Scommesse: dieci mesi a Conte

Le sentenze: assolti Bonucci e Pepe

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Scommesse: dieci mesi a Conte

Nessuna sorpresa dalle sentenze del calcioscommesse. Antonio Conte è stato infatti squalificato dalla Disciplinare per dieci mesi, cinque in meno di quelli chiesti da Palazzi, per omessa denuncia. La Juventus dovrà fare a meno anche del vice allenatore, Angelo Alessio, che è stato squalificato per otto mesi, e del collaboratore tecnico Cristian Stellini, già dimissionario dopo il patteggiamento a due anni e mezzo. Assolti invece Bonucci e Pepe.

Per quanto riguarda le altre società coinvolte, Lecce e Grosseto sono state escluse dal campionato di competenza di Serie B 2012/2013, con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore (e ammenda di € 30.000 al Lecce). Penalizzazione per Novara (-2), ammende per Bologna (30.000 euro) e Ancona (10.000). Diciannove i tesserati condannati (oltre ai patteggiamenti già definiti in aula).

Tra i tesserati, le pene più severe sono quelle nei confronti del presidente del Grosseto Camilli e dell’ex presidente del Lecce Semeraro (per entrambi 5 anni di squalifica). Fermato come detto per 10 mesi Antonio Conte, otto mesi è la pena inflitta al suo vice Angelo Alessio.

Prosciolti l’Udinese e 7 tesserati: Leonardo Bonucci, Simone Pepe, Marco Di Vaio, Salvatore Masiello, Daniele Padelli, Giuseppe Vives, Nicola Belmonte (limitatamente ai fatti di Udinese – Bari, squalifica di 6 mesi invece in relazione alla gara Cesena - Bari).

CLICCA QUI PER IL DISPOSITIVO DELLA SENTENZA

"CONTE SAPEVA DELLA COMBINE"

Secondo i giudici della Commissione Disciplinare, "è provato che Conte fosse a conoscenza della combine" della partita AlbinoLeffe-Siena, giocata nel maggio 2011. "Carobbio - proseguono i giudici nella motivazione della sentenza di primo grado - riferisce che l'impegno a lasciare la vittoria all'AlbinoLeffe venne preso nel corso di una riunione tecnica, qualche giorno prima dell'incontro, a cui era presente l'intero staff tecnico. Peraltro, a ulteriore conferma che Conte sapesse, vi è la circostanza che Stellini ha ammesso di essere stato egli stesso a dare incarico a Carobbio e Terzi, al termine della gara di andata, di andare a parlare con Garlini e Bombardini per 'sistemare' la gara di ritorno. Ed è davvero poco credibile che Conte non fosse a conoscenza dell'iniziativa presa dal suo collaboratore, anche in ragione della personalità e del ruolo che aveva all'interno della Società, ben spiegati dalla dichiarazione resa da Perinetti, il quale ha affermato che l'allenatore aveva un 'carattere accentratore".

Per avvalorare la propria tesi, la Disciplinare riporta poi la particolare situazione relativa all'ex attaccante del Siena Mastronunzio, messo fuori rosa da Conte - nel racconto di Carobbio - per non aver accettato di partecipare all'accordo su AlbinoLeffe-Siena: "Conte, chiamato a fornire una spiegazione in merito al perché un giocatore, sino ad allora titolare, non fosse stato più schierato in campo, non ha saputo dare una risposta chiara, rimanendo nel vago. Conte ha affermato di 'ritenere che lo stesso si fosse infortunato, anche se non ho ricordi precisi in merito".

"Peraltro - continuano i giudici della Disciplinare -, proprio in ragione della particolare posizione di classifica del Siena alla data di svolgimento della partita, la circostanza che Conte abbia tenuto un discorso alla squadra per motivarla, nel contempo rassicurandola sul pareggio - che era un risultato assolutamente utile per il Siena - non risulta essere in contraddizione. Anzi, che lo stesso Conte, nel suo discorso, fece espresso riferimento alla necessità che quella gara non venisse persa, lo afferma il tesserato Sestu. Assolutamente incoerente, poi, risulta la circostanza che Carobbio avrebbe accusato Conte per rancore personale. Ne consegue che Conte e' responsabile dell'addebito contestato".

Intanto nel pool di difensori del tecnico della Juve entrerà Giulia Bongiorno: "Antonio Conte e Angelo Alessio saranno assistiti dagli avvocati Antonio De Rensis e Luigi Chiappero, cui si aggiunge l'avv. Giulia Bongiorno", afferma in una nota il sito ufficiale bianconero.

"GRAZIE A CHI MI E' STATO VICINO"

''Parlero' solo dopo il mio rientro in Italia. Ora dico solo che il riconoscimento della mia innocenza mi da' una grande forza. Sono felicissimo anche perche' ho scoperto che tante persone mi vogliono bene''. Cosi' il difensore della Juventus Leonardo Bonucci, raggiunto telefonicamente a Pechino, dove e' impegnato nella preparazione della Supercoppa. ''Ora sono concentrato sulla sfida con il Napoli. Ringrazio di cuore tutti coloro che mi sono stati vicini e che hanno creduto in me''.

I VOSTRI COMMENTI

edilreal - 11/08/12

con o senza conte vinciamo lo stesso vedi oggi rosicate gufi...

segnala un abuso

gonggong - 11/08/12

ualalla, svegliati, che babbo natale non esiste, buffon insieme a cannavaro, gattuso e company furono beccati perche scommettevano migliaia di euro, intervisteto il sig. buffon disse che non l'avrebbe piu' fatto, e' ando ai mondiali, adesso viene fuori che scommetteva a parma........ti dice niente juve-lecce 1/1 paparone del tuo buffon il pareggio lo davano a 15 ok fatti due conti 1,000 € * 15 = 15,000 €

segnala un abuso

Ualalla - 11/08/12

Buffon è già stato controllato più volte è se le sue scommesse erano lecite non capisco che problemi avete,ma dov'è scritto che il capitano della nazionale non può scommettere es. sul basket.Per la vicenda Conte mi viene solo da chiedermi come sia possibile ritenere credibile un'indagato per truffa e non credere a un allenatore che non ha pecche di moralità.Voi ritenete giusto che uno accusi un'altro senza una prova e questo venga condannato????prima che tifosi siate più intelligenti!!!

segnala un abuso

murano35 - 11/08/12

Arezzo, Atalanta, Bari , siena....tutte finite nello scandalo scommesse e partite truccate .....chi era l'allenatore ???? ANTONIO CONTE!!!! ho detto tutto ....fate un po voi .....per non parlare della vergogna di avere un capitano della nazionale che scommette in tabaccheria milioni di euro salvo poi chiamarli investimenti....ogni juventino onesto vorrebbe vederli radiati

segnala un abuso