TEMPO REALE

Juve: c'è Barzagli, fuori Cuadrado

La giornata bianconera. Le scelte di Allegri

  • A
  • A
  • A

Manca poco al fischio d'inizio di Monaco-Juventus. Allo Stadio Louis II la squadra di Allegri scenderà in campo con Barzagli terzino destro e Dani Alves nel tridente dietro a Higuain. Panchina per Cuadrado. Jardim recupera Sidibé. Il fischio d'inizio alle 20.45: diretta su Canale 5 e streaming live sul nostro sito.

Impianti di irrigazione a tutta sul terreno di gioco del Louis II: l'erba sarà molto viscida perché il campo è stato bagnato in abbondanza.

Come previsto la Juve scenderà in campo con la maglia blu. Divisa classica bianco-rossa per i padroni di casa.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Marchisio; Dani Alves, Dybala, Mandzukic; Higuain.
Monaco (4-4-2): Subasic; Dirar, Glik, Jemerson, Sidibé; Bernardo Silva, Bakayoko, Fabinho, Lemar; Mbappé, Falcao.

Il pullman con a bordo i bianconeri è arrivato allo stadio Louis II. Il pre partita entra nel vivo.

Ultime dalle stanze bianconere, dopo la riunione tecnica. C'è una variazione: in difesa spazio a Barzagli, Dani Alves sulla linea del trio avanzato, escluso Cuadrado. La Juve sarà così (4-2-3-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Dani Alves, Dybala, Mandzukic; Higuain.

Ultime sulla formazione del Monaco. Il tecnico Jardim si affiderà come sempre al 4-4-2 con Fabinho che ha vinto il ballottaggio con Moutinho. Bakayoko non dovrebbe partire dall'inizio, con Dirar favorito per una maglia da titolare. Bernardo Silva e Lemar sulle fasce, il tandem Falcao-Mbappé confermatissimo in avanti.

La Juventus ha concluso il pranzo e ora i giocatori stanno riposando. Per il match di stasera i bianconeri avranno il supporto dei loro tifosi che stanno raggiungendo Montecarlo da tutte le parti d'Italia e d'Europa. Un gruppo di sostenitori juventini è già sotto l'albergo che ospita i bianconeri per far sentire l'affetto alla squadra.

"Monaco di sta colorando di bianconero". E' il tweet di Casa-Juve che si prepara così alla sfida di questa sera. "Facciamo la storia", la replica-tweet del club monegasco.

Dirigenti della Juventus, del Monaco e dell'Uefa si preparano al tradizionale pranzo, come previsto dal protocollo europeo. Il presidente Andrea Agnelli e l'ad Beppe Marotta guidano la rappresentanza bianconera.

"Puntiamo sulle nostre qualità - spiega il bosniaco - sviluppando il nostro gioco anche se sarà più difficile fuori casa. Dovremo difendere al momento giusto, attaccare bene al momento altrettanto opportuno. Difficile dire se siamo favoriti, anche se abbiamo fiducia in noi stessi dopo aver battuto Porto e soprattutto Barcellona. Ma il Monaco può dire lo stesso. Non ci fidiamo".
Pjanic che non si pente di aver detto addio alla Roma: "La Juve è un'altra cosa, qui c'è una vera cultura della vittoria. Ci si rimette in discussione dopo ogni successo, dopo aver vinto una partita si torna negli spogliatoi e si pensa subito alla gara seguente. Qui ci sono dei guerrieri che hanno questa mentalità da anni. Così ho capito perché questo club vince da anni. Quando sono arrivato mi hanno spiegato la storia del club dicendomi che ero qui per continuare a scriverla, che credevano in me, ma spettava a me essere all'altezza. Bisogna essere sempre al 100%, anche in allenamento”.
E dopo qualche mese di adattamento il centrocampista finalmente si sente a suo agio: "Allegri mi fa giocare ormai più basso, come in nazionale, un ruolo che richiede capacità di affrontare duelli, disciplina, intelligenza tattica. Mi sento a mio agio anche perché davanti abbiamo tanta qualità. Allegri ci trasmette serenità, calma, serietà, i titoli vinti parlano per lui, è forte tatticamente, abituato alle grandi partite di Champions. Sa essere serio quando serve, i giocatori credono in lui".

C'è da pensare al Monaco. Ovvio. Solo e soltanto al Monaco. Ma qualcosa s'intravvede verso Cardiff, ovvero il Real Madrid e CR7 probabilissimi avversari di una finale da conquistare. Da Tripletta a Tripletta, Ronaldo ha presentato le sue credenziali verso l'ultimo atto della Champions. Un motivo in più per caricare l'ambiente-Juve.

Il mercoledì bianconero fino all'ora di pranzo non presenta variazioni rispetto alle normalità... europee. Risveglio muscolare all'interno dell'hotel, colazione e passeggiate, mentre Allegri si accinge a mettere in moto la formazione tipo già preannunciata e senza contrattempi. La riunione tecnica è in programma alle 17.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments