Quando la Juve "frega" l'Inter

Lucio e altri "rigenerati" in bianconero

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

CARLO LANDONI

Lucio (LaPresse)

Occhio alla fregatura, quando di mezzo c'è la Juventus. Occhio alla sola perchè dal nerazzurro al bianconero quasi mai ci finisce un bidone. Finito e bollito era considerato dall'Inter il 33enne Roberto Boninsegna. Impacchettato con una busta di 600 milioni e spdeito a Torino in cambio del 28enne Pietro Anastasi che in nerazzurro non vincerà nulla, mentre il vecchio Bonimba in due anni di Juventus conquista 2 scudetti e una Coppa Uefa, la prima e unica vinta da una squadra fatta e composta da tutti giocatori italiani.

Giugno 1985: il 25enne Aldo Serena di prorietà dell'Inter, ma nella stagione precedente attaccante in prestito al Torino, viene chiamato d'urgenza, mentre si trova alla prima assoluta del concerto milanese di Bruce Springsteen, dal presidente Pellegrini. Il giovane Aldo rimanda l'incontro a dopo il concerto di The Boss. A mezzanotte se ne va da S.Siro a piedi sino alla casa, non distante di Pellegrini, che gli comunica il trasferimento in prestito alla Juventus. In due anni in bianconero vince scudetto e Coppa Intercontinentale.

1991: è clamoroso lo scambio sull'asse Milano-Torino. Per la prima volta due giocatori vengono usati come pedine per arrivare ad un allenatore. Dopo 5 anni nella centrifuga nerazzurra, Giovanni Trapattoni torna ad allenare la Juventus. All'Inter vanno Dino Baggio, in prestito con diritto di riscatto, e Desideri. Il Trap alla Juventus conquista ancora una Coppa Uefa. 1992: l'Inter non riscatta Dino Baggio, che torna in bianconero, dove si porta a casa da protagonista una Coppa Uefa.

2004: l'Inter da due anni punta in difesa su Cannavaro, prelevato dal Parma, per 23 milioni. Ci punta, ma gli infortuni, limitano il rendimento del centrale. E allora scambio alla pari, sì alla pari, tra il portiere di riserva della Juventus, Carini, che va all'Inter e Cannavaro che va alla Juventus. Risultato: Cannavaro non si infortuna più e vince due scudetti, poi revocati, un Mondiale, il Pallone d'Oro.

Unica eccezione alla regola la coppia Ibrahimovic-Vieira, vincente in nerazzurro dopo il forzato divorzio dalla Juve causa Calciopoli. E adesso Lucio: il brasiliano rescinde con l'Inter, sembra che possa andare al Fenerbahce, invece spunta all'improvviso la Juventus. Con la quale firma contando che la storia si ripeta un'altra volta ancora.  

I VOSTRI COMMENTI

supercino68 - 06/07/12

Tranquillo Gigitabaccaio, noi ci saremo sempre, come cosi' e' stato dalla nostra fondazione, a differenza vostra....MAI STATI IN B

segnala un abuso

gigibuffon - 06/07/12

Lettera alla Dirigenza Nerazzurra: Non finiremo mai di ringraziarvi, visto che con tante competizioni anche Lucio fara' la sua parte, non fara' mica 50 partite , ma anche 20 a buon livello sarebbe ottimo visto il costo del cartellino (VERO BRANCA? ) .Menomale che esistete e spero sempre che possiate esserci...NON SPARITE MAI....MI RACCOMANDO

segnala un abuso

gigibuffon - 06/07/12

Tanto clamore ....ecco i risultati..tra qualche anno tireranno fuori qualche altra cosa e si porteranno a casa qualche scudetto trovato vicino alla raccolta differenziata..daltronde chiedere alla famiglia moratti il motivo per cui al Caro Massimo gli hanno messo in mano l'inter

segnala un abuso

ogliastrino - 06/07/12

maynard
se è vero come dici tu, che Moggi intimidiva Cannavaro, quest'ultimo si sarebbe potuto rivolgere alla Giustizia. Io penso che molto più semplicemente la Juve volesse fortemente arrivare a Cannavaro e, Moggi da grandissimo intenditore di mercato, riuscì a convincerlo presentandoli un gran progetto! Cmq fare lo scambio alla pari con Carini è stato un affarone..Polli gli uomini mercato nerazzurro!

segnala un abuso

sanda6 - 06/07/12

ahah che discorsi leggo... se fossi interista sarei felicissimo di aver dato via lucio!!! e pergiunta ad una squadra rivale!!! il massimo!!!

segnala un abuso

onetax - 06/07/12

La cosa più divertente è che poi l'Inter pretendeva di vincere gli scudetti incolpando la juve di furto...
La barzelletta d'Italia.

segnala un abuso

maynard - 05/07/12

bisognerebbe ricordare le telefonate intimidatorie di Moggi a Cannavaro per istigarlo.... costringerlo ad andare alla Juve. Per quanto riguarda Cannavaro inoltre bisogna ricordare che l'Inter era già su Nesta, quando galliani promise lla Lazio la rateizzazione dei debiti fiscali in 30!! anni e, guarda un pò, Nesta andò al Milan. Le cose bisogna ricordarle tutte, ma certo i ragazzini non le sanno!

segnala un abuso