Calcio

"Perdere non fa mai piacere ma lo avevo messo in preventivo perché, dopo aver conquistato la qualificazione con due turni d'anticipo, siamo andati a Cipro con un lavoro diverso nelle gambe e con la testa già a Verona dove ci aspetta una partita molto complicata. Servirà la vera Lazio per battere il Chievo". Simone Inzaghi parla così alla vigilia della trasferta dei biancocelesti sul campo della formazione guidata da Di Carlo. L'impegno col l'Apollon Limassol, aggiunge Inzaghi a Formello, "aveva poco da dire, all'Europa League torneremo a pensare a febbraio, ora dobbiamo dedicarci al campionato". "Il prossimo un turno pro-Lazio? Lo sapremo domani, noi dobbiamo vincere - ricorda il tecnico -. Sono fiducioso, ma temo il Chievo perché ho visto la gara del San Paolo e ha pareggiato col Napoli con merito giocando con un grandissimo spirito. Dobbiamo sapere che ci concederanno pochi spazio, sarà una gara piena di insidie". Che la Lazio giocherà ancora priva di Lucas Leiva in mezzo al campo, e anche senza Luis Alberto: "Non è convocato. Lui è un generoso ma dopo il Milan ha risentito dolore al pube e insieme abbiamo deciso di puntare alla Sampdoria". "Col Milan abbiamo sprecato un'occasione, dovevamo vincere. Adesso dobbiamo cambiare passo e cercare di fare più punti possibile per chiudere il girone d'andata nel migliore dei modi", conclude Inzaghi.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A