"Non ho nessun problema con Ibra"

Guardiola: "Zlatan è uno dei più forti"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Guardiola, foto Lapresse

"Senz'altro se me lo troverò davanti lo saluterò con naturalezza". L'allenatore del Barcellona Pep Guardiola smorza i toni nella querelle che lo vede contrapposto a Ibrahimovic dai tempi in cui i due erano insieme al Barcellona in vista dell'incontro tra il Milan e i blaugrana: "Ci ha aiutato tanto quando abbiamo vinto lo scudetto facendo 99 punti e portandoci alla semifinale di Champions poi persa contro l'Inter. E' uno dei migliori al mondo".

Il tecnico del Barça, anche se provocato sulle critiche emerse dall'autobiografia dello svedese, ha solo parole di stima per Zlatan: "Per me rimane uno dei più forti giocatori al mondo nonostante i problemi che possono esserci stati tra di noi. Non organizzeremo una conferenza stampa per far vedere che ci salutiamo, l'importante è che questo gesto sia spontaneo e naturale".
 
Pep ha analizzato poi la partita che può valere la leadership nel girone: "Sono certo che a San Siro o faremo una partita quasi perfetta o non riusciremo a vincere. Il Milan di oggi non è certamente quello dell'andata. Queste grandi squadre di solito a novembre e dicembre arrivano al massimo. Il Milan è una squadra che ti ammazza in contropiede soprattutto se gioca Pato, sanno impostare e tenere palla, ma anche nei calci d'angolo e nelle punizioni sono molto insidiosi. Non per niente il Milan è una squadra che ha l'obiettivo di rivincere il proprio campionato e la champions league. A noi non basterà essere al 70-80% per vincere. E' altrettanto certo, però, che anche noi domani saremo al massimo e giocheremo per vincere sia per noi e il nostro futuro in champions, sia per il pubblico che domani ci guarderà".

Guardiola ha anche rivolto un pensiero a Tito Vilanova, vice allenatore del Barcellona, sottoposto oggi ad un'operazione per un tumore alla ghiandola salivare. "Lo spogliatoio sapeva dei suoi problemi da alcune settimane ma non abbiamo voluto renderlo pubblico. Siamo vicini a lui, alla famiglia e domani giocheremo per dedicargli la vittoria".

I VOSTRI COMMENTI

alfonsocampano - 22/11/11

interissimourinho: Io non voglio scannarmi con nessuno, sia chiaro, però mi infastidisce molto questo voler a tutti i costi passare per "verginella santa", quando verginella santa non si è... Lo ripeto: nemmeno noi milanisti scherziamo in fatto di scontri, risse, ecc. ecc., e il caso della morte di Vincenzo Spagnolo nel 1995, ne è l'esempio classico... Penso che se ognuno guardasse in casa propria, le cose andrebbero molto meglio di come sono ora...

segnala un abuso

interissimourinho - 22/11/11

alfonsocampano non è che i vandali hanno una bandiera, come del resto hai ricordato giustamente tu. C'è il tifoso interista che fa il moralizzatore così come c'è il tifoso milansta. Se ci scanniamo a vicenda facciamo il gioco dei vandali a nostra volta. Lo stile di Guardiola è un esempio non solo per il calcio ma per l'umanità tutta.

segnala un abuso

alfonsocampano - 22/11/11

Il commento precedente era rivolto a VANDER87, classico tifoso interista che moralizza a josa, dimenticando ciò che la sua squadra, i suoi giocatori e i suoi colleghi di tifo che vanno allo stadio, hanno commesso negli anni passati... Anche i tifosi del Milan (vedi caso Spagnolo) non scherzano, ma noi non andiamo a fare i moralisti a destra e a manca...

segnala un abuso

103annidaridicoli - 22/11/11

bravo alfonso, approvo.

segnala un abuso

alfonsocampano - 22/11/11

Chi lancia petardi addosso agli avversari, motorini dagli spalti, chi provoca risse ignobili in campo europeo, farebbe figura migliore se evitasse di parlar male degli altri... Grazie...

segnala un abuso

DjArmy46 - 22/11/11

Un grande allenatore ma prima di tutto un gran signore

segnala un abuso