Camorra, Cuper è nei guai

Avrebbe "venduto" quattro partite

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Hector Cuper, Lapresse

Non ha davvero portato bene l'Italia a Hector Cuper. Il tecnico argentino, "padre" del 5 maggio interista e dell'esonero di Parma,  è finito in guai serissimi per presunti contatti con la camorra. In particolare la Dda accusa "l'hombre vertical" di aver intascato 200mila euro per truccare due gare del campionato spagnolo e due di quello argentino. Due affiliati della camorra avrebbero portato i soldi a Cuper e ricevuto in cambio i risultati. 

E' una storia che un po' stupisce e un po' fa pena. Perché non si capisce la necessità di fare cassa vendendosi le partite. E perché, in fondo, Cuper poteva anche non piacere, ma era sempre sembrato persona perbene, seria, "vertical" appunto. Invece eccoti l'uomo che non ti aspetti, che cede, dicono, alle "lusinghe" della peggior malavita made in Italy e che, sempre secondo le indagini, fornisce agli investigatori scuse definite "penose". Come quella storia dei "soldi di mia suocera" che servivano per ristrutturare la casa, una risposta che farebbe ridere se non fosse tragicamente seria.

Come farebbe ridere quanto accaduto all'aeroporto dove due affiliati della camorra avrebbero aggirato i controlli infilandosi i soldi nelle mutande e nei calzini. Poi, una volta arrivati in Spagna, li avrebbero depositati sul tavolo di Cuper per avere in cambio le quattro partite "corrette" dall'argentino. Gli incontri su cui scommettere senza problemi. All'ex tecnico dell'Inter, ora, contestano il riciclaggio. Ed è un'accusa pesante da cui non sembra facilissimo difendersi. Per questo, dopo aver abbozzato risposte al limite della follia, Cuper sarebbe pronto a incontrare di nuovo gli inquirenti. Pare che voglia vuotare il sacco. Vedremo. 

I VOSTRI COMMENTI

3dC-leoni - 21/01/12

kevin..il programma per il controllo sulla scrittura.....AHAHAHA AHAHA AHA AHA AHA AHA HAA AHAA !!! AHAHA H!!! AHAH A A!!!!!!! AHAH AA AH!!! HAHA AHA !!!! è troppo bella !!!!ahahahaha AHA AA AHA !!sei un grande,un gigante al tavolo della bassezza umana! grande

segnala un abuso

intertiamo90 - 19/01/12

zaratrusta

Quando ho detto uguale a lui non intendevo a kevin, ma intendevo a yom.kippur e erashead o come si scrive, perchè avete lo stesso modo di fare discorsi e di scrivere

segnala un abuso

edoedoedoedoedo - 19/01/12

Il simbolo dell'onestà interista di fronte agli interessi del palazzo...eccolo qua...il tempo dà tutte le risposte come vedete

segnala un abuso

zaratustra - 19/01/12

Per finire,il buon Kevin ogni giorno viene a fomentare,lo fa con argomentazioni da due lire,ma non accetta che gli si risponda a tono..ora,fa la figura del fesso ogni giorno,quindi cambia discorso e inizia ad accusarmi di cose folli e a insultare mia madre,cercando una spalla nel primo che passa.Ha un cervello piccolo come la sua personalità e sa solo fare questo.Guarda come viene annientato ogni giorno da tutti,parlano le sue imprese per lui.Chiuso il discorso.Dite cosa volete.

segnala un abuso

zaratustra - 19/01/12

intertiamo90
ma hai idea a parlare di calcio quante cose identiche si dicono?Sono identico a lui in cosa,spiegamelo,qui si insulta mia madre e non replico,lui ti sembra sia tipo da farlo?Ma leggi bene,perchè sei completamente fuori strada..pazzesco.Circa il discutere con Kevin,penso prenda colpi di pi... tutti i giorni da almeno dieci utenti,litiga con chiunque e solo perchè lo fa con me allora devo essere un altro?E' una cosa folle.MA credi cosa ti pare,non vedo dove sia il problema.

segnala un abuso

zaratustra - 19/01/12

intertiamo
e tu come puoi pensare io sian eraserhead?I suoi di commenti li leggi almeno?E li leggi i miei?Ma pensa a cosa dici...l'altro usa programmi per la scrittura su un forum di calcio,ma ti rendi conto a che livello è?Un po' problematico.
Per l'ultima volta,non sono lui,ma se tanto ti piace crederlo allora va bene,credilo.Cercherò di farmene una ragione e andrò avanti.Penso che chi ha parlato con me qui,oltre a voi,non la pensi così.Basta,ciao

segnala un abuso