Calcio: condannato Amantino Mancini

Violenza sessuale: 2 anni e 8 mesi

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Mancini, Afp

Il Gup di Milano, Laura Marchiondelli, ha condannato con rito abbreviato il calciatore brasiliano Amantino Mancini, ex centrocampista di Roma, Inter e Milan, a 2 anni e 8 mesi di reclusione per violenza sessuale e lesioni nei confronti di una giovane brasiliana conosciuta a una festa di Ronaldinho. L'amico Gerardo Eugenio do Nascimento sconterà invece una pena di 10 mesi per favoreggiamento. Mancini si dichiara "estraneo ai fatti".

Per Mancini, attuale centrocampista della formazione brasiliana dell'Atletico Mineiro, l'accusa aveva chiesto 3 anni e 8 mesi. Il giocatore, secondo il giudice, ha abusato di una ragazza nella notte fra l'8 e il 9 dicembre scorso a Milano, nel corso di una festa organizzata dall'ex milanista Ronaldinho. Mancini, nel tentativo di violenza subito denunciato, ha provocato alla donna numerose escoriazioni.

Il gup di Milano Laura Marchiondelli, al termine dell'udienza celebrata con rito abbreviato, ha riconosciuto le attenuanti generiche a Mancini, che ha sempre respinto le accuse dicendo che la donna era consenziente. Approfittando del suo stato di ubriachezza, e con la scusa di accompagnarla a casa, l'aveva portata nel suo appartamento dove, secondo quanto è emerso dalle indagini, sono avvenuti gli abusi. Mancini avrebbe costretto la ragazza, sua coetanea, a subire un rapporto sessuale, provocandole anche alcune escoriazioni. Poi, la mattina dopo, l'aveva mandata via perché doveva andare ad allenarsi ad Appiano Gentile, dandole 50 euro per il taxi. Condannato per favoreggiamento anche il 'factotum' di Mancini, Gerardo Eugenio Do Nascimento. Ha cercato di fare pressioni sulla giovane, cercando di convincerla a non proseguire l'azione penale.

"SONO ESTRANEO AI FATTI"
In un comunicato stampa a firma degli avvocati Luciana Canonaco e Flavio Vincenzo Ponte, "il signor Amantino Alessandro Faiolhe, per il tramite dei propri difensori Luciana Canonaco e Flavio Vincenzo Ponte comunica che, pur rispettando la sentenza del Tribunale di Milano, si professa estraneo ai fatti - come contestati - e continuerà a difendersi per dimostrare la propria innocenza".

I VOSTRI COMMENTI

Toff26 - 29/11/11

Anche io quando sono ubriaco mi faccio delle escoriazioni da tutte le parti. E non mi ricordo come me le sono fatte..

segnala un abuso

Miguelo80 - 28/11/11

Ragazzi...ma se e' vero che aveva delle escoriazioni, come la mettiamo?! Perche' dite quasi tutti che lei si e' inventata tutto? Solo perche' lui e' pieno di soldi e non avrebbe bisogno di stuprare? Vi ricordo che son stati molti i personaggi famosi e ricchi che si sono abbassati a tanto...vedremo...

segnala un abuso

BIN0MI0INTERM0RATTI - 28/11/11

piripino73 - 28/11/11
meno male che un sito serio, la gazzetta, mette l'articolo con la foto con la maglia del milan...
EH BE QUI SIAMO SU SPORTMILANSET!
CMQ OLTRE A FARE UNA BRUTTA FINE DA CALCIATORE è FINITO MALE ANCHE DA UOMO!

segnala un abuso

Toff26 - 28/11/11

Ahahaha.. Mancini deve violentarne perché se no non ne trova.. Ma dove vivete? Questa qua ha capito tutto della vita.. Mancini sei stato un bamboccione..

segnala un abuso

milancavese1-2 - 28/11/11

allora l'8 dicembre era di proprieta dell'inter...l'inter il 6 dicembre è partita per vincere il campionato del mondo...lui è rimasto a casa da solo...da solo...con ronaldinho...la foto con la maglia dell'inter è giusta...

segnala un abuso