Maicon e Poli qualificano l'Inter

Coppa Italia: Genoa sconfitto 2-1

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ALESSANDRO DINOIA

Maicon e Sneijder, foto Lapresse

L'Inter si aggiudica l'ultimo pass a disposizione per i quarti di finale di Coppa Italia. A San Siro, nell'ultimo match degli ottavi, i nerazzurri si impongono 2-1 sul Genoa grazie a una bellissima rete di Maicon al 9' e al raddoppio di Poli su splendido assist di Obi al 5' della ripresa. I milanesi controllano la gara e i liguri si svegliano troppo tardi, accorciando con Birsa al 91'. Nel prossimo turno l'Inter affronterà il Napoli al San Paolo.

Per la terza volta negli ultimi quattro anni il menu degli ottavi di Coppa Italia mette di fronte l'Inter al Grifone e per la terza volta il risultato premia i padroni di casa. L'adrenalina post-derby è ancora in circolo e i nerazzurri fanno propria una partita gestita con intelligenza, senza rischiare nulla. Le due squadre si affrontano con un turnover massiccio e la qualità delle seconde linee nerazzurre si dimostra superiore a quella dei liguri, quasi impalpabili in zona gol. Le riserve di Ranieri hanno voglia di mettersi in mostra e il centrocampo dei giovanotti composto da Obi, Poli e Faraoni (completato dal solito Cambiasso) oltre a tanta corsa mostra anche una discreta qualità. Se in più si condisce il tutto con un Maicon versione "tempi d'oro" e uno Sneijder incredibilmente tonico e ispirato (ma soprattutto in campo), la ricetta diventa sfiziosa anche in una serata gelida e senza il pubblico delle grandi occasioni.

Il gol del "Colosso" nerazzurro ricorda un missile scagliato in un Torino-Inter 0-3 quando il brasiliano si portava appresso gli avversari come un tir e poi sfondava nelle retroguardie di turno. E' forse qui una possibile spiegazione al buon periodo dell'Inter, ma bisogna aggiungere anche una condizione fisica soddisfacente perché, si sa, quando le gambe girano è tutto più semplice. Il raddoppio è una bella azione corale in cui il nigeriano Obi serve a Poli la prima gioia in maglia nerazzurra. Il Genoa è troppo rinunciatario, infortuni e cattiva sorte non aiutano: Rossi si fa male e lascia il campo a Constant che a sua volta lascia il campo anzitempo. E' scontato, il manto erboso di un Meazza sollecitato dal gelo e dalla raffica di gare degli ultimi giorni miete sempre vittime. I rossoblù ci provano solo nel finale e Birsa riaccende un lumicino di speranze nel primo minuto di recupero. Troppo tardi per raddrizzare la partita, ma Marino l'aveva messo in preventivo. La priorità resta il campionato e i liguri non erano forse la formazione più indicata per interrompere l'incantesimo dell'Inter.

Gli uomini di Ranieri ripartono dunque dalla serata dello scorso 29 maggio (finale vinta contro il Palermo) con una vittoria che li metterà di fronte (altro remake della scorsa stagione) al Napoli di Mazzarri al San Paolo. Intanto la Coppa Italia si rivela sempre habitat nerazzurro e, se in una serata gelida anche gli infreddoliti e solitamente algidi tifosi della Beneamata fanno sentire il loro calore, allora il ricordo dell'Inter di qualche mese fa si perde nella nebbiolina di San Siro.

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

IL TABELLINO

INTER-GENOA 2-1

INTER (4-4-1-1): Castellazzi 6, Maicon 7,5, Cordoba 6, Ranocchia 6, Zanetti 6; Faraoni 6,5, Cambiasso 6,5, Poli 6,5 (31' st Nagatomo s.v.), Obi 6,5; Sneijder 6,5 (36' st Alvarez s.v.); Castaignos 5,5 (18' st Zarate 5,5). A disp.: Orlandoni, Lucio, Thiago Motta, Milito. All.: Ranieri 6,5

GENOA (4-3-1-2): Lupatelli 6, Sampirisi 6, Granqvist 5,5, Moretti 5,5, Rossi 5,5 (28' Constant 6, 9' st Marchiori 5,5); Kucka 5, Seymour 5,5, Birsa 6,5; Jorquera 5,5; Pratto 5,5, Ze Eduardo 5 (24' st Sculli 6). A disp.: Scarpi, Mesto, Biondini, Jankovic. All.: Marino 5,5

Arbitro: Russo

Marcatori: 9' Maicon (I), 5' st Poli (I), 46' st Birsa (G)

Ammoniti: -

Espulsi: -

I VOSTRI COMMENTI

4javier - 20/01/12

ciao "marciarenonmarcire", parole sante le tue, solo la curva rossonera poteva fischiare un grande campione come P.Maldini. Milito e' stato sempre ringraziato e incoraggiato da tutto il meazza, e lui quando ha ritrovato il gol ha baciato la maglia.
grande (4) capitano!!!

segnala un abuso

4javier - 20/01/12

X i-piu-titolati: pensa alla tua squadra e non all'inter, da quando e' arrivato milito noi abbiamo vinto tutto!!! voi con ibra cosa pensate di vincere???? credi sia quello degli anni in neroazzurro???? ma per favore...

segnala un abuso

i-piu-titolati - 20/01/12

salutinerazzurri
E chi ha mai detto che maicon non è forte!
Ho detto ciò che è uscito dalle vostre bocche:maicon non è più come prima e milito è un bidone...concordo solo su milito!!!

segnala un abuso

i-piu-titolati - 20/01/12

salutinerazzurri
E chi ha mai detto che maicon non è forte!
Ho detto ciò che è uscito dalle vostre bocche:maicon non è più come prima e milito è un bidone...concordo solo su milito!!!

segnala un abuso

salutinerazzurri - 20/01/12

I piu titolati
Maicon e' un vero top player ha un palmares che pochi hanno e sopratutto e' decisivo nelle sfide che contano come con il Barcellona ad esempio.
Allora sei un cavaliere dalla tavola delle teste quadrate...ti esprimi per slogan da pino dei palazzi e non sei mai obiettivo tifi contro e non per ,sei uno di quelli che rovinano il calcio.

segnala un abuso

i-piu-titolati - 20/01/12

Aionzazel
Io difendo la mia società a spada tratta.
Si meritano solo questo,non sono per niente obiettivi...quando perdono perchè ci sono complotti e quando vincono perchè sono bravi!

segnala un abuso