Capello: "Molle la Juve di Napoli, ma col Barça cambierà"

Il tecnico friulano: "Messi in declino? E' il Pavarotti del calcio. Spalletti fa bene a dire certe cose"

  • A
  • A
  • A

Juventus, Roma e Napoli, e pure il Barcellona, visti da Fabio Capello. Intervenuto a "Radio anch'io Sport", il tecnico 70enne che non cerca panchine ("ora faccio il vostro lavoro: commento le cose di calcio") ha detto: troppo molle la Juve di Napoli, lo scudetto piace alla Roma, ma è ancora troppo lontana, Messi è sempre uno spettacolo da godersi e la Juve di Champions se la gioca alla pari coi catalani.

Su Messi. "Messi è il Pavarotti del calcio, altro che giocatore in fase calante come qualcuno dice. Questi sono giocatori straordinari che ci divertono, che possono inventarsi l'acuto in qualsiasi momento, che ci lasciano a bocca aperta. Magari non è il Messi che vedevamo prima, ma la qualità e la classe è talmente alta che ci farà divertire, speriamo non tanto contro la Juve".
Su Juve-Barcellona. Per la sfida di Champions contro i catalani, il tecnico vede un 50% di possibilità di farcela per la formazione di Allegri. "Loro non sanno difendere, mentre la Juve sì. Potrà segnare qualche gol al Barça, ma non deve mollare fino al 95mo".
Su Napoli-Juve. A Capello non è piaciuta la Juve di ieri vista contro il Napoli: "Mai vista così molle in campo". Il Napoli "l'ha messa sotto. La Juve ha fatto un solo tiro in porta e ha segnato. Non riusciva a venir fuori giocando, cosa che le succede raramente. Non mi è piaciuta, troppo morbida, in difficoltà nel palleggio".

Su Spalletti. "Io andai via da Roma perché dopo 5 anni non riuscivo a dare più niente e non ricevevo quel che avrei voluto dai giocatori. Era il momento di cambiare aria". Diverso il discorso di Spalletti: "Lui sta lì da un anno e mezzo, ha fatto un buonissimo lavoro, la squadra è ottima, ha ambizioni di scudetto. Ed è giusto che un allenatore dica quel che ha detto lui, voglio vincere, non solo partecipare, e con la squadra che ha la Roma, è giusto. Ma i sei punti di distacco dalla Juventus sono tanti".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments