Calcio

Il direttore generale della Fiorentina, Pantaleo Corvino, commenta così il momento negativo del club, alla stampa dopo il ko col Verona: “Non è stata la solita Fiorentina che, seppur perdendo, metteva tutto in campo. Non è stata la squadra ammirata fino ad oggi. Dobbiamo prenderne atto e chiedere scusa ai tifosi, anche a nome dei ragazzi. I Della Valle? Quello che è il mio pensiero è di tutta la società. La squadra non si è espressa come in altre volte, ne prendiamo atto e bisogna ripartire attraverso il lavoro. Speriamo che anche dopo questa prestazione, possa ripartire. Contestazioni? Non sono lucido per poter dare una risposta sincera, è da un anno e mezzo che ci stiamo mettendo tutti l'anima, la passione, le risorse e quello che c'è da mettere per cercare di far bene sapendo che si possono commettere degli errori. Tutto quello che abbiamo fatto - spiega il dg - sembra non vada bene, io con Firenze sono sempre stato chiaro, abbiamo messo le fondamenta per il futuro, stiamo cercando di lavorare bene. Mercato? Questa squadra è migliorabile, strada facendo dobbiamo capire quali sono i pilastri per il futuro che bisogna andare ad aggiungere. Oggi parlare di mercato a due giorni dalla fine, è difficile, saremo attenti ma non sarà facile per chiunque. Ai tifosi devo sempre ringraziali, sono sempre stati vicino alla squadra. Dopo quello che sto vedendo non ci sarebbero le condizioni per poter lavorare tranquillamente. Ci sono tantissimi tifosi che vengono al campo per sostenere la squadra ma alcuni creano l'humus sperando che le cose non vadano bene. Sono rammaricato - conclude Corvino - per quei tifosi che sono venuti sempre a sostenerci perché oggi non hanno visto la solita Fiorentina”.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A