Serie A: Verona-Milan 2-1, doppietta di Toni

L'Hellas vince in rimonta. Il bomber giallobù risponde al gol di Poli

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

SIMONE REDAELLI

La Serie A 2013-14 inizia con la sconfitta del Milan sul campo del Verona: 2-1. Il primo gol del campionato è dei rossoneri che passano in vantaggio al 14' con Poli che triangola con Balotelli, salta Maietta e batte Rafael. Da qui in poi il Milan si spegne e l'Hellas reagisce con uno straordinario Toni in rete al 30' e al 53'. Grande doppietta di testa dell'attaccante che stende la formazione di Allegri. Nessun episodio di razzismo contro Balotelli. 

Toni, Reuters

Il campionato parte con il botto. I fuochi d'artificio sono gialloblù. Il Milan è costretto ancora una volta a tornare da Verona leccandosi le ferite. Meno profonde rispetto a quelle del 1990, quando in palio c'era lo scudetto, ma sicuramente molto dolorose. 

La partita del Milan dura appena 14 minuti. Al gol di Poli, peraltro splendido, si iniziano a spegnere i cervelli rossoneri. La squadra di Allegri dà per archiviata la pratica 'prima di campionato' e perde d'intensità. L'attenzione si sposta al ritorno dei playoff di Champions League contro il Psv ed è un grave errore. L'immagine perfetta di ciò la dà Montolivo, il capitano, che al 26' perde in serie due palloni e mette in affanno i compagni. L'inizio della caduta libera dei rossoneri che perdono tutte le loro certezze. Certezze che si sgretolano al 30' quando Toni impatta di testa e pareggia i conti. Su azione di calcio d'angolo la difesa rossonera si perde il bomber che, con la specialità della casa, trafigge Abbiati. Le palle inattive e alte fanno ancora male alla banda di Allegri, lo stesso problema dell'anno scorso. 

Il Milan fatica a reagire, mentre l'Hellas galvanizzato continua a spingere. Nel finale del primo tempo i gialloblù non colpiscono ancora, ma lo fanno in avvio di ripresa. Prima Jankovic chiama al grande intervento Abbiati, poi Toni trova il gol che manda in estasi il Bentegodi. Scatto sul filo del fuorigioco e, con Zapata e Montolivo a guardare, è un gioco da ragazzi mettere in porta: rimonta completata, 2-1.

Allegri le prova a tutte a rimettere in piedi una partita nata bene, ma finita malissimo. L'allenatore boccia il 4-3-3 togliendo gli incocludenti El Shaarawy e Niang passando al 4-4-2 con Petagna e Balotelli coppia d'attacco. Nulla da fare e anche con l'ingresso di Robinho per una formazione superoffensiva i rossoneri non sono mai pericolosi. Solo Balotelli prova a fare qualcosa senza riuscirci e si lamenta eccessivamente per un rigore negato al 90' venendo ammonito. 

Gode il Verona con tutti i suoi tifosi, fino al 93' impeccabile. Nessun episodio di razzzismo, ma grande civiltà con solo qualche sfottò accettabile. L'unico neo al triplice fischio finale quando gli ultras rossoneri non la prendono bene e provano a invadere il settore dei tifosi gialloblù. Qualche seggiolino lanciato da una parte all'altra, ma nulla più. Sicuramente un grave episodio, ma meglio parlare della grande partita vista in campo.

LE PAGELLE

Foto © LaPresse

Toni 8,5 - Bomber immortale: l'Hellas è già ai suoi piedi, o meglio testa. Doppietta da attaccante vero: 111 gol in Serie A. Guarda già tutti gli altri colleghi dall'alto in basso. Una partita impreziosita da giocate d'alta classe e la standing ovation meritata.

Balotelli 5 - Non gli arrivano palloni e lui lo fa notare ad Allegri nel primo tempo. Nel secondo prova ad emergere, ma non è la sua giornata. Ancora una volta si fa ammonire inutilmente. L'arbitro Calvarese sbaglia a non fischiargli il rigore, ma le sue proteste sono eccessive. Dopo il Psv servirà un'altra tirata d'orecchie da parte dell'allenatore rossonero.

Poli 6,5 - Sicuramente il migliore del Milan. Il suo gol apre il campionato ed è degno di questo onore: potrebbe essere benissimo lo spot di questa stagione. Una rete per il futuro, con vista Nazionale. 

Rafael 6,5 - Non ha parato un rigore a SuperMario come aveva promesso al momento della sua presentazione solo perché non ne ha avuto l'occasione. Il portiere brasiliano dei gialloblù ha comunque detto no a un bolide del numero 45 rossonero. Sul gol subito non ha colpe.

IL TABELLINO

VERONA-MILAN 2-1
Verona (4-3-3)
: Rafael 6,5; Cacciatore 6, Moras 6, Maietta 6, Albertazzi 6,5; Jorginho 6, Donati 6,5 (39' st Hallfredsson sv), Romulo 6; Jankovic 6, Toni 8,5 (39' st Cacia sv), Martinho 6,5 (33' st Gomez sv). A disp.: Nicolas, Mihaylov, Bianchetti, Cirigliano, Laner, Sgrigna, Grossi, Sala, Longo. All.: Mandorlini 6,5
Milan (4-3-3): Abbiati 5,5; Abate 5,5, Mexes 5,5, Zapata 4,5, Constant 5(32' st Robinho sv); Nocerino 5,5, Montolivo 5,5, Poli 6,5; Niang 5 (19' st Emanuelson 5), Balotelli 5, El Shaarawy 5 (19' st Petagna 5). A disp.: Amelia, Coppola, De Sciglio, Silvestre, De Jong, Zaccardo, Cristante. All.: Allegri 5
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 14' Poli (M), 30' e 8' st Toni (V)
Ammoniti: Jorginho, Jankovic (V), Montolivo, Zapata, Balotelli (M)
Espulsi: -

TAGS:
Milan
Verona
Serie a
Balotelli
Allegri
El Shaarawy

I VOSTRI COMMENTI

mandozz83 - 26/08/13

il 5 dato ad el shaarawi mi sembra un pò troppo!!! secondo me meritava 4 o 3,5 !!!!

segnala un abuso

etienlepin - 26/08/13

benjy88
Vidal ridicolo? Qua l'unico ridicolo sei tu se fai un'affermazione del genere,probabilmente parli per invidia perchè obbiettivamente il centrocampo del Milan e davvero mediocre(l'unico discreto è De Jong) ma se dici che Vidal e scarso (lo vogliono tutte le più grandi squadre europee,Real e Bayern compresi) e che quella pippa di Mexes e forte vuol dire che di calcio capisci poco o niente.

segnala un abuso

korgul - 26/08/13

Ieri ho seguito un po' tutte la partite e mi è sembrato che quasi tutte le squadre , anche quelle con rose modeste, avessero un gioco ed un organizzazione superiori al Milan. Lasciando perdere juve e napoli (e in attesa della fiorentina) che mi sono sembrate di un altro pianeta chi più chi meno han fatto vedere tutte la mano di allenatori che riescono a dare un minimo di idee al gioco. Allegri a casa! La rosa è scarsa come tante altre ma tutti fanno meglio di lui

segnala un abuso

ilvice - 25/08/13

La difesa del Milan e scandalosa l'allenatore è il più scarso che la serie A abbia mai visto basta vedere la tattica di Allegri, vi siete accorti che tutte le volte che il Milan andava in contropiede rallentavano e la difesa del Verona aveva tutto il tempo di riposizionarsi? questa è la tattica di Allegri ovvero il nulla piu' assoluto. Per finire Balotelli, un palo in mezzo all'area... totalmente inutile il calciatore piu' sopravvalutato della storia del calcio.

segnala un abuso