Lazio, Inzaghi: "La Juve? Peccato la sosta, dovremo essere perfetti"

Il tecnico: "Vogliamo divertire e vincere, per riempire lo stadio di tifosi felici". Tare: "Il nostro è il miglior calcio in Italia"

Lazio, Inzaghi: "La Juve? Peccato la sosta, dovremo essere perfetti"

Simone Inzaghi e i segreti di questa (sua) Lazio che non conosce limite. Dopo la sosta, la trasferta a casa-Juve. La Juve cui ha sottratto la Supercoppa italiana ad agosto. Il tecnico biancoceleste ai microfoni di Premium Sport racconta le sue verità, il suo stato d'animo e il senso di questo miracolo che si chiama Lazio. Oggi, e di sicuro, fra le grandi del calcio italiano.

L'1-4 col Napoli, e i troppi infortuni. Sembrava l'inizio di un momento no, e invece...
"Dopo la sconfitta col Napoli abbiamo avuto tre gare non semplici, ma siamo stati bravissimi a renderle facili e le abbiamo vinte tutte, anche con qualche giocatore che ha giocato fuori ruolo. I ragazzi sono stati molto bravi ad adattarsi e a superare le difficoltà. Alleno una squadra matura composta da professionisti".
Qual è il ruolo di questa Lazio?
A inizio campionato partivamo dietro le grandi, ma il nostro obiettivo è quello di restare in alto in classifica, sapendo che sarà più difficile della scorsa stagione perché giochiamo anche l’Europa League che volgiamo onorare al massimo".
La sua Lazio vince. E diverte.
"Per far divertire bisogna cercare di vincere qualcosa e con la Supercoppa Italiana ci siamo riusciti. Volgiamo riportare la nostra gente allo stadio: speriamo di ricevere grande affetto dai nostri tifosi".
Sorpreso da Luis Alberto?
"No, sorpreso no. L’anno scorso ha avuto qualche problema di ambientamento ma quest’anno si è presentato in un modo nuovo e pensavo che ci avrebbe dato una grande mano: ora è giusto che si prenda queste gratificazioni perché sono meritate".
Nessun episodio col Var per la Lazio. Che cosa dire?
"Penso che ci si debba ancora abituare al Var. Ci servirà un po’ di tempo ma io sono favorevole a questa cosa, basta che non si rallenti troppo la gara. Se la Lazio in queste sette giornate non è stata coinvolta va bene così".
Dopo la sosta la sfida con la Juventus.
"Sarà una partita importante, sappiamo che per rimanere in gara con i bianconeri servirà un match perfetto. Abbiamo affrontato diverse volte la Juve, l’ultima volta siamo stati bravissimi a batterla e adesso prepareremo questa sfida al meglio. Ora c’è la sosta, veniamo da una bella striscia di vittorie e mi sarebbe piaciuto continuare a giocare perché siamo in un bel momento ma sfrutteremo questi giorni per recuperare alcuni giocatori infortunati e per recuperare le energie fisiche e mentali"

LE PAROLE DI TARE

Il direttore sportivo Igli Tare ha parlato a Premium Sport: "Mi dà un po' fastidio che si continui a dire che la Lazio è la sorpresa del campionato. Anno dopo anno abbiamo cercato di migliorare questo progetto e ora stiamo ottenendo dei risultati. Siamo a inizio stagione, per stare in alto ci vuole tanta continuità. Juve, Napoli, Inter e Roma hanno una mentalità vincente e giocatori di qualità, la Lazio sta raggiungendo questi livelli e ora abbiamo ancora più bisogno dei nostri tifosi perché è un dispiacere vedere una squadra che gioca un calcio fantastico, forse il migliore in Italia al momento, con uno stadio che lascia ancora desiderare". 

Il ds ha parlato anche del rinnovo di De Vrij: "Sono ottimista perché c'è la buona volontà da entrambe le parte. Faremo a breve un incontro con i suoi agenti e penso che alla fine troveremo un accordo ma finché non vedrò nero su bianco rimango vigile". 

Una battuta anche su Italia-Albania: "L'Albania spero che vinca contro gli azzurri. Sono anni che aspettiamoquesto match, avrei voluto giocarla anche io: andremo tutti allo stadio per tifare Albania".

TAGS:
Calcio
Lazio
Inzaghi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X