L'Udinese passa a Palermo: 3-2. Rosanero quasi condannati alla Serie B

Non bastano Miccoli ed Hernandez: di Natale, Angella e Benatia affondano i siciliani

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Miccoli, Lapresse

A 180' dalla fine del campionato, il Palermo ha un piede in Serie B. Costretti a vincere contro l'Udinese, i rosanero hanno invece fallito la missione, cadendo 3-2 in casa. Dopo il vantaggio friulano firmato Muriel (10') e il pari su rigore di Miccoli (35'), Angella al 64' porta di nuovo avanti l'Udinese. Hernandez trova il 2-2 all'81', ma Benatia richiude i conti all'83'. Sorrentino aveva anche parato un rigore a Di Natale sull'1-1.

LA PARTITA

Il Palermo perde quello che sembra davvero l'ultimo treno per la Serie A. A condannarlo è l'Udinese dell'ex tecnico Francesco Guidolin, che sogna ancora l'Europa sulla panchina bianconera. I rosanero ci mettono impegno, ma manca la lucidità. Il cuore serve a riacciuffare per due volte il pareggio dopo i gol di Muriel e di Angella, grazie alle reti prima di Miccoli e poi di Hernandez. E' Benatia, su mischia in area, a mettere la parola fine sul match e sulla voglia del Barbera di restare nella massima serie. I friulani si piazzano momentaneamente al quinto posto, scavalcando la Roma.

Sannino preferisce la tecnica di Faurlin al fiato di Arevalo Rios, mentre Munoz sostituisce Donati (squalificato) al centro della difesa. L'attacco è quello titolare: Miccoli-Ilicic. Anche Guidolin non risparmia la coppia Muriel-Di Natale ma deve rinunciare agli squalificati Danilo, Domizzi e Pinzi. Spazio dunque ad Angella ed Hertaux.

Il Palermo parte bene e con due tiri di Miccoli e Barreto mette paura a Brkic, ma al 10' arriva la doccia fredda con Muriel, lanciato sulla sinistra, che fa fuori Dossena prima di battere Sorrentino. La reazione del Palermo è impalpabile e si susseguono gli errori tecnici con passaggi sbagliati e indecisioni difensive. L'Udinese respira e prende tempo. Padroni del centrocampo, i friulani fanno girare palla per trovare gli spazi necessari, in attesa dell'occasione giusta per raddoppiare. I rosanero, impauriti e nervosi, rimediano pure un'ammonizione pesante (a Barreto che salterà la gara di Firenze) per simulazione. Il rigore però arriva poco dopo, al 34', per fallo di Hertaux su Miccoli. Il salentino calcia forte sotto la traversa e trasforma il penalty. Il Barbera si infiamma e trascina la squadra verso il sorpasso che potrebbe arrivare gia' al 39', ma l'arbitro annulla per fuorigioco di Dossena sulla ribattuta di Brkic.

Il Palermo accelera nella ripresa e per due volte nei primi cinque minuti va vicinissimo alla rete del vantaggio sempre con Miccoli: al 3' gran lavoro di Barreto sulla destra, palla al centro e il salentino spara in curva, due minuti più tardi il numero 10 mette sopra la traversa un pallonetto che in altre giornate non avrebbe fallito. Le speranze dei tifosi crollano all'8' quando Giannoccaro concede un penalty per fallo di mani in area di Aronica che salta inspiegabilmente con le braccia in alto. Di Natale dal dischetto si fa ipnotizzare da Sorrentino che respinge la conclusione bassa e centrale. La Favorita torna a respirare. Almeno fino al 19' quando Angella stacca da solo in area su calcio d'angolo e insacca.

Sannino tenta il tutto per tutto e inserisce Hernandez al posto di Kurtic, ma il Palermo rischia il tracollo al 23' con Badu che colpisce in pieno il palo. I rosanero non riescono a costruire gioco e solo grazie a un tiro da fuori di Hernandez riagguantano il pareggio al 36', ma le speranze del Barbera durano appena due minuti. Al 38' infatti i friulani sfruttano la confusione nell'area palermitana e sulla respinta corta di Sorrentino, su tiro di Muriel, Benatia mette in rete. Si spengono così le residue forze del Palermo e si alzano i cori contro il presidente Zamparini. Il baratro della B è sempre più vicino, mentre diventano concrete le speranze di Europa League dell'Udinese, giunta alla sesta vittoria consecutiva.

IL TABELLINO

PALERMO-UDINESE 2-3
Palermo (3-5-2):
Sorrentino 6,5; Muñoz 6, Von Bergen 6, Aronica 5; Morganella 6, Barreto 6,5, Faurlin 5 (34' st Rios sv), Kurtic 5,5 (23' st Hernandez 6,5), Dossena 5 (27' st Garcia sv); Ilicic 6, Miccoli 6. A disp.: Benussi, Brichetto, Mantovani, Anselmo, Viola, Nelson, Fabbrini, Formica, Sperduti, Boselli, Dybala. All.: Sannino
Udinese (3-4-2-1): Brkic 6,5; Benatia 6,5, Angella 6,5, Hertaux 6; Basta 6, Pereyra 6, Allan 6, Badu 6,5, G. Silva 6; Muriel 7 (46' st Ranegie sv); Di Natale 5,5 (23' st Zielinski sv). A disp.: Padelli, Pawlowski, Siku, Merkel, Pasquale, Faraoni, Maicosuel, Campos Toro, Rodriguez. All.: Guidolin
Arbitro: Giannoccaro
Marcatori: Muriel (U), 35' rig. Miccoli (P), 19' st Angella (U), 36' st Hernandez (P), 38' st Benatia (U) 
Ammoniti: Barreto, Aronica, Faurlin, Morganella (P), Badu (U)
Espulsi: -
Note: al 9' st Sorrentino para un rigore a Di Natale

I VOSTRI COMMENTI

Euroudinese - 09/05/13

@fausto08, Innanzitutto si scrive HA fatto, e non a fatto..ma prima di dire ciò, vedi bene che l'udinese, a parte la sua ultima apparizione in europa quest'anno, ha sempre fatto bene, portando punti nel ranking e uscendo tra le ultime...Se non si sanno le cose è meglio tacere.

segnala un abuso

satori - 09/05/13

Spiace x i palermitani, ma x Zamparini la retrocessione è da festa nazionale...

segnala un abuso

fausto08 - 09/05/13

l'udinese non deve andare in europa non a fatto mai niente in europa a fatto soltanto pedere molti punti a l'italia mi spiace per il palermo

segnala un abuso

Deepledblack - 09/05/13

Mi spiace tanto per lo splendido tifo palermitano, ma mi fa molto piacere per quell'antipatico di Zamparini. Se avesse gli attributi, anziché gridare allo scandalo, andrebbe dai tifosi del Palermo, si metterebbe la faccia nascosta e chiederebbe scusa. Ma lui non lo farà MAI, perché crede di essere il migliore. Nel calcio, però, tutto può succedere e fin quando la matematica non lo decreta, il Palermo ha qualche tenue speranza di salvarsi, anche se sarà molto difficile!

segnala un abuso

zuthroy - 09/05/13

zamparini prima di parlare di complotti (anche se è evidente che torino e genoa si sono tacitamente accontentate), pensi alla sua squadra che non vince mai, e a tutti i milioni incassati per le cessioni e quasi mai reinvestiti.

segnala un abuso

thewall64 - 09/05/13

mi spiace molto per i tifosi e la città di palermo ma godo per il sig.
zamparini,borioso,saccente,incompetente,sempre pronto a gridare al complotto,ma fai un progetto con un allenatore e mantienilo anche in negativo ha cambiato più allenatori lui che tutte le squadre di a messe insieme !!!!!!!!!

segnala un abuso