Ibrahimovic, campione in campo ma non negli affari: fallisce la sua azienda di vestiti

Il marchio sportivo lanciato dal fuoriclasse svedese ha riportato una perdita di oltre 20 milioni di euro in due anni: scontata la chiusura

  • A
  • A
  • A

Se in campo in pochi possono paragonarsi a Zlatan Ibrahimovic per classe e fantasia, lo stesso non può per l'Ibra formato imprenditore. Lo svedese non ha un grande fiuto per gli affari e dopo il fallimento della sua applicazione ‘Zlatan Unplugged' ecco arrivare un'altra doccia fredda per l'ex di Milan ed Inter: il suo marchio d'abbigliamento A-Z è fallito a causa delle troppe perdite. Sono oltre venti i milioni mandati in fumo dall'azienda dello svedese in appena due anni.

Insomma, Zlatan non è molto fortunato con gli investimenti: come raccontato dall'agenzia di stampa svedese ‘Dagens Industri', lo svedese ha visto fallire anche la sua linea d'abbigliamento creata nel 2016 con l'obiettivo di rendere più facile l'accesso all'attrezzatura sportiva. Troppe le perdite accumulate, circa venti milioni di euro: poco meno dei debiti fatti registrare dall'azienda che aveva lanciato una app (poi chiusa) dedicata allo svedese chiamata ‘Zlatan Unplugged' per raccontare ogni istante della vita quotidiana del calciatore. Intanto, in attesa di una idea più vincente sul mercato, Ibrahimovic sta proseguendo la sua avventura in Mls con i Los Angeles Galaxy a suon di gol. Qui possiamo stare sicuri che Ibra non ci deluderà.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments