FRANCIA

Ligue 1: il Marsiglia cade 3-1 in casa con il Nantes, il Lilla vince 3-0 con il Tolosa  

Gli uomini di Villas-Boas scivolano a -10 dal Psg, la doppietta di Remy e il gol di R. Sanches regalano i tre punti ai vicecampioni di Francia

  • A
  • A
  • A

Nella 26esima giornata di Ligue 1 il Marsiglia crolla al Vélodrome e scivola a -10 dal Psg (una partita in meno). Il Nantes si impone 3-1 con le reti di Limbombe, Bamba e l’autogol di Alvaro, inutile l’1-1 di Sanson. Il Lille vince 3-0 in casa con il Tolosa e sale al terzo posto: doppietta di Remy nel primo tempo, Renato Sanches la chiude nella ripresa. Il Monaco pareggia 1-1 a Digione, a segno Mama Baldé e Maripan. Bahoken regala la vittoria all’Angers contro il Montpellier.

OLYMPIQUE MARSIGLIA-NANTES 1-3
Il Marsiglia non riesce a festeggiare il raggiungimento dei 2500 match in massima serie e cade al Vélodrome 3-1 con il Nantes, che ritrova la vittoria dopo sei partite. La squadra allenata da Villas-Boas si ferma dopo tre vittorie consecutive (secondo k.o. casalingo in stagione) e si ritrova a -10 dal Psg che ha una partita in meno. Nella prima frazione di gioco i padroni di casa mantengono il possesso del pallone per larghi tratti ma subiscono costantemente le iniziative degli uomini di Gourcouff. Il gol del vantaggio ospite lo segna Limbombe al 34’, incornata perfetta su assist di Bamba. Il Marsiglia reagisce subito e pareggia al 39’ con Sanson, perfetto tiro a giro da fuori area che si infila sotto l’incrocio dei pali. Nella ripresa il copione è lo stesso, i padroni di casa tengono palla ma il possesso è sterile, mentre gli ospiti quando si spingono in avanti fanno male. Al 53’ tocco morbido in corsa di Bamba, pallone che tocca il palo e si infila in rete. Il Nantes non rallenta e al 91’ arriva il terzo gol. Mischia in area, la deviazione decisiva è quella del difensore Alvaro ma l’errore più grave è di Mandanda che si lascia sfuggire un pallone apparentemente semplice da controllare.

LILLA-TOLOSA 3-0
Il Tolosa è in una situazione disperata. Durante questa stagione tre allenatori diversi, Casanova, Kombouaré e Zanko, non sono riusciti a condurre verso risultati positivi il fanalino di coda del campionato francese, ormai avviato verso una retrocessione quasi inevitabile. Il Lilla di Galtier passa in vantaggio al 2’ grazie a Remy, il 33enne attaccante francese viene servito da Ikone protagonista di una discesa travolgente, la punta stoppa di sinistro e di controbalzo infila l'ex Roma Goicoechea. Al 39’ raddoppia Remy, servito dal preciso rasoterra sul secondo palo di Bradaric. Nella ripresa il Lilla non molla la presa ma il terzo gol è un regalo di Goicoechea che passa la palla a Osimhen, il nigeriano non si fa pregare e serve Renato Sanches per il 3-0. In classifica gli uomini di Galtier si ritrovano al terzo posto in attesa della partita del Rennes.

DIGIONE-MONACO 1-1
Allo stadio Gaston-Gerard il Monaco manca la quarta vittoria consecutiva contro una squadra che non vince in Ligue 1 da quattro partite. Prima della mezz’ora Slimani mette in difficoltà il portiere dei padroni di casa Runarsson che con un ottimo riflesso riesce a togliere il pallone da sotto la traversa. La squadra di Moreno attacca ma non riesce a superare la difesa ben organizzata del Digione. Nella ripresa gli uomini di Jobard si risvegliano e passano in vantaggio grazie alla strepitosa azione personale del subentrato Mama Baldé. L’attaccante guineense supera due avversari in velocità e deposita la sfera alle spalle di Lecomte con un preciso tocco di destro. Al 79’ il Monaco pareggia con il difensore centrale Maripan, lesto ad approfittare della respinta corta di Runarsson sugli sviluppi di un calcio di punizione, 1-1 che non cambia fino al triplice fischio.

ANGERS-MONTPELLIER 1-0
Con questa vittoria l’Angers esce da un momento molto negativo e dopo quattro sconfitte trova i tre punti che gli danno l’ossigeno necessario per allontanarsi dalle ultime posizioni. L’occasione più clamorosa dei primi 45 minuti è il colpo di testa al quarto d’ora di Pavlovic che si infrange sulla traversa, vantaggio sfiorato per i padroni di casa. L’Angers continua a giocare meglio degli avversari e segna l’1-0 al 69’, imperioso lo stacco del subentrato di Bahoken che dà ragione alla mossa del suo allenatore Moulin. Finale nervoso senza occasioni rilevanti, i padroni di casa possono festeggiare davanti ai loro tifosi nello stadio Raymond Kopa.

STRASBURGO-AMIENS 0-0
Allo stadio della Meinau lo Strasburgo riceve l’Amiens penultimo e trova un punto utile per rimanere agganciato al treno dell’Europa, anche se forse i suoi tifosi avrebbero preferito un approccio più deciso alla ricerca dei tre punti. Primo tempo in cui abbondano gli sbadigli e mancano le occasioni da gol, i padroni di casa tengono il possesso del pallone per lunghi tratti senza però riuscire a creare grattacapi particolari per la retroguardia degli ospiti. Nel secondo tempo la situazione non cambia, possesso a favore degli uomini di Laurey che continuano però a infrangersi sulla rocciosa difesa della squadra di Elsner. Il match è nervoso, con tanti falli da entrambe le parti, ma non si sblocca mai e la sfida termina a reti inviolate.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments