Serie A: il Milan torna a vincere

Col Cesena basta un gol di Seedorf: 1-0

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MASSIMILIANO CRISTINA

Seedorf, Lapresse

Vittoria di misura per il Milan di Allegri che nell'anticipo della quinta giornata di Serie A ha superato a San Siro il Cesena per 1-0. A decidere un match avaro di occasioni da rete un pallonetto all'incrocio dei pali di Seedorf dopo appena 5' di gioco. Nella ripresa ci ha provato Cassano ma senza successo. Per i rossoneri, scesi in campo con dieci assenti, è la prima vittoria in campionato. Cesena ultimo a quota zero punti in classifica.

LA PARTITA

Contavano solo i tre punti in casa Milan e quelli sono arrivati. L'ambiente rossonero si può accontentare in questo momento di aver ottenuto il massimo risultato col minimo sforzo sfruttando un'invenzione di Seedorf a inizio partita per portare a casa l'intera posta in palio, oggi più che mai fondamentale per il proseguio del campionato in attesa di recuperare uno dopo l'altro i dieci potenziali titolari assenti. Dall'altra parte resta un Cesena ultimo in classifica, forse sfortunato a subire gol a freddo con un'incertezza del proprio portiere ma sicuramente sceso in campo con un atteggiamento troppo poco propositivo. Il contrario di quanto dichiarato alla vigilia dal tecnico Giampaolo.

In partenza Allegri ha dato fiducia a Taye Taiwo (esordio in Serie A per il nigeriano) riproponendo in avanti gli unici due attaccanti in buone condizioni rimasti: Cassano ed El Shaarawy. Dietro di loro Emanuelson, jolly olandese acquistato come terzino e proposto in campo in tutte le posizioni tranne che in quella. I romagnoli invece hanno snaturato una convinzione di gioco passando dal 4-3-3 standard a un difensivista 4-4-1-1 con il chiaro tentativo di chiudere ogni spazio ma regalando di fatto un tempo ai padroni di casa. La strategia iniziale infatti è saltata dopo appena cinque giri d'orologio grazie a Clarence Seedorf che da azione d'angolo pennella all'incrocio dei pali un tiro-cross su cui Ravaglia paga tutta l'emozione dell'esordio a San Siro. Da quel momento in poi la gara prende i binari rossoneri con ritmi blandi e poche occasioni da una parte e dall'altra. Un gioco voluto dal Milan, una fuoriserie con poca benzina nelle gambe e per questo motivo capace di assicurare solo pochi chilometri coi suoi cavalli nel motore. Ne esce una ragnatela di passaggi fitti, quasi da fermo, con qualche verticalizzazione qua e là portata avanti soprattutto da Cassano e dallo stesso Seedorf. Il tutto di fronte a un Cesena pericoloso solo nei primi minuti con Candreva e con un colpo di tacco da fotografia di Comotto. Quanto basta.

Giampaolo prova a tornare sui suoi passi tornando in campo nella ripresa con un 4-3-3 più offensivo nelle intenzioni che nella realtà. Ghezzal per Candreva, migliore dei suoi nel primo tempo, e Eder per l'acciaccato Martinez non portano grattacapi al Milan di Allegri attentissimo a non concedere spazi e occasioni da gol dopo un inizio di stagione con una difesa colabrodo. A ritmi da slow-motion Van Bommel giganteggia davanti alla difesa, Taiwo in grande difficoltà lascia il posto a Zambrotta e Seedorf con Cassano disegnano potenziali occasioni senza un terminale offensivo. Ma va bene così perché dall'altra parte Mutu non impegna mai Abbiati che passa una serata in tutta tranquillità. Alla fine arrivano i tre punti e questo alla fine dei conti era l'obiettivo. Si muove la classifica in attesa di tempi migliori e soprattutto di rientri importanti. Per il Cesena invece un'altra prestazione da dimenticare. Se i romagnoli non cambieranno registro in fretta li attenderà un campionato molto più difficile di quanto si potesse immaginare dopo gli innesti estivi.

LE PAGELLE

Seedorf 7 - Decide il match con una magia a suo dire assolutamente voluta. Rimane il beneficio del dubbio ma in una situazione d'emergenza è lui il capitano che porta la vittoria in porto.

Cassano 6,5 - E' in buona forma e lo dimostra ancora una volta. La stanchezza di tante partite consecutive si fa sentire specialmente sottoporta.

Taiwo 5 - Soffre all'esordio sulla fascia sinistra. E' impacciato e più preoccupato di fare i movimenti giusti che di essere propositivo. Deve sciogliersi.

Ravaglia 5,5 - Si riscatta nella ripresa con un intervento decisivo su El Shaarawy ma sulle sue spalle c'è più di qualche responsabilità per il gol subìto.

Mutu 5 - Dovrebbe trascinare il Cesena alla salvezza ma se gioca con questa voglia i tifosi romagnoli potrebbero rimanere delusi.

Martinho 4,5 - Chi l'ha visto in campo. Per novanta minuti vaga per il campo senza mai toccare un pallone. Assolutamente fuori partita.

IL TABELLINO
MILAN-CESENA 1-0
Milan (4-3-1-2):
Abbiati 6; Abate 6,5, Thiago Silva 6,5, Yepes 6, Taiwo 5 (6' st Zambrotta 6); Nocerino 6, Van Bommel 6,5, Seedorf 7; Emanuelson 6; Cassano 6,5 (36' st Inzaghi sv), El Shaarawy 6 (21' st Aquilani 6). A disp.: Amelia, Nesta, Valoti, Ganz. All.: Allegri 6.
Cesena (4-4-1-1): Ravaglia 5,5; Comotto 6, Von Bergen 6, Rodriguez 6, Rossi 5,5 (34' st Colucci sv); Martinez 5 (1' st Eder 6), Parolo 5, Guana 5,5, Martinho 4,5; Candreva 6 (1' st Ghezzal 5); Mutu 5. A disp.: Calderoni, Lauro, Ceccarelli, Bogdani. All.: Giampaolo 5.
Arbitro: Giannoccaro
Marcatori: 5' Seedorf (M)
Ammoniti: Taiwo, Yepes, Seedorf (M); Guana (C)
Espulsi: nessuno

@ Massimiliano Cristina

I VOSTRI COMMENTI

TuttiPazziPer_KPB - 25/09/11

chandler983,
hai ragione...gli arbitri!!! Accidenti...eppure in Napoli-Milan Cannavaro ha giovato a pallavolo in area...effettivamente il giocatore del Milan cattivello che gli ha tirato la palla VOLUTAMENTE addosso non è stato espulso....

segnala un abuso

prescr-inter - 25/09/11

chandler ripensa a moscardelli e tornatene su un articolo che riguera la tua "squadra"

segnala un abuso

chandler983 - 25/09/11

ecco i milanisti esultare dopo aver vinto di misura e cn fortuna contro una squadra considerata da retrocessione quando il napoli l'ha battuta :D cn ennesimi aiuti arbitrali e ancora mancate espulsioni. prima di vantarvi di avere una rosa competittiva su tutti i fronti ed avere sostituti all'altezza pesnateci su ....mi sembra che vi state lamentando da giorni di assenze di 20 titolari ahahah ma il milan cn quanti giocatori gioca? :D io ne so almeno 12 (11+ arbitro) ma qui si parla di ahahaha

segnala un abuso

Gradinaro - 25/09/11

GIAGUARO 68
Io rispetto l'opinione di tutti per carità, però non condivido la tua. Sembra che sia tu a parlare per simpatia nei confronti di Cassano. Troppo lento e statico, vuole sempre la palla sui piedi senza fare nemmeno mezzo movimento senza palla... Infatti con le uniche tre avversarie di alto livello incontrate (Napoli e soprattutto Barca) non ha visto un pallone...è utile ed un ottimo giocatore, ma ha limiti di dinamismo e non credo sarà titolare una volta rientrati tutti

segnala un abuso

acm1978 - 25/09/11

GRANDI RAGAZZI!, Una partita giocata con il cuore per vincere e tornare in carreggiata. FORZA che tra un po' rientrano Ibra, Ambro e Robinho e saremo ancora più competitivi. Un augurio a Pato che possa rientrare presto in squadra.
FORZA MILANNNNN!!!

segnala un abuso