Il Clasico va al Barcellona: 1-3

Vantaggio Real, poi reazione blaugrana

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

SIMONE REDAELLI

AFP

La legge del Barcellona. Va ai blaugrana il Clasico contro il Real Madrid: 3-1. Al Bernabeu i catalani si ritrovano sotto dopo appena 23" per il gol lampo di Benzema, ma reagiscono e schiantano gli uomini di Mourinho. Alla mezz'ora è Sanchez, preferito a Villa, a trovare l'1-1. Poi nella ripresa show della squadra di Guardiola con Xavi (53') e Fabregas (66'). Il Barça, con una partita in più, aggancia i Merengue in vetta alla Liga.

LA PARTITA
Se la partita del Bernabeu doveva decretare chi tra le due corazzate fosse la squadra più forte, la risposta è sempre e solo la stessa: il Barcellona. Sì, perché anche se gli uomini di Guardiola non esprimono la loro migliore prestazione riescono a vincere con una facilità fuori dal comune. Forza con il pallone tra i piedi, ma anche psicologica. L'avvio di marca Merengue avrebbe ammazzato qualsiasi squadra, ma non il Barça di Guardiola.
Per il Real Madrid la partita inizia nel migliore dei modi e finisce come peggio non potrebbe. Il Bernabeu prima esplode di gioia per il gol lampo di Benzema dopo appena 23" e poi resta a guardare attonito lo show del Barça negli ultimi 20 minuti. I catalani, con la mente sgombra e in vantaggio di due gol, fanno vedere ancora una volta a tutto il mondo il solito show: il tiki-taka tanto caro a Pep.

In mezzo una partita tutta da raccontare. Il Real Madrid non ha sfruttato il momento di bambola dei blaugrana e alla fine ha pagato un conto salatissimo. Uomini di Mou spreconi con in copertina un insolito Cristiano Ronaldo in versione negativa. CR7 si divora il 2-0 nel peggior momento dei catalani. Ospiti che sanno soffrire e mostrano pazienza quando ogni passaggio sembra stranamente difficile per il grande pressing madridista.
La calma è la virtù dei forti e al 30' ecco il giusto premio per Messi e compagni. Proprio la Pulce prende palla a centrocampo, va via di slalom e serve un'ottima palla a Sanchez. L'ex Udinese, preferito a Villa, ripaga la fiducia dell'allenatore con un diagonale che inevitabilmente infila Casillas. Pareggio e tutto da rifare per i padroni di casa. Bernabeu che rimane ammutolito per qualche secondo e poi continua a fischiare gli avvesari, come per lunghi tratti del match.

Risultato sostanzialmente giusto alla fine dei 45 minuti. Nella ripresa entra in campo il solito Real caricato a molla dallo Special One negli spogliatoi. Nessuno al Bernabeu, ancora rumoroso, si aspetta la doccia gelata che da lì a poco si paleserà nella realtà.
In aiuto dei marziani di Guardiola, fino a quel momento umani, arriva anche la fortuna. Fato che si materializza nella capitale spagnola al minuto 53 quando il tiro al volo di Xavi dalla distanza trova la deviazione di Marcelo. Palla beffarda che carambola in rete lentamente. Sugli occhi di tutti i madrileni ecco apparire la paura e Mou, sempre coraggioso, decide di andare all'arrembaggio. Dentro Kakà per uno spento Ozil visto solo in avvio nell'azione del vantaggio.

Il 2-2 è lì alla portata dei Blancos, ma CR7 è in serata no. L'asso portoghese si trasforma in due di picche e, solo davanti a Valdes, manda a lato il cross di Xabi Alonso. Nel calcio si sa: gol sbagliato, gol subito. Ed ecco che sul ribaltamento di fronte Dani Alves imita il collega madrista con un invito perfetto per Fabregas. L'ex Arsenal, sempre di testa, non fallisce e fa calare il sipario sul Clasico numero 163 della Liga. Il finale, come detto, è accademia per Messi&Co. che ripetutamente vanno vicini al gol del 4-1.

Vittoria importantissima per il Barcellona che riapre il campionato spagnolo. I catalani, pur sempre con una partita in più, agganciano i rivali storici a quota 37. Il Real deve riflettere molto e si deve inchinare agli uomini di Guardiola che in 90 minuti hanno dimostrato tutte le loro qualità. Squadra che sa soffrire, pazientare e dare spettacolo. Il Barça può volare carico a Tokyo per conquistare il mondo. Mondo che è già ai piedi dei catalani.

LE PAGELLE

Messi 7 - La Pulce subisce entratacce a ripetizione, ma la sua classe non ne risente. Anche in una serata non eccelsa fa capire a tutti perché è lui il migliore al mondo. Splendida la serpentina, illuminante la palla per l'1-1 a Sanchez. L'argentino ha una marcia in più.

Iniesta 7,5 - Se Messi ha una marcia in più, lui ne ha due. Splendida prestazione del centrocampista spagnolo che fa il gigante nel pressing duro e asfissiante del Real Madrid. Anche se non segna e non serve assist è lui il migliore in campo. Parametro della grandezza di questo Barcellona.

Cristiano Ronaldo 5 - Se ti chiami Cristiano Ronaldo non può fallire due gol così, facili anche per gli altri, nella serata più importante. Polveri bagnate per lui nel diluvio del Bernabeu.

Sanchez 7,5 - L'ex Udinese ripaga la fiducia di Guardiola con una prova da grande. Il cileno forse doveva spiegare a qualcuno perché in estate è stato così corteggiato e pagato 26 milioni di euro più bonus. Ha scelto la serata migliore per farlo.

Mourinho 6 - Voto al coraggio che per quasi un'ora gli ha detto bene. Con il Barcellona te la puoi giocare a viso aperto, ma quando finiscono le energie per il pressing è finita. Lui capisce, fa scaldare Khedira ma al momento di farlo entrare in campo ecco il 2-1 di Xavi. Anche sfortunato...

NELLA PAGINA SEGUENTE TABELLINO E CRONACA >>>

IL TABELLINO
REAL MADRID-BARCELLONA 1-3
Real Madrid (4-2-3-1):
Casillas 5,5; Coentrao 6,5, Pepe 6, Sergio Ramos 5,5, Marcelo 5,5; Diarra 5,5 (23' st Khedira 6), Xabi Alonso 6; Di Maria 5,5 (23' st Higuain 5), Ozil 5 (13' st Kakà 6), Cristiano Ronaldo 5; Benzema 6. A disp.: Adan, Arbeloa, Albiol, Callejon. All.: Mourinho 6
Barcellona (4-3-3): Valdes 5; Dani Alves 6, Piquè 6, Puyol 7, Abidal 6,5; Xavi 7, Busquets 5,5, Iniesta 7,5 (44' st Pedro sv);  Messi 7,  Fabregas 6,5 (34' st Keita sv), Sanchez 7 (39' st Villa sv). A disp.: Pinto, Adriano, Mascherano, Thiago Alcantara. All.: Guardiola 7
Arbitro: Borbalan
Marcatori: 1' Benzema (R), 30' Sanchez (B), 8' st Xavi (B), 21' st Fabregas (B)
Ammoniti: Xabi Alonso, Diarra, Pepe, Sergio Ramos (R), Sanchez, Messi, Piquè (B)
Espulsi:

LA CRONACA

49' st Triplice fischio finale: il Barcellona vince il Clasico. Al Bernabeu finisce 1-3: i blaugrana, con una partita in più, agganciano il Real Madrid in vetta alla classifica
44' st
Il Barcellona continua a sfiorare il 4-1. Intanto esce Inieste ed entra Pedro
39' st Occasione per il Real: Kakà va al tiro, ma trova la fortunata parata di Valdes con il gomito. La palla esce a lato
38' st Partita ormai in cassaforte per il Barcellona. Nei blaugrana esce Sanchez ed eentra Villa
34' st Ora Guardiola si copre: dentro Keita e fuori Fabregas
31' st Il Barcellona amministra il vantaggio e sfiora il 4-1. Il Real prova ad accorciare il risultato, ma la mira di Benzema è sballata
25' st Brutto fallo di Sergio Ramos su Messi. Altro giallo al Bernabeu
21' st GOL DEL BARCELLONA! Gol sbagliato e gol subito: la legge del calcio ha colpito ancora. Sul ribaltamento di fronte cross perfetto di Dani Alves che trova la testa di Fabregas: 1-3
20' st
Cristiano Ronaldo di divora il gol del 2-2 di testa su cross di Xabi Alonso
19' st Entrataccia di Pepe su Messi: ammonito. La punizione della Pulce argentina finisce a lato di pochissimo
17' st Messi dentro per Sanchez che, dalla linea di fondo, trova la parata di Casillas
16' st Bernabeu ammutolito. Giallo anche per Diarra.
13' st Cambio nel Real Madrid. Mourinho si gioca la carta Kakà. Il brasiliano prende il posto di Ozil
11' st Bel fraseggio del Real che porta al tiro Benzema. Deviazione di Puyol e palla in angolo. Dal corner nulla di fatto
8' st GOOOOL DEL BARCELLONA! E' Xavi a firmare il sorpasso sul Real Madrid. Il centrocampista blaugrana tira al volo dalla distanza e trova la deviazione vincente di Marcelo.
5' st
Questa volta la punizione di CR7 passa, ma Valdes si fa trovare pronto e blocca a terra
4' st La punizione di CR7 si infrange sulla barriera. La palla finisce a Pepe che conquista un'altra punizione da posizione simile: altra chanche per il portoghese
3' st Piquè stende un lanciatissimo Cristiano Ronaldo. Punizione dalla trequarti e giallo per il difensore del Barça
1' st Si riparte! Zero cambi al Bernabeu

46' Finisce qui il primo tempo: 1-1
41'
E ora è il Barça a fare la partita. Si inizia a vedere il famoso tiki-taka blaugrana
35' Fallo di Pepe su Sanchez. El Nino Maravilla si è acceso e ora sta creando molti problemi alla difesa del Real. Messi protesta e si becca il giallo 
30' PAREGGIO DEL BARCELLONA: SANCHEZ! Slalom di Messi che parte da centrocampo e poi serve Sanchez sul filo del fuorigioco. Il cileno controlla e con un preciso rasoterra infila Casillas
27'
Altra ammonizione. Questa volta tocca a Sanchez per una scivolata su Di Maria. Si lamenta l'ex Udinese
26' Ammonito Xabi Alonso per un calcio a Messi
25' Altra occasione per il Real Madrid con Cristiano Ronaldo. CR7 tutto solo va al tiro da appena dentro l'area, ma svirgola malamente
23' Punizione di Xavi dal limite dell'area: Casillas con i pugni mette in angolo. Dal corner nulla di fatto
22' Il Barcellona sta crescendo d'intensità
19' Tiro da fuori area di Cristiano Ronaldo! Valdes respinge con i pugni. Stilisticamente nonperfetto, ma efficace
15' Problemi muscolare per Di Maria. L'argentino, abbandona momentaneamente il campo, si riprende e torna in campo
12' Fischi del pubblico quando il Barcellona ha il possesso palla. Tanti errori in questo avvio di partita per i 22 in campo
8' Brutto fallo di Coentrao su Sanchez. L'ex Udinese chiede il cartellino giallo, ma l'arbitro non è dello stesso avviso
6' Occasionissima per Messi. La Pulce sfrutta un errore di Sergio Ramos e si invola verso Casillas che fa la paratona con la mano a terra
5' Barcellona in bambola al Bernabeu. I blaugrana hanno accusato il colpo. Lo stadio è una bolgia
1' INCREDIBILE: GOL DEL REAL MADRID!!! Valdes sbaglia il rinvio e la palla finisce nei piedi di Ozil che va al tiro. La sfera finisce a Benzema che dopo 23" insacca l'1-0 del vantaggio Merengue. Davvero incredibile al Bernabeu
1' Si parte. Divise classiche per le due squadre. Al Bernabeu piove a dirotto

Formazione offensiva per il Real Madrid di Mourinho che vuole giocarsi viso contro viso la partita. Guardiola sceglie Sanchez al posto di Villa. Fabregas lanciato in attacco

I VOSTRI COMMENTI

Play3mA - 11/12/11

Inutile girarci intorno.
Il Barça è la squadra migliore di tutti i tempi.
Oltre che la migliore al mondo, ovvio. Ma questo già da 2-3 anni.
La partita di ieri sera è emblematica.

segnala un abuso

Play3mA - 11/12/11

Allora? Chi è il più forte? Messi o Ronaldo?
C'è ancora qualche dubbio dopo l'ennesima grande prova dell'argentino ieri e l'ennesimo fallimento del portoghese nei confronti diretti?
Ancora qualche antisportivo o non conoscitore di calcio che dice che Ronaldo è migliore di Messi?

Barça = calcio.
VAMOS, BLAUGRANA!

segnala un abuso

marken46 - 11/12/11

Con i soldi che ha speso il real per moufrigno, anche Cosmi (che stimo e rispetto)avrebbe vinto di più!!E non solo al real!

segnala un abuso

SuperBalo45 - 11/12/11

@chi ama il calcio odia inter....in finale di champions non ci arrivi solo con la fortuna. Poi è andato al chelsea che non vinceva un campionato da 50 anni e lui l'ha vinto (in champions mi pare sia arrivato in semifinale). All'inter, oltre a vincere due scudetti, ha ottenuto un triplete battendo in champions chelsea, barcellona e bayern monaco. Mourinho è riuscito a far vincere la champions all'inter dopo più di 40 anni, scusa se è poco!

segnala un abuso

chi ama il calcio odia inter - 11/12/11

SuperBalo45
anke la grecia ha vinto l europeo! a parte il porto dove vabbe dire ke è stato fortunato è poco (finale monaco porto non si vedrà per 100 anni)nel chelsea ha vinto il campionato come chiunque dopo di lui, nell inter anke mancini aveva vinto facilmente visto farsopoli! vada in una media squadra a dimostare se vale veramente

segnala un abuso

i-piu-titolati - 11/12/11

Vittoria strameritata e lo scarto poteva essere piu` largo,messi immenso e ronaldo mediocre.
Mi fanno ridere coloro che dicono (la maggior parte interisti) ronaldo meglio di messi.
Ma dove ma quando ahahahahah
Ennesima lezione di calcio di guardiola a mourinho.
Ps il milan di due settimane fa nettamente meglio del real...

segnala un abuso