Miajlovic: "Milan,problema attacco"

Il serbo: "Pensiamo a noi, non alla Lazio. Basta regalare primi tempi, condivido le uscite di Abbiati e Abate"

  • A
  • A
  • A

Sinisa Mihajlovic individua problema e soluzione per il Milan: "Non è possibile che i miei quattro attaccanti non segnino più: onorino la maglia in queste ultime dieci partite tornando al gol". A San Siro arriva la Lazio: "Anche se fuori dall'Europa, vorranno vincere. Ma pensiamo a noi, non a loro: non regaliamo più primi tempi come con Sassuolo e Chievo". Infine sulle dure uscite di Abbiati e Abate: "Le condivido".

Chiusura su Luiz Adriano e Honda
Luiz Adriano si allena in gruppo da 10 giorni, non è al 100% ma credo sia anche un problema di testa. Keisuke si allena sempre bene e non sbaglia mai atteggiamento

Sul calcio italiano fuori dall'Europa a marzo
Difficile dire il perché, ogni Paese ha la sua cultura ma alla fine penso allenino tutti allo stesso modo. La Juve a Monaco ha fatto la partita che doveva fare, in 90' ha meritato il passaggio del turno. Non le si può dire nulla, mi spiace per loro perché tifo sempre le italiane durante le competizioni europee. La serie A non sarà bella ma è difficile: Bacca mi diceva che quando gli arriva palla sa già che dovra scartare qualcuno mentre in Spagna gli lasciavano più spazio

A questo Milan servirebbe un motivatore?
Non so se serve un motivatore o un esorcista, è quello che mi chiedo da 7 mesi. Devo ancora capire cosa è meglio per questa squadra

Quali sono le gerarchie odierne dei portieri?
Se Donnarumma sta bene, gioca lui. Il secondo è Abbiati

Su Balotelli
Lui e gli altri hanno 10 partite per onorare la maglia, dipende tutto da loro. Non interessa quanto giocano ma quando lo fanno devono fare la differenza. Mi aspetto giocate, che ci facciano fare il salto di qualità

Qualche giocatore soffre la maglia "pesante" del Milan?
Non è questione di giocare qui ma il fatto di fare bene il tuo lavoro. Solo in Italia si parla di atteggiamento, entrare in campo e fare il tuo dovrebbe essere la normalità. Se sbagli atteggiamento non puoi giocare non solo nel Milan ma in nessun'altra squadra

Condivide le parole di Abate e Abbiati dopo il pari di Verona?
Hanno fatto benissimo, loro sono qui da più tempo e sanno come funzionano le cose. Mi ha fatto piacere sentire dichiarazioni del genere, a volte fa bene anche dire le cose fuori dallo spogliatoio

Il Milan vale il sesto posto o ha una rosa superiore?
Secondo me abbiamo qualità ma abbiamo avuto tanti infortuni. Il nostro problema è l'attacco, ultimamente facciamo fatica a buttarla dentro. Queste cose le dico a voi come a loro, non è possibile che i miei quattro attaccanti in due partite non facciano neanche un tiro in porta. Alcuni pagano gli infortuni ma ora hanno 10 partite per onorare maglia e nome

Sulla posizione in classifica
Il sesto posto non ci soddisfa ma possiamo migliorare. Non tutto è da buttare, chi ci è davanti a inizio anno era dato per superiore al Milan. Il gap si è accorciato e se continueremo a giocare come contro l'Inter potremo accorciare molto. Guardiamo una partita alla volta

In futuro si vede sulla panchina della Lazio?
Sono al Milan, sono contento, ho un altro di contratto. Penso solo al Milan, poi a fine anno si vedrà. Io finché sono in club, do tutto me stesso anche se so che il calcio e il giornalismo funzionano così: quanti allenatori hanno accostato al Milan in questi mesi...

Come vede la Lazio?
Anche se sono usciti dall'Europa, verranno qui per vincere. Negli ultimi anni hanno fatto bene ma credo che più che da loro, dipenderà da noi. Pensiamo solo a noi e a quello che abbiamo preparato

Nella gara d'andata funzionò tutto bene, come andrà questa volta?
Spero che i ragazzi ripetano quella prestazione, voglio una grande partita con il giusto atteggiamento: chiaro che non possono assicurarmi una vittoria ma non voglio sbavature dall'inizio alla fine

Prima della conferenza, Mihajlovic ha parlato a Milan Channel. Sulla Lazio in crisi: "Pensiamo solo a noi, non che loro sono usciti dall'Europa League. Stiamo lavorando per correggere i difetti, tra cui i troppi primi tempi regalati: i ragazzi devono dimostrare di non sbagliare più atteggiamento, è una cosa che non voglio più vedere". Luiz Adriano giocherà con Bacca: "E' quello che ha più spirito di sacrificio tra i nostri attaccanti, nelle ultime partite le punte non hanno fatto nemmeno un tiro in porta. Devono onorare la maglia, il loro nome e la loro storia".

Sugli errori a Verona: "Posso capire con il Sassuolo, dopo un ottimo inizio ci siamo abbattuti dopo il gol loro. Ma contro il Chievo ero molto arrabbiato, non si può regalare un primo tempo così". Ora lo spirito della squadra deve cambiare? "Deve essere diverso dall'ultimo periodo, è una stagione complicata ma non ancora finita. Se vogliamo superare qualcuno in classifica, serve un altro atteggiamento, mi aspetto questo contro la Lazio".