Inter, il futuro è adesso: dopo Godin in arrivo De Paul

Marotta lavora ai rinnovi di Icardi e Skriniar, punta Barella e non molla Modric e Robben

di SIMONE CERRANO
Inter, il futuro è adesso: dopo Godin in arrivo De Paul

Il colpo da copertina. Il botto sensazionale a costo zero. L’acquisto sostenibile, quello in grado di creare utilissime plusvalenze. E magari pure qualche cessione eccellente, per finanziare i futuri investimenti. Manovre guidate da un chiaro presupposto: il futuro è adesso. Tradotto: gennaio è il terreno fertile su cui seminare per poi raccogliere in estate. Il mercato dell’Inter è già ispirato dal protocollo Marotta.

Il primo nome sul taccuino del dirigente varesino è in realtà eredità della scorsa estate. Nei giorni in cui la Juve si coccolava Cristiano Ronaldo, l’Inter cullava il grande sogno Luka Modric. Non se ne fece nulla, ma il neo Pallone d’Oro non è mai del tutto uscito dal radar nerazzurro ed anzi in questi giorni, complice il caos di casa Real, è tornato di grande attualità. Modric guadagna circa 10 milioni a stagione, il costo del cartellino si aggira sui 50 milioni di euro. Il regista croato è quello che serve per il definitivo salto di qualità, non importa se compirà 34 anni il prossimo settembre.

Proverbiale eccezione che conferma la regola. Nelle scelte dell’Inter la carta di identità conta. Arjen Robben è in scadenza con il Bayern: “Sono orgoglioso dell’interesse di tanti top club. Deciderò presto”, ha detto. È stato proposto anche ai nerazzurri, ma il suo nome non scalda la fantasia di Marotta. In mezzo piuttosto si punta forte sulle qualità e i margini di crescita di Nicolò Barella. Il centrocampista del Cagliari, classe 1997, vale 40 milioni di euro e punta ad un ingaggio da 3 milioni a stagione, più del triplo di quanto percepisce in Sardegna. L’Inter deve battere la concorrenza del Napoli e soprattutto del Chelsea.

In tema di giovani e potenziali crack, sul solito taccuino di Marotta è segnato in rosso il nome di Rodrigo De Paul. L’argentino dell’Udinese oltre che per le qualità tecniche piace per la duttilità che gli permette di ricoprire tutti i ruoli dell’attacco. Vale 25 milioni, l’Inter si è mossa per tempo ed è in vantaggio su tutte le altre pretendenti.

Diego Godin è un’altra variazione sul tema. È il leader di una delle difese più forti al mondo, si libera a costo zero. Con queste condizioni la carta di identità, è un classe 1986, diventa un dettaglio.

C’è poi il caldissimo tema rinnovi. Per capitan Icardi Marotta è pronto a spingersi fino a 7 milioni a stagione, Skriniar vuole 3 milioni all’anno, l’Inter arriva a 2 e mezzo. In caso di rottura si valuta la cessione. A non meno di 80 milioni. Super plusvalenza, rinuncia eccellente per finanziare i nuovi colpi. In puro protocollo Marotta.

TAGS:
Calcio
Inter
Mercato
Marotta
Godin
Modric
Ropbben
De paul
Icardi
Skriniar

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X