Chelsea, Conte arrabbiato: "E' la seconda finale con l'Arsenal che finiamo in dieci..."

"Courtois? E' un nostro rigorista. Mercato? Ho già detto e non mi ripeto..."

Conte e Wenger, foto Lapresse

Conte è visibilmente arrabbiato dopo la sconfitta contro l'Arsenal nel Community Shield: "Courtois? Era uno dei nostri rigoristi, come può sbagliare un attaccante può sbagliare anche il portiere - ha detto il tecnico del Chelsea - L'espulsione di Pedro? E' la seconda volta che finiamo in dieci in una finale contro l'Arsenal... Ora guardiamo avanti e pensiamo all'inizio della stagione. Se serve qualcosa sul mercato? L'ho già detto e non lo ripeto".

Grande soddisfazione per Wenger. "Sono grandi record, è già la mia settima grande vittoria a Wembley - ha detto l'allenatore dell'Arsenal - Sono contento per il successo della squadra, abbiamo giocato molto bene. Se conto le medaglie? Adesso ci stiamo preparando per cominciare bene la stagione e dobbiamo pensare solo a questo".

IL PRECEDENTE

Il precedente cui si riferisce Conte risale al 27 maggio scorso, nella finale di FACup tra Arsenal e Chelsea. I Blues rimasero in dieci al 67' a causa del rosso inflitto a Moses che, già ammonito, era caduto nell'area di rigore avversaria e per l'arbitro fu simulazione, da sanzionare con un secondo -e per Moses fatale- cartellino giallo. Si era sull'1-0 per l'Arsenal,  con l'uomo in meno il Chelsea riuscì a pareggiare, per poi subire il gol del definitivo 1-2 al '76.

TAGS:
Calcio estero
Inghilterra
Chelsea
Conte

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X