Stupro,arrestato ex Primavera Milan

L'Eintracht ha pagato la cauzione e gli ha messo a disposizione un avvocato

  • A
  • A
  • A

Guai seri per Yusupha Yaffa, 18enne ex Primavera del Milan finito quest'inverno all'Eintracht Francoforte. Il ragazzo è stato arrestato con l'accusa di stupro ai danni di una ragazza conosciuta a casa di un compagno di squadra. Portato in centrale, il giovane non ha risposto alle domande della polizia. In attesa del processo, l'Eintracht si è schierato col giocatore, pagandogli la cauzione di 100mila euro e un avvocato.

Svincolato dal Milan in estate, Yaffa a dicembre è stato ingaggiato dal club della Bundes ed è subito finito nei guai. Sabato il giovane è andato a trovare il compagno di squadra Carlos Zambrano che gli voleva presentare un'amica. Insieme a un altro calciatore (Lucas Piazon), i quattro sono rimasti per un po' tutti insieme, poi Zambrano e Piazon hanno lasciato Yaffa da solo in casa con la ragazza. Quello che è successo dopo è ancora tutto da ricostruire.

La giovane in piena notte ha  chiamato la polizia in lacrime sostenendo di essere stata violentata. Sul posto è subito intervenuta una pattuglia, che ha accompagnato la ragazza in ospedale, dove le sono stati effettuati tutti i test necessari, compreso quello del Dna per confermare tracce del giocatore dell'Entracht. Yaffa invece è stato portato in centrale e accusato di stupro, ma non ha risposto alle domande degli agenti. In attesa del processo, il giudice ha fissato una cauzione di 100mila euro, cifra immediatamente pagata dal club del giocatore nato in Gambia. "Per noi vale la presunzione d'innocenza - ha spiegato un portavoce dell'Entracht -. Non è colpevole fino a prova contraria. Gli abbiamo messo a disposizione un avvocato". "Abbiamo troppi pochi elementi per giudicare, attendiamo sviluppi", ha precisato il legale di Yaffa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments