Scommesse: Conte, nessuno sconto

Confermata la squalifica di 10 mesi

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Leonardo Bonucci (LaPresse)

Niente sconto in appello per Antonio Conte al processo sportivo sul calcioscommesse. La Corte di Giustizia federale ha confermato in secondo grado i 10 mesi di squalifica al tecnico della Juve per omessa denuncia: Conte è stato prosciolto per Novara-Siena, ma è stata confermata l'accusa per Albinoleffe-Siena. Confermata anche l'assoluzione di Bonucci, Pepe e Di Vaio e la retrocessione del Lecce in Lega Pro.

Leonardo Bonucci e Simone Pepe, quindi, possono respirare: la Corte di Giustizia Federale ha respinto il ricorso presentato dalla Procura federale contro i giocatori della Juventus. Prosciolti anche gli ex calciatori del Bari Nicola Belmonte e Salvatore Masiello, Vives e la società dell' Udinese nell'ambito del processo sportivo sul calcioscommesse. Due mesi di sconto al vice di Antonio Conte, Angelo Alessio: la corte di giustizia della Federcalcio, nel processo di appello per il calcioscommesse, ha infatti ridotto da otto a sei mesi la squalifica.

Per Marco Di Vaio stesso destino di Bonucci e Pepe, mentre Portanova è stato squalificato per 6 mesi e 30mila euro d'ammenda per il Bologna. Confermata la squalifica di tre anni per Emanuele Pesoli, il giocatore del Siena che si era incatenato sotto la Federcalcio dopo la squalifica. 

Per quanto riguarda i club di B, è stato respinto il ricorso del Lecce e quindi verrà escluso dalla serie cadetta con retrocessione in Lega Pro, mentre si salva il Grosseto, infatti la corte federale ha accolto il ricorso del club toscano così come quello del presidente Piero Camilli contro la sanzione della inibizione di 5 anni, che ha così commentato: "Per me è stata fatta giustizia, eravamo stati messi dentro ad una storia della quale non sapevo niente. Adesso pensiamo a ripartire, godendoci questo momento di giustizia vera". E' stato, invece, parzialmente accolto il ricorso del Novara a cui la Disciplianare aveva inflitto 2 punti di penalizzazione. Il club piemontese ha ottenuto uno sconto di un punto e partirà, quindi, da -1 nel prossimo campionato di serie B, più un'ammenda di 20mila euro

LECCE, SEMERARO: "DECISIONE PRESA A TAVOLINO"
"Non so dire se non hanno letto le carte, stamani parlavo con i miei avvocati, sono sconvolto per la decisione. Mi sembra che abbiano del tutto ignorato le carte che abbiamo prodotto in primo e secondo grado. Carte in cui ci sono dichiarazioni penalmente rilevanti e che sono state ignorate. Carte che penso che non siano state prese in considerazione, mi viene da pensare che la decisione sia stata presa ben piu' in alto e molto tempo fa. Qualcuno evidentemente deve essere punito". E' l'accusa che lancia Pierandrea Semeraro, ex presidente del Lecce sulle sentenze hanno confermato la retrocessione dei salentini. "Le carte che abbiamo prodotto - ha proseguito - distruggevano il castello accusatorio di Palazzi. Mi auguro che le abbiano lette perché ieri il presidente ha detto che dovevamo parlare per poco tempo, proprio perché dovevano leggere le carte, ma mi sa che non le hanno lette. Sospetti non ne ho ma le voci di popolo sono sempre quelle più vere. La gente sa che si deve punire qualcuno, per strada i tifosi mi fermavano e mi dicevano 'presidente non ci provate nemmeno a difendervi, voi siete quelli che avete più prove contro, sarete puniti a prescindere'. Se sono arrabbiato? Sono molto arrabbiato. Andremo avanti".

I VOSTRI COMMENTI

Alby-83 - 23/08/12

Ma quanti rosiconi si vedono e si sentono in giro, pensate a voi e alle vostre prescrizioni visto che la " giustizia" sportiva se così si può chiamare, io la definirei DITTATURA sportiva contro laJUVE, agisce e condanna solo la Juve e i suoi tesserati...e' evidente che c'è un complotto contro la Juve e questo solo perché siamo e saremo i piu' forti....FORZA JUVE!!!!

segnala un abuso

cassano ant - 23/08/12

MA PERCHE NON ACCETTATE LE SENTENZE INVECE DI FARE SEMPRE RICORSI BUFFONI SIETE COME AGNELLI.
MA ALLORA ZEMAN AVEVA RAGIONE QUANDO DICE CHE CONTE NON DEVE ALLENARE IN SETTIMANA.

segnala un abuso

Zeroes81 - 23/08/12

Lestat75 abbiamo vinto la coppa italia perchè giocato meglio... voi la supercoppa perchè l'ha deciso l'arbitro e lo dicono tutti. Solo un buffone come il vostro presidente può dire di averla vinta meritatamente...sono un'asino in matematica crede che 28 e 30 siano la stessa cosa.

segnala un abuso

PIZZUL91 - 23/08/12

la santa inquisizione era più ragionevole dell'attuale giustizia sportiva

segnala un abuso

marken46 - 23/08/12

MASIELLO REO DI AVER PRESO 200.000 EURO PER PERDERE UNA PARTITA......PROSCIOLTO!!??

segnala un abuso

marken46 - 23/08/12

MASIELLO REO DI AVER PRESO 200.000 EURO PER PERDERE UNA PARTITA......PROSCIOLTO!!??

segnala un abuso

marken46 - 23/08/12

MASIELLO REO DI AVER PRESO 200.000 EURO PER PERDERE UNA PARTITA......PROSCIOLTO!!??

segnala un abuso