Difesa e arbitro: Fiorentina ko

Di Michele punisce i viola: 1-0

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Il gol dell'1-0 di Di Michele

Non decolla il campionato della Fiorentina, che dopo l'1-1 interno col Napoli colleziona la prima sconfitta stagionale perdendo per 1-0 sul campo del Lecce. Match-winner per i salentini è stato Di Michele, in gol al 9' grazie anche a un errore di Montolivo. I viola hanno costruito diverse occasioni per il pareggio, raggiunto a inizio ripresa da Kroldrup con un colpo di testa: ma l'arbitro ha annullato per un fuorigioco apparso inesistente.

LA PARTITA
Sulla scia di Cesena e Brescia, il Lecce completa la grande giornata delle neopromosse, battendo la Fiorentina al "Via del Mare" riaccendendo l'entusiasmo di una tifoseria delusa dopo il 4-0 subito dal Milan due settimane fa. I viola di Mihajlovic rimediano la prima sconfitta stagionale, fanno un passo indietro sul piano del gioco rispetto all'esordio contro il Napoli, soprattutto nel primo tempo, ma recriminano per un gol regolare annullato a Kroldrup nella ripresa.

La gara si sblocca subito, al 9', con Di Michele abile a sfruttare uno svarione di Montolivo sotto porta sugli sviluppi di un calcio di punizione e battere l'incolpevole Frey. La reazione della Fiorentina si concretizza in un paio di cross interessanti di D'Agostino: sul primo il colpo di testa di Kroldrup e' debole e centrale, sul secondo Rosati anticipa Gilardino sventando la minaccia. Il 4-2-3-1 dei viola ha difficolta' a fare girare palla, soprattutto per merito dell'aggressivita' del Lecce, che riesce a tenere alto il pressing. L'unica punta (Gilardino) e' spesso isolata, e sulla trequarti l'unico a farsi vedere e' D'Agostino, mentre Cerci e Marchionni appaiono in affanno. Al 26' sono proprio i giallorossi a rendersi insidiosi, con una girata di sinistro di Ferrario troppo centrale pero' per impensierire seriamente Frey. L"albero di Natale' schierato da De Canio, con Corvia unica punta e il duo Piatti-Di Michele alle sue spalle, e' piu' vivace in avvio, ma appena rifiata un po' dopo mezz'ora di grande pressing, subisce il ritorno della Fiorentina. Al 29' Gilardino salta Gustavo e si presenta solo davanti a Rosati, ma il portiere e' bravo in uscita a non farsi superare dall'attaccante. Tre minuti dopo su un cross basso di D'Agostino, Cerci manda a lato da ottima posizione.

Segnali di crescita di una Fiorentina piu' intraprendente dopo le difficolta' iniziali. Segnali che pero' si spengono in avvio di ripresa, quando e' ancora il Lecce a condurre le operazioni, e ad andare al tiro al 7' (conclusione da fuori area di Grossmuller che finisce a lato). Nei primi dieci minuti i padroni di casa mostrano anche un efficace possesso palla che neutralizza sul nascere i timidi propositi di rimonta dei viola. Mihajlovic corre ai ripari inserendo il 19enne Ljaijc al posto di Zanetti, passando a un piu' offensivo 4-3-1-2. Al 13' la Fiorentina ha di che lamentarsi: Kroldrup pareggia di testa su cross da destra, ma la rete viene annullata per un fuorigioco che non c'e'. Due minuti dopo la risposta del Lecce, con una girata di Corvia in area che finisce alta. Al 16' Munari impegna di testa Frey, ma sul capovolgimento di fronte e Ljaijc a divorarsi il gol del pari: cross di Pasqual da sinistra e l'attaccante serbo, tutto solo di testa manda incredibilmente a lato. Adesso la Fiorentina fa girare meglio il pallone, con un D'Agostino in grande spolvero, e mette piu' in apprensione i giallorossi, sfondando soprattutto sulla fascia destra, ma a mancare e' la concretezza in area. Negli ultimi minuti nonostante l'inserimento di Babacar viene meno anche l'intensita' nel pressing viola, e il Lecce riesce a controllare la situazione senza particolari affanni (se si escludono un paio di mischie su palla inattiva e alcune conclusioni inoffensive da fuori area) e festeggia la sua prima vittoria dopo il ritorno in A, mentre la Fiorentina scrive un altro capitolo della "maledizione" di questa seconda giornata per le grandi.

NELLA PAGINA SEGUENTE IL TABELLINO E LE PAGELLE

IL TABELLINO E LE PAGELLE

LECCE-FIORENTINA 1-0

Lecce (4-1-4-1):
Rosati 6,5; Vives 6,5, Gustavo 5,5, Ferrario 6,5, Giuliatto 6; Giacomazzi 6 (38' st Fabiano sv); Munari 6,5, Grossmuller 6 (27' st Mesbah 6), Piatti 6,5, Di Michele 7 (16' st Coppola 6); Corvia 6. A disp. Benassi, Sini, Chevanton, Jeda. All. De Canio.
Fiorentina (4-2-3-1): Frey 6; De Silvestri 6, Kroldrup 6, Felipe 5,5, Pasqual 6; C.Zanetti 5,5 (10' st Ljajic 5,5), Montolivo 5,5; Cerci 6,5 (27' st Babacar sv), D'Agostino 6,5 (35' st Donadel sv), Marchionni 5; Gilardino 5,5. A disp. Boruc, Papa Waigo, Comotto, Bolatti. All. Mihajlovic.

Arbitro: Orsato di Schio

Marcatori: 8' pt Di Michele (L)

Ammoniti: Ferrario (L), Ljajic (F), Rosati (L)

I VOSTRI COMMENTI

simomilan84 - 13/09/10

a tutti quelli che prematuramente parlavano di Lecce squadra materasso, magari e probabilmente retrocederemo lo stesso ma sempre con dignità e con l'orgoglio di una provinciale con pochi spiccioli nelle tasche.

segnala un abuso

imperator94 - 13/09/10

forza BARI!!!la migliore squadra della serie A...il lecce è ridicolo in A

segnala un abuso

BOCOLAU - 13/09/10

LA MIGLIORE JUVE FINO A DICEMBRE! 4-4-2

................STORARI

MOTTA O GRYGERA BONUCCI...CHIELLINI.....GROSSO


KRASIC......SISSOKO......AQUILANI ....MARTINEZ O PEPE O LANZAFAME


IAQUINTA....................QUAGLIARELLA

segnala un abuso

BOCOLAU - 12/09/10

LA MIGLIORE JUVE FINO A DICEMBRE! 4-4-2

................STORARI

MOTTA O GRYGERA BONUCCI...CHIELLINI.....GROSSO


KRASIC......SISSOKO......AQUILANI ....MARTINEZ O PEPE O LANZAFAME


IAQUINTA....................QUAGLIARELLA

segnala un abuso

SilverDemon10 - 12/09/10

FORZA LECCE SEMPRE!!! ODIO BARI UL

segnala un abuso