Scommesse: Guberti inguaia la Samp

Avrebbe offerto 400mila euro a Masiello

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Bari-Samp 1-0, Lapresse

Lo scandalo scommesse si allarga. Dopo il Lecce, finisce nel mirino degli inquirenti anche la Sampdoria e si sospetta pure sul Parma. Si lavora su Bari-Samp 0-1 nella quale Guberti e Andrea Masiello avrebbero tentato la combine. Il blucerchiato, con un passato in Puglia, avrebbe offerto 400mila euro al difensore dei Galletti per perdere la partita. Accordo apparentemente saltato perché il resto della squadra biancorossa non accettò. 

Guberti e Masiello si sarebbero messi d'accordo grazie a un doppio incontro. Uno per sondare il terreno, l'altro il giorno prima del match. La combine saltò perché il difensore dei pugliesi non trovò il consenso dei compagni di squadra (a rivelarlo è stato Marco Rossi al pm). Masiello fu poi rimproverato dall'allenatore Mutti, venuto a sapere del tentativo di falsare il match, negli spogliatoi negli istanti precedenti al fischio d'inizio. Fu così che l'accordo saltò e Andrea Masiello per dimostrarlo ha fatto mettere a verbale delle immagini di gioco in cui il barese viene insultato dagli avversari blucerchiati. Resta solo da capire da chi provenissero quei 400mila euro che Guberti avrebbe offerto al Bari. Gli Zingari sembrerrebero non centrare ed ecco che spunta l'ipotesi al club doriano. La società della Sampdoria appresa la notizia ha preferito non commentare. 

Sotto la lente d'ingrandimento degli investigatori anche Parma-Bari 1-2. Ad alimentare i sospetti le dichiarazioni di Marco Rossi dell'interrogatorio in cui rivela di aver ricevuto, al termine della gara, insulti da Morrone: "Bastardo, gli accordi non erano questi...". Il mistero si infittisce. 

Al vaglio degli inquirenti pure Cesena-Bari 1-0. Gli ultrà pugliesi chiesero alla propria squadra di perdere e alla fine vennero sconfitti. Masiello non giocò perché squalificato, ma alla fine ricevette 20mila euro di "premio" da Bellavista (non ha confermato), come racconta lo stesso difensore.

Milan-Bari; Bari-Chievo; Bari-Roma: sono le altre 3 partite della serie A 2010-2011 su cui la procura di Bari sospetta ci sia stato un tentativo di combine da parte di Andrea Masiello e della sua 'squadra'. Dei sospetti sulle partite - ancora da verificare - si parla in una lettera che il procuratore Antonio Laudati, ha inviato il 9 febbraio scorso al collega della procura di Cremona Roberto Di Martino. Nella missiva si citano anche altri 2 incontri, già emersi in occasione degli arresti: Bari-Samp e Palermo-Bari.

I VOSTRI COMMENTI

kiedis - 05/04/12

il chievo poi quante partite ha sotto inchiesta, ogni anno!! è una cosa abitudinaria notare che da febbraio in poi fa sempre una sequela di pareggini in casa

segnala un abuso

kiedis - 05/04/12

deduzione logica: se i giocatori della sampdoria insultarono Masiello nel corso della partita per non aver accettato l'offerta di cui si dice, se ne desume che erano ampiamente consapevoli che da parte sampdoriana c'era stata appunto un'offerta; e il tentativo di illecito sportivo è equivalente alla consumazione dell'illecito sotto il profilo sanzionatorio....vedo la doria in Lega-Pro

segnala un abuso

black73 - 04/04/12

Lancia il tuo commento

segnala un abuso

Gaby06 - 04/04/12

PARMA IN SERIE B!

segnala un abuso

dangelo-fabio - 04/04/12

@dogana ma stai zitto che cosa dici contro la juve????già abbiamo avuto causa scorsi aanniiiiiii ed ora cosa dici tu e il tuo presidentaccio e allenatore che vi lamentate sempre ma fammi il favore va va......

segnala un abuso

filippo339 - 04/04/12

Se fosse vero........nonostante è un bravo giocatore è serve alla causa Granata lo metterei fuori squadra e radiato......

segnala un abuso