Serie A, Genoa-Empoli 1-1: Tonelli risponde a Bertolacci

Polemiche per il gol del pareggio: il difensore dei toscani segna con un braccio

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

STEFANO RONCHI

Calcio e forti emozioni a Genova nel primo match dopo l'alluvione del 9 ottobre. A Marassi Genoa-Empoli finisce 1-1. Un gol per tempo. Al 14' Bertolacci batte Bassi con un sinistro dal limite. Al 78' poi Tonelli segna in mischia toccando la palla con un braccio tra le proteste. Prima della gara, i familiari di Antonio Campanella, l'infermerie ucciso dalla piena del Bisagno, hanno depositato sul terreno di gioco una corona di fiori.

LA PARTITA

Genoa-Empoli inizia nel silenzio. Il silenzio del Ferraris, che rende omaggio ad Antonio Campanella, l'uomo ucciso dalla violenza del Bisagno, e alla forza di una città intera, ferita dal fango e dall'acqua. Undici giorni dopo la notte maledetta dell'alluvione, a Marassi va in scena l'ultimo atto della settima giornata di campionato. Ma non solo. A Genova si gioca con la morte nel cuore, ma si gioca anche per tornare lentamente e faticosamente alla normalità. E le squadre non si risparmiano fin dai primi minuti. L'Empoli gioca alto e mette in difficoltà i padroni di casa,  con le punte in pressione sui portatori di palla e pronte a farsi servire in verticale. Al 6' Maccarone spaventa Perin, poi Gasperini intuisce il pericolo e passa subito alla difesa a quattro. E non sbaglia. Dopo un iniziale dominio dei toscani, infatti, il Genoa guadagna campo e passa in vantaggio. Al 14' Matri aggiusta la palla per Bertolacci, che di sinistro batte Bassi dal limite.

Si gioca in quaranta metri, con le squadre corte e aggressive. Il Genoa cerca di allargare il gioco, ma l'Empoli ha tecnica e velocità, e quando spinge fa paura. Al 24' Pucciarelli dialoga bene con Verdi al limite, si presenta davanti a Perin, ma il suo diagonale esce di poco. La squadra di Sarri resta alta, gioca a due tocchi e non molla. In affanno, il Grifone si affida invece alle palle lunghe e resta pericoloso sui calci piazzati. E Gasperini si sbraccia. Sulla sinistra Mario Rui trova spesso un'autostrada, ma il pari non arriva. E il primo tempo si chiude con le squadre che si allungano e giocano solo sulle ripartenze. 

Nella ripresa il Genoa serra le linee e prova ad abbassare il ritmo, puntando su possesso palla e ripartenze. E l'Empoli getta nella mischia Tavano a caccia del pareggio. Si lotta, e il gioco latita. Bertolacci è in serata. Gioca nello stretto e riesce sempre a liberarsi tra le linee. Il Grifone prova a colpire in campo aperto, ma sbatte contro Bassi. Matri gioca da prima punta alla vecchia maniera. Tiene palla e fa salire la squadra. Dall'altra parte invece è Tavano che prova a spezzare la difesa rossoblù. Al 74' ci prova Vecino, ma Perin è pronto. Poi tocca a Maccarone, ma manca il guizzo giusto. Poi è Tonelli a togliere le castagne dal fuoco. E lo fa con un braccio in mischia, scatenando le ire (contenute) dei rossoblù. Cervellera non vede il fallo di mano, convalida il gol e il match nel finale si trasforma in una beffa per il Genoa (a cui mancherebbe anche un rigore nel primo tempo). A Marassi a fine partita piove. Ancora. L'Empoli invece infila il quinto risultato utile consecutivo. 

LE PAGELLE

Bertolacci 7: è il faro del Genoa. Gioca nello stretto con grande qualità e si inserisce perfettamente tra le linee. Segna e inventa. E' l'uomo in più
Edenilson 7: gioca da terzino, da esterno e poi da centrale di centrocampo. Recupera palloni e non molla mai. Prova convincente
Rincon 6,5: polmone rossoblù. Corre per tutti fino a infortunarsi. In mezzo al campo ringhia e ruba palloni in quantità. Sempre pronto a rilanciare l'azione
Tonelli 6,5: prova attenta in difesa. Gol provvidenziale (anche se di mano) in attacco. Regala il quinto risultato utile consecutivo all'Empoli
Verdi 6,5: passa tutto dai suoi piedi. In mezzo al campo gestisce il traffico insieme a Valdifiori con precisione e tempismo. 
Pucciarelli 5,5: corre e si propone, ma sbaglia un gol abbastanza facile. Dopo la sostituzione scoppia in lacrime in panchina

IL TABELLINO

GENOA-EMPOLI 1-1
Genoa (3-4-3): Perin 6,5; De Maio 6, Burdisso 6, Marchese 6; Edenilson 7, Rincón 6,5 (7' st Antonini 6), Bertolacci 7, Antonelli 5,5 (35' st Greco sv); Perotti 6, Matri 6,5, Falque 5 (18' st Lestienne 6)
A disp.: Lamanna, Sommariva, Izzo, Rosi, Mussis, Pinilla. All.: Gasperini 6,5
Empoli (4-3-1-2): Bassi 6; Hysaj 6, Rugani 6,5, Tonelli 6,5, M. Rui 6,5; Croce 6, Valdifiore 6, Vecino 5,5; Verdi 6,5 (24' st Zielinski 6); Pucciarelli 5,5 (13' st Tavano 6), Maccarone 6,5 (38' st  Mchedlidze sv)
A disp.: Sepe, Pugliesi, Bianchetti, Perticone, Laxalt, Moro, Signorelli, Aguirre. All.: Sarri 6,5
Arbitro: Cervellera
Marcatori: 14' Bertolacci (G), 33' st Tonelli (E)
Ammoniti: Antonini, Perotti, Bertolacci (G); Croce (E)
Espulsi: -

TAGS:
Serie a
2014/2015
Genoa Empoli

I VOSTRI COMMENTI

EnricoJuve1 - 21/10/14

Domani del gol irregolare di Tonelli non ne parlerà più nessuno, invece del rigore-non rigore dato alla Juve contro la Roma se ne parlerà ancora per mesi. Ecco la bravura di Moratti, con Farsopoli ha fatto credere a tutti che l'unica squadra favorita (che "ruba") fosse e sia ancora la Juve, mentre le altre magari vincono con aiuti ancora maggiori.

segnala un abuso

trapanimilanista - 21/10/14

Tonelli ha avuto il coraggio di esultare? si vergogni!!

segnala un abuso

pipisio4 - 21/10/14

prova tv per tonelli!!complimenti per il suo fair play....BRAVO

segnala un abuso

mentitespoglie - 21/10/14

codacons voglio i soldi indietro della giocata presentiamo l'istanza come per juve roma,
on Miccoli facciamo l'interrogazione in parlamento? o solo quando c'e' la juve o meglio o solo quando c'e la roma che non vince

segnala un abuso

xdavids - 20/10/14

no, non ci credo. Un arbitro ke sbaglia e non c'è la Juve di mezzo, com'è possibile? E menomale ke non si tratta della Juve sennò altro ke interrogazioni parlamentari, arrivava la guerra civile in Italia. D'altronde con certa gente ke la popola non ci si può aspettare altro...

segnala un abuso