L'arrivo di Beppe Marotta in società, l'acquisto di Diego Godin dall'Atletico Madrid per la prossima estate e il possibile futuro sbarco ad Appiano Gentile di Federico Cherubini (anche lui arriverebbe dalla Juventus) sono tutti segnali della volontà di Suning di fare di nuovo grande l'Inter e di interrompere l'egemonia della Juve, ma all'orizzonte qualcosa presto potrebbe cambiare.

Secondo quanto riporta Il Messaggero, in un articolo a firma di Salvatore Riggio, ci sarebbe un fondo di Hong Kong molto interessato all'acquisto del club nerazzurro. O, in sottordine, della quota che ancora appartiene a Thohir.

Stando a quanto si legge, una prima offerta sarebbe addirittura già stata mandata a Nanchino e anche rispedita al mittente. Al momento Zhang Jindong non ha alcuna intenzione di cedere il club, ma di fronte ad una super offerta, intorno agli 800 milioni di euro, potrebbe dare inizio alla trattativa (che eventualmente sarebbe parecchio lunga). Non è la prima volta che si parla di una possibile cessione dell'Inter da parte di Suning, ma Zhang ha sempre smentito ogni voce e anche questa volta sembra orientato a resistere. Inoltre da luglio finiranno le limitazioni imposte dal Fair Play Finanziario e l'obiettivo di Zhang di far tornare l'Inter grande sarà più facilmente raggiungibile.

La seconda ipotesi emersa in queste ore parla sempre del fondo di Hong Kong, ma con un obiettivo inizialmente "limitato": ovvero acquisire la quota del 31 per cento del pacchetto azionario dell'Inter che è ancora in possesso dell'ex presidente Erick Thohir. Fra Thohir e Suning da oltre un anno sono in corso colloqui per sistemare quelle quote, alle quali Suning vuole accedere per avere il controllo totale del club, pagando il dovuto. Thohir chiede 200 milioni, una cifre ritenuta troppo elevata, da qui la difficoltà a trovare l'accordo. E allora l'ipotesi-Hong Kong che acquisirebbe il pacchetto in possesso di Thohir fa parte di una intesa possibile, tanto che secondo alcune fonti l'accordo sarà definito entro due-tre settimane. A quel punto, Suning avrebbe al suo fianco un partner forte, con un terzo del capitale sociale. Nanchino più Hong Kong per continuare. Poi si vedrà.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments