Crotone-Inter 2-1: Falcinelli l'eroe, Pioli la disfatta

Due gol dell'attaccante regalano al Crotone 3 punti salvezza. Sconcertante primo tempo interista, gol di D'Ambrosio e palo di Eder nella ripresa

di ROBERTO OMINI

Crotone-Inter 2-1. Due gol di Falcinelli al 18' (rigore) e al 22' segnano l'estasi del Crotone che ora crede davvero nella salvezza, a 3 punti soltanto dall'Empoli, dunque dalla salvezza. Un orrendo primo tempo interista, il gol di D'Ambrosio e il palo di Eder nella ripresa sono il segno della resa della squadra di Pioli. E, chissà, magari anche di Pioli: settimo posto, un punto nelle ultime 3 gare. Addio.

LA PARTITA

Capire l'Inter, da sempre, è un irrisolto rompicapo. Comprendere il Crotone che, da un paio di settimane, scruta l'orizzonte della salvezza è legittimo. Così, con questo doppio sfondo di speranze/esigenze, assistiamo all'irreale primo tempo degli undici prodi di Stefano Pioli, maltrattati -letteralmente- da Falcinelli e compagni e -aggiungiamo- anche da loro stessi, loro per intenderci gli interisti.
C'è una squadra che corre, questa di casa. Un'altra che passeggia palla al piede, preferendo consegnare la medesima agli avversari, tanto per evitarsi il fastidio di pensare, dunque di giocare. Falcinelli, Rodhen, Crisetig e diciamo pure tutti i ragazzi di Nicola hanno mille cose in più di un gruppo-Inter in cui sbagliano tutti. Con atteggiamenti che irritano, se non peggio. 
Medel gioca a centrocampo, per ripristinare la difesa a quattro che fu con Murillo e Miranda centrali: difesa che procura sbandamenti da far tremare. Il cileno in ritirata scivola in area e a terra intercetta il pallone con un braccio. Rigore (18') che Falcinelli trasforma per l'1-0. Vantaggio che diventa doppio al 22' con la difesa interista sulla linea del centrocampo e Falcinelli libero di andarsene a sinistra e fulminare Handanovic per il 2-0.
A quel punto, attendersi una reazione sarebbe il minimo. Ma l'Inter no, continua col suo non-calcio, Pioli retrocede Medel in difesa, difesa a tre con Miranda e Murillo, Banega arretrato per cambiare spartito e spirito. Ma niente. 
C'è il Crotone che arriva a un passo dal 3-0 al 39' e al 41', con micidiali e solitari contropiede manovrati, c'è la terrea faccia di Pioli che guarda i suoi annaspare e Ansaldi mettere incredibilmente fuori, di testa, la sola palla-gol creata dall'Inter in questo primo tempo, al terzo minuto di recupero. Riposo.
Ripresa. Cambia molto, Pioli. Dentro Eder e Palacio, fuori Murillo e Ansaldi per una difesa a tre con Medel, D'Ambrosio e Miranda e il resto avanti tutti. Arretra, fatalmente, il Crotone con l'oro dei due gol di vantaggio e un'Inter ovviamente solo offensiva. La faccia della partita cambia, quella interista smette di avere quei lineamenti di assurdità come assurdo è stato il primo tempo e qualcosa accade nella metà campo e nell'area calabresi. Con il gol di D'Ambrosio, su angolo di Candreva e tocco aereo di Kondogbia al 20'. La partita, ovvio, si riapre.
Il palo di Eder al 27' (palo interno) è l'occasione svanita del pareggio, per un'Inter che cerca disperatamente di riprendersi qualcosa, mentre Nicola viene espulso per proteste e dalla tribuna ordina i tre cambi e un 5-4-1 di totale riparo.
Il muro crotonese tiene, il pomeriggio degli interisti non può esimersi dal considerare l'orrore del primo tempo ferme restando la volontà e le occasioni create nella ripresa, dopo il palo di Eder, con Perisic, Candreva e altre cose che accadono. Sei minuti di recupero sembrano troppi, ai ragazzi di Nicola. E troppo pochi agli interisti. Che si meritano la sconfitta e il congedo dall'Europa e chissà da cos'altro, pensando a Pioli. Mentre il Crotone ha il diritto/dovere di sognare: la salvezza è lì. Si può fare.

LE PAGELLE

Rosi 7 - Padrone della scena difensiva, quando c'è stato da divertirsi (primo tempo) e da soffrire (ripresa).
Rohden 7 - Ha corso e rincorso e pure cercato il gol, con una prestazione di alto profilo.
Crisetig 6,5 - Ha tenuto a bada Kondogbia, ha disturbato Banega, ha saputo costruire e difendere.
Falcinelli 8 - Il rigore, uno splendido gol in contropiede, una partita piena di ardimento fino all'ultimo respiro.
Handanovic 6 - L'unico interista a meritarsi la sufficienza. Non è giusto? Bah. Due parate le ha fatte, sui gol non ha colpa alcuna.
D'Ambrosio 5,5 - Ma il gol dell'1-2 non vale? Sì, mezzo punto rispetto al 5 collettivo e al suo primo tempo, disastroso.
Murillo 4 - Ci si chiede: perché Pioli non lo faceva giocare? Risposta sul campo: incredibili i suoi errori.
Medel 5 - Mezz'ora a centrocampo, e da lì arretra fino a provocare il rigore. Un'ora in difesa, dove la sua presenza è quasi indispensabile.
Candreva 5 - Sbaglia tutto per un'ora. Poi qualcosa meglio, ma siamo al di sotto del rendimento previsto.
Icardi 4,5 - Non pervenuto (ancora) il capitano: o è troppo solo, o è troppo fuori forma.

IL TABELLINO

CROTONE-INTER 2-1
Crotone (4-4-2): Cordaz 6,5; Rosi 7, Ceccherini 6,5, Ferrari 6,5, Martella 6,5; Rohden 7 (23' st Sampirisi 6), Barberis 6,5 (30' st Capezzi 6), Crisetig 6,5, Stoian 6,5; Trotta 6,5 (28' st Acosty 6), Falcinelli 8. A disp: Festa, Viscovo, Dos Santos, Nalini, Mesbah, Kotnik, Dussenne, Suljic, Simy. All: Nicola 7
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6; D'Ambrosio 5,5, Murillo 4 (1' st Eder 5,5), Miranda 5, Ansaldi 4,5 (1' st Palacio 5,5); Medel 5, Kondogbia 5 (36' st Joao Mario sv); Candreva 5, Banega 5, Perisic 5; Icardi 4,5. A disp: Carrizo, Andreolli, Biabiany, Sainsbury, Santon, Nagatomo, Brozovic, Gabigol. All: Pioli 5
Arbitro: Guida
Marcatori: 18' Falcineli (C) rig, 22' Falcinelli (C), 20' D'Ambrosio (I)
Ammoniti: Martella, Ceccherini, Acosty, Capezzi (C), Palacio, Banega (I)
Espulsi: Nicola al 21' st per proteste
Note: --

TAGS:
Calcio
Inter
Crotone
Serie a

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X