Campionato primavera: spintoni all'arbitro, 6 mesi di squalifica per il capitano del Cagliari

Nicholas Pennington fermato fino a novembre: ha anche rubato il cartellino al direttore di gara

Campionato primavera: spintoni all'arbitro, 6 mesi di squalifica per il capitano del Cagliari

Il capitano del Cagliari Primavera, Nicholas Pennington, nato a Roma nel 1998, è stato squalificato per sei mesi dal giudice sportivo (fino al 31/10/2017). La decisione dopo la sceneggiata del giovane calciatore che nel match di sabato contro il Palermo è stato espulso, ha minacciato e spinto il direttore di gara prima di sottrargli il cartellino rosso, piegarlo e buttarlo a terra. Esemplare la sanzione disciplinare.

Questo il comunicato del giudice sportivo:

Squalifica a tutto il 31/10/2017 a PENNINGTON Nicholas (Cagliari): perché, capitano della squadra, al 15° del secondo tempo, a seguito di una decisione del Direttore di gara, assumeva nei confronti del medesimo una condotta minacciosa e violenta, spingendolo con entrambe le mani, fino a farlo indietreggiare, e portandogli più volte il dito indice al petto, e pronunciava nel contempo frasi irridenti e gravemente oltraggiose. Successivamente, all'atto della notifica del provvedimento di espulsione, sottraeva al Direttore di gara il cartellino rosso piegandolo e gettandolo a terra. Allontanato a stento dal terreno di giuoco solo grazie all'intervento dei compagni squadra, reiterava il proprio plateale atteggiamento irridente e provocatorio e rivolgeva al Direttore di gara un'ulteriore frase ingiuriosa.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X