Calcio

Si consumerà in due giorni la svolta o la crisi per il Bari: domani in prima convocazione (ma l'assemblea andrà deserta) e sabato 16 in seconda, il socio di maggioranza e presidente, Cosmo Giancaspro, o in alternativa il socio di minoranza, Gianluca Paparesta, dovrà procedere alla ricapitalizzazione del capitale sociale del club biancorosso, al momento al di sotto del minimo previsto per legge. Di fatto sabato sarà la giornata essenziale per superare l'attuale impasse che rende inquieta la piazza. Nei giorni scorsi il patron Giancaspro ha fatto intendere di essere al lavoro per completare l'operazione finanziaria e non si esclude che ci possano essere nuovi soci. Tra le opzioni che la dirigenza ha sul tavolo c'è anche quella, dopo l'eventuale ricapitalizzazione, di cedere i pezzi più richiesti sul mercato (Henderson, Anderson, Micai, Galano) per dare maggiore solidità ai conti. Intanto sono in arrivo le scadenze per i passaggi legati all'iscrizione al prossimo campionato cadetto: il Bari per essere in regola, oltre a numerosi altri adempimenti, deve entro il 26 giugno pagare ai tesserati gli stipendi di marzo, aprile e maggio.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A