Serie A: Parma-Inter 2-0, doppietta di De Ceglie

I nerazzurri crollano dopo due successi consecutivi

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

CESARE ZANOTTO

Nel terzo anticipo della decima giornata di Serie A, l'Inter crolla a Parma al termine di un match sottotono. Al Tardini finisce 2-0 per gli emiliani, che conquistano i tre punti grazie a una doppietta di De Ceglie. La squadra di Donadoni trova il vantaggio al 5', con l'ex juventino che infila in rete un cross da destra di Rispoli; il bis, invece, arriva al 31' della ripresa dopo una papera di Handanovic.

LA PARTITA
Niente da fare. Per l'Inter e per Mazzarri, il cui progetto non decolla nemmeno stavolta e rischia di essere giunto definitivamente al capolinea. La terza vittoria di fila (mai arrivata nell'era Mazzarri) resta un tabù, così come il salto di qualità a cui erano chiamati i nerazzurri. Le numerose assenze non possono essere un alibi, innazitutto perché il Parma era allo stesso modo in emergenza e poi, soprattutto, perché di fronte c'era una squadra reduce da sei sconfitte consecutive (otto k.o. su nove gare stagionali) e con la peggior difesa del campionato (almeno un gol subìto in tutte le gare sin qui disputate).

Il gol preso a freddo, a difesa schierata, mette a nudo il più grosso limite della squadra di Mazzarri: non si tratta dei consueti blackout difensivi, certamente gravi, ma del modesto peso offensivo della squadra. L'Inter, fisicamente in profonda difficoltà, crea poco o nulla (un solo tiro nello specchio in 90 minuti) e non è un caso che le ultime due sfide siano state vinte solo grazie a due calci di rigore. Ad eccezione di Kovacic, Icardi e Palacio, stasera - escludendo ovviamente Handanovic - in campo c'erano sette giocatori dalle caratteristiche prettamente difensive: un mastino come Medel, schierato davanti a una difesa a tre, non è così imprescindibile anche perché è poi inutile in fase di costruzione mentre a Kuzmanovic non si può certo chiedere di rompere l'equilibrio negli ultimi 20 metri; anche le fasce sono una questione da sistemare, dato che Dodò non ha l'esplosività per andare sul fondo e Obi a destra non è assolutamente a proprio agio. Così, una volta preso gol, i nerazzurri non sono in grado di replicare a un Parma prevedibilmente agguerrito e affamato.

De Ceglie, dopo cinque minuti, ruba il tempo a Obi e infila in porta un cross da destra di Rispoli. La reazione dell'Inter è inesistente, mentre il 3-5-2 del Parma - costruito intorno all'energia del centrocampo e all'ispirazione di Cassano - è sincronizzato e organizzato come mai in stagione. Mazzarri cerca una scossa da Hernanes, schierato nella ripresa (7') al posto di Obi: l'Inter passa a una difesa a quattro, alza il proprio baricentro ma porta a casa solo un palo di Kovacic (destro deviato al 24'). Certo, Mazzarri in panchina non ha grosse alternative per cambiare la partita e infatti in campo deve entrare il baby Bonazzoli (classe 1997) al posto di Kuzmanovic (27'). Nell'ultimo quarto d'ora, però, i nerazzurri alzano definitivamente bandiera bianca e incassano il bis di De Ceglie, a segno dopo una papera di Handanovic (palla in mezzo alle gambe dopo il debole sinistro dell'ex juventino). Fallita l'ennesima prova del nove - come i punti consecutivi che non sono mai arrivati in 14 mesi -, per Mazzarri è ormai giunta l'ora di rivedere qualcosa anche dal punto di vista tattico, oltre che fisico. Thohir permettendo...

LE PAGELLE

Cassano 7 - Una di quelle serate in cui gli riesce quasi tutto. Tiene bene la palla, fa salire la squadra e la fa girare un po' come vuole. Solita classe, ma questa volta anche tantissima corsa.

De Ceglie 7,5 - Stravince il duello con Obi e domina la fascia sinistra anche contro Ranocchia. Strepitoso il lavoro in entrambe le fasi.

Palacio 5 - Largo, lontanissimo dalla porta, spesso a centrocampo. Continua il periodo no anche sotto porta: ha una buona occasione ma la spedisce in curva.

Kovacic 6,5 - Fino a quando non entra Hernanes, è come al solito l'unico in grado di saltare l'uomo e accendere una speranza in Mazzarri e nell'Inter.

Obi 5 - Con la corsa prova a sopperire agli evidenti limiti tecnici, ma i risultati sono insufficienti. Dietro si fa bruciare da De Ceglie in occasione dell'1-0.

IL TABELLINO

PARMA-INTER 2-0
Parma (3-5-2): Mirante 6; Costa 6, Lucarelli 6,5, Felipe 6 (7' st Santacroce 6); Rispoli 6,5, Acquah 6,5, Lodi 6,5, J. Mauri 6, De Ceglie 7,5 (46' st Gobbi sv); Cassano 7, Coda sv (18' Ghezzal 6).
A disp.: Iacobucci, Mendes, Ristovski, Gobbi, Sarr, Lucas, Mariga, Coric, Jeraldino, Palladino. All.: Donadoni 6,5
Inter (3-5-2): Handanovic 4,5; Ranocchia 5,5, Vidic 5,5, Juan Jesus 6; Obi 5 (7' st Hernanes 6), Kuzmanovic 6 (27' st Bonazzoli 6), Medel 5 (44' st Camara sv), Kovacic 6,5, Dodò 5,5; Palacio 5, Icardi 6.
A disp.: Carrizo, Berni, Andreolli, Donkor, Khrin, Mbaye, Hernanes, Gnoukouri, Camara, Puscas, Bonazzoli. All.: Mazzarri 4,5
Arbitro: Rizzoli
Marcatori: 5' e 31' st De Ceglie (P)
Ammoniti:
Costa, Lucarelli, Mirante (P); Dodò (I)
Espulsi: -

TAGS:
Calcio
Inter
Parma

I VOSTRI COMMENTI

benjy88 - 02/11/14

MA CHE CENTRA MAZZARRI INTERISTI??A VERITA' E' CHE VOI SOPRAVVALUTATE LA VOSTRA SQUADRA!!NON AVETE IL CORAGGIO DI AMMETTERE CHE AVETE UNA SQUADRACCIA PER NON DIRE ALTRO!!OGNI ANNO SEMPRE LA STESSA STORIA.. STRAMACCIONI E' INCAPACE.. RANIERI E' INCAPACE.. BENITEZ E' INCAPACE... MAZZARRI.. MA PERCHE' NON LA ALLENA MOURINHO QUESTA SQUADRA??VOGLIO PROPRIO FARMI DUE RISATE!!HA FATTO BENE A LASCIARVI.. COME DICE QUALCHE INTERISTA LUI LASCIA SEMPRE I BIDONI.. INFATTI L'INTER E' UN GRANDE BIDONE!!

segnala un abuso

Sempre Inter - 02/11/14

Mazzarri regalaci un sogno......................tornatene a casa..................

segnala un abuso

Sempre Inter - 02/11/14

Nessun alibi, un solo grido: Mazzarri vattene !

segnala un abuso

mikimux - 02/11/14

.........ma al primo minuto di gioco c era rigore per l inter...........

segnala un abuso

verona.juve.real.psg - 02/11/14

Inter? non ha un gioco provate a cambiare un canale passando da una partita della juve o del milan a quella dell inter, sono lenti, non si muove nessuno, questa inter non può neanche lavare le scarpe a quella del 2010,icardi non può nemmeno guardare milito. de ceglie ha avuto tantaaaa fortuna.

segnala un abuso

tifoJuve1952 - 02/11/14

Walter Mazzarri è una brava persona OK! Come allenatore vale qualcosa? Continuo a sostenere che l’allenatore abbia una valenza e lo ritengo come un direttore d’orchestra che deve dirigere i musicanti se poi questi siano ottimi, bravi o discreti spetta a lui farli suonare all’unisono altrimenti anche i più bravi steccano. L’Inter non è una squadra di brocchi ma Mazzarri è in confusione mentale totale e credo che abbia problemi di salute. Di certo per 3,8 milioni anno puoi anche andare avanti

segnala un abuso

Resident EviI - 02/11/14

CERTO CHE FARSI SEGNARE DA DE CEGLIE, POI UNA DOPPIETTA!!!!, E COME PRENDERE GOL DA UN BRADIPO ANESTETIZZATO CON LE STAMPELLE..

segnala un abuso

Resident EviI - 02/11/14

SARA' UN CASO MA QUANDO COMMENTA NIGHTFLIER C'E' ANCHE MILANCAVESE1-2, MA CHE STRANO EH?...E STASERA COSA VORRESTE/I COMMENTARE, L'INSULSA PRESTAZIONE DELLA VOSTRA/TUA INUTILE E RIDICOLA SQUADRA?? MA SCAPPATE/SCAPPA NEI RIFUGI DELLA VOSTRA/TUA MEDIOCRITA', NEROTRISTE/I...

segnala un abuso

dante1987 - 02/11/14

MAZZARRI VATTENE E FALLO ALLA SVELTA!
INCAPACE!

segnala un abuso