Derby Genova, chiesta archiviazione

Mancano le prove, rientrano le accuse

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Criscito, Foto Lapresse

Il pm di Genova, Biagio Mazzeo, ha chiesto l'archiviazione per gli ex giocatori del Genoa Criscito, Milanetto, Dainelli e Palacio, indagati nell'ambito dell'indagine sulla presunta combine per il derby con la Sampdoria dell'8 maggio 2011. Nel dettaglio, per la Procura mancano le prove per dire che la partita sia stata truccata. L'archiviazione è stata chiesta anche per il capo ultrà genoano Massimo Leopizzi.

Nessuna combine, dunque, per il derby di Genova del 2011. Stando alla Procura, infatti, le intercettazioni telefoniche intercorse tra Massimo Leopizzi, capo ultras genoano, e Fabrizio Fileni, altro tifoso rossoblu, non dimostrerebbero alcun accordo sottobanco tra i giocatori.

La partita finì 2-1 per i rossoblu con un gol di Boselli al 7' di recupero e il match era finito nell'inchiesta della Procura di Cremona nell'ambito di presunte scommesse illecite nel mondo del calcio.

Secondo l'accusa, alcuni giocatori della Sampdoria avrebbero fatto una colletta da destinare a cinque giocatori del Genoa tra i quali Criscito, Palacio, Dainelli e Milanetto, ma nei confronti di questi calciatori non è poi emerso alcun elemento a loro cairco e il pm ha deciso di chiedere l'archiviazione della loro posizione.

La notizia dell'archiviazione di Criscito ha suscitato grande soddisfazione da parte del presidente della Figc, Giancarlo Abete: "Criscito ha sempre manifestato la volontà di tornare in nazionale. La decisione della Procura è un fatto significativo ed è un grande momento per il ragazzo, e viene meno una situazione di grande difficoltà che è quella di rimanere indagati per molto tempo".

DEL PIERO: "FARINA? E' UNA SITUAZIONE COMPLICATA"

"Mi auguro che presto si possa risolvere la questione di Simone Farina: si tratta di situazioni complicate, che non conosco bene e quindi è difficile esprimere un giudizio". Lo ha detto Alessandro del Piero, bandiera della Juventus e ora giocatore del Sydney, a margine del simposio sull'integrità nello sport in corso a Parigi, organizzato da Unesco, Icss e Università della Sorbona. "Proteggere la credibilità e l'integrità dello sport è essenziale - ha detto Del Piero ad Agipronews - se vogliamo spingere i giovani a scegliere lo sport: con tutti gli atleti nel mondo a sperare di emulare i propri eroi. Credo che il programma del comitato olimpico del Qatar possa offrire la possibilita' di incontrare i loro idoli e comprendere cosa e' necessario per essere un campione, dentro e fuori del campo".

I VOSTRI COMMENTI

niconn88h - 12/09/12

tutti i beninformati che parlano tanto per parlare allora sapranno già che pure le posizioni di conte, bonucci e pepe sono state archiviate dalla giustizia ordinaria..la giustizia sportiva è un'altra cosa solo quando si parla di juve?!?!?!

segnala un abuso

chiamabergamorispondefacchetti - 12/09/12

Insomma...alla fine l'unico colpevole e' Conte! D'altronde adesso toccherebbe ai giocatori dell'Inter quindi dentigialli e tronchettolo si stanno muovendo per tempo

segnala un abuso

allet04 - 12/09/12

E OVVIAMENTE ORA ASPETTIAMOCI ANCHE L'ASSOLUZIONE DI RANOCCHIA!!!!V E R G O G N A A A A A A A A A A A

segnala un abuso

allet04 - 12/09/12

Non avevo dubbi visto che tra gli indagati C'E' UN GIOCATORE APPARTENENTE AI PRESCRITTI PER ECCELLENZA!!!VERGOGNA!!!

segnala un abuso

zanettieltractor - 11/09/12

ma allora x conte ci sono le prove?o tutti colpevoli o tutti innocenti..............

segnala un abuso