Serie A, il Verona batte 1-0 il Chievo e si aggiudica il derby

Toni regala la vittoria all'Hellas con un gol in mischia

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

GIAMMARCO BELLOTTI

L'Hellas batte il Chievo 1-0 e si aggiudica il derby. L'unico squillo del primo tempo è di Hallfredsson che coglie l'incrocio dei pali con una conclusione potente dai 25 metri. Nella ripresa gli uomini di Mandorlini prendono in mano il pallino del gioco e riescono a creare occasioni a ripetizione, costringendo più volte Agazzi al grande intervento. Decisivo il gol di Toni al 15', abile a sfruttare una mischia e siglare il gol della vittoria.

LA PARTITA

Al Bentegodi va di scena uno dei derby più importanti della storia di Verona. Le due squadre hanno obiettivi diversi: il Chievo, in cerca di punti importantissimi per la salvezza, e l'Hellas che vuole continuare a coltivare il sogno Europa League. Corini esclude ancora una volta dalla lista dei titolari Thereau, preferendogli l'ex interista Obinna, in mediana invece, spazio a Radovanovic con Guana in panchina. Mandorlini sceglie di affidarsi al tridente d'attacco Marquinho-Toni-Iturbe con Moras e Maietta coppia difensiva.

Il derby di Verona parte fortissimo, con il Chievo che spinge gli ospiti nella propria metà campo e con il pressing li costringe a sbagliare molti passaggi. La prima occasione capita sulla testa di Cesar, abile nel liberarsi dalla marcatura di Moras, Rafael para senza problemi. Con il passare dei minuti l'Hellas chiude gli spazi ma non riesce a conquistare il pallino del gioco e il match si spegne piano piano. A riaccenderlo ci pensa Toni: Dramé si fa sorprendere su una rimessa laterale e Romulo ne approfitta crossando per l'ex attaccante della Roma che, con una poderosa incornata, costringe al vero e proprio miracolo Agazzi. Verso la mezz'ora la partita si incattivisce, con le ammonizioni in rapida successione di Marquinho, Donadel ed Hetemaj. L'ultimo squillo della prima frazione è di Hallfredsson che coglie l'incrocio dei pali con una conclusione precisa e potente dai 25 metri. Il primo termina con il risultato di 0-0, risultato giusto: padroni di casa padroni del gioco e scaligeri più pericolosi.

I secondi 45' si aprono con una grandissima occasione per l'Hellas, Iturbe entra in area e spara contro l'ex portiere del Cagliari da posizioe ottima. La pressione dei ragazzi di Mandorlini continua: prima Romulo prova la conclusione dalla distanza, poi Iturbe ruba palla a Rigoni nella propria metà campo e dopo un velocissimo coast to coast serve Toni che, a tu per tu con Agazzi, si fa ipnotizzare. La partita, a differenza del primo tempo, è divertente e giocata a ritmi alti, con il Verona sempre insidioso nelle ripartenze. Al 15' è ancora l'attaccante argentino convergere al centro e testa ancora una volta i riflessi dell'estremo difensore clivense, che non può nulla al 18' sul tiro ravvicinato di Toni, abile a sfruttare un'incertezza della difesa avversaria siglando l'1-0. Corini risponde inserendo Pellissier e Thereau che ci mettono 2' a confezionare l'azione più pericolosa del Chievo: sponda del primo e conclusione volante del francese che lambisce il palo alla sinistra di Rafael. Non porta risultati l'assedio finale, anzi Sala e Iturbe rischiano di chiudere il match ma i tiri finiscono a lato e la partita termina 1-0.

Il Chievo può recriminare sulla mancata espulsione per doppia ammonizione di Donadel sullo 0-0. l'Hellas torna alla vittoria dopo aver perso tre derby consecutivi e riprende quota in classifica.

LE PAGELLE

Toni 7. Ennesima grande prestazione dell'ariete veronese. Gol e sponde a ripetizione. L'unica pecca sono le molte occasioni sprecate.
Obinna 5. Brutta partita per l'ex attaccante dell'Inter. Non si rende mai pericoloso e sbaglia tutti gli appoggi.
Agazzi 7,5. Compie una serie di grandi interventi, non sempre in bello stille ma efficaci. Non può nulla sul gol.
Agostino 6,5. Sulla fascia è una sicurezza. Primo tempo con il freno a mano tirato e ripresa da protagonista.
Radovanovic 6,5. In mezzo al campo è il più positivo dei suoi. Pericoloso in attacco.
Iturbe 7. Imprendibile. Quando accende il motore nessuno riesce a fermarlo. 

IL TABELLINO

CHIEVO-VERONA 0-1
Chievo (4-3-1-2):
Agazzi 7,5; Frey 5,5, Dainelli 5,5, Cesar 5,5, Dramè 5,5 (45' Sardo 5); Radovanovic 6,5, Rigoni 5,5, Guarente 6 (30' st Pellissier 6); Hetemaj 5,5; Obinna 5 (14' st Thereau 6), Paloschi 5,5.
A disp.: Puggioni, Squizzi, Bernardini, Canini, Guana, Bentivoglio, Stoian, Paredes, Lazarevic. All.: Corini
Verona (4-3-3): Rafael 6; Cacciatore 6, Maietta 6, Moras 5,5, Agostini 6,5; Romulo 6 (38' st Sala sv), Donadel 5,5, Hallfredsson 6,5 (38' st Donati sv); Iturbe 7, Toni 7,5, Marquinho 6.
A disp.: Nicolas, Pillud, Marques, Cirigliano, Jankovic, Martinho, Juanito Gomez, Cacia, Rabusic. All.: Mandorlini
Arbitro: Tagliavento
Marcatori:
18' Toni (V)
Ammoniti:
Hetemaj (C), Marquinho, Donadel (V),
Espulso:
nessuno

TAGS:
Chievo
Verona
32.a Serie A

I VOSTRI COMMENTI

Giov.Ale10 - 05/04/14

Infinito Toni...grande Campione!

segnala un abuso