L'estinzione dei registi nel calcio

Un ruolo che ha sempre meno interpreti

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Liedholm e Suarez

Andrea Pirlo e David Pizarro sono nati nel 1979. Xavi Hernandez è un 1980. Sono loro gli ultimi grandi interpreti di una posizione basilare nella storia del calcio: il regista o volante di centrocampo. Un ruolo che si sta modificando, sta perdendo di poesia, con centrocampisti centrali sempre più fisici, capaci negli inserimenti e meno dotati del classico lancio da 40 metri sui piedi del compagno. All'orizzonte, di registi veri, non ce ne sono più.

Ancora per qualche anno, i nostri occhi saranno deliziati dalla classe dei tre prestigiatori di Barcellona, Milan e Roma. Ma non solo da loro: a Palermo Liverani (34 anni) è ancora indispensabile, nel Real e nella Spagna Mondiale Xabi Alonso (29) continua a non essere in discussione, Scholes (35) ha le ultime cartucce da sparare di una straordinaria carriera, Gerrard (30) a Liverpool sa ricoprire anche questa veste, D'Agostino (28) può ritrovarsi a Firenze, Ledesma (28) nella Lazio è capace di ottime prestazioni. Dietro a questi, il vuoto più profondo.

E la principale motivazione è una sola: il calcio è completamente cambiato. Può sembrare retorica o banalità, ma tutte le squadre professionistiche, di alto e basso profilo, ora cercano giocatori in grado di correre, segnare, rubare palloni: uomini bionici, anche dai piedi buoni, ma che non hanno più le caratteristiche del classico "barometro" davanti alla difesa, con intelligenza tattica, a dettare i tempi e impostare ogni singola azione.

Se pensiamo, ad esempio, ai vari Cambiasso, Essien, Lampard, Yaya Tourè, Carrick, De Rossi, capiamo la notevole differenza. Tutti grandi centrocampisti, ma nessun vero e proprio regista. E le giovani leve assomigliano a questi. Da Schweinsteiger a Khedira, da Fabregas a Marchisio, da Iniesta a Milner, fino ad Hamsik. Tutti bravi ad inserirsi, con senso del gol, perfettamente in grado di servire gli attaccanti o il trequartista davanti a loro.

Proprio qui sta la differenza principale: con gli anni il regista si è spostato sempre più avanti, fino a diventare "solamente" un trequartista. Dietro si punta più sul centrocampista di rottura: Van Bommel e De Jong, nell'Olanda seconda al Mondiale, ne sono l'esempio più concreto. Rompere le trame avversarie, correre e servire Sneijder dieci metri più avanti.

Agli appassionati più romantici non può però sfuggire che tra gli anni '50 e gli anni '90, il calcio è stato invaso da autentici fuoriclasse in grado di svariare a tutto campo, da registi esemplari, con un unico obiettivo di gioco: cucire difesa e attacco con più qualità possibile. Un ruolo che è stato di Suarez, di Schiaffino, di Liedholm o Falcao, di Antognoni, Matthaeus, Gerson o più recentemente di Redondo, Paulo Sousa e Albertini.

Nomi che hanno fatto la storia di questo sport, pur giocando a 40/50 metri dalla porta avversaria. Nomi indimenticabili per chi ama il gesto tecnico, il lancio in profondità, le "sciabolate morbide" e i cambi di gioco. Allora lunga vita ai Pirlo, ai Pizarro e agli Xavi, ultimi esponenti della regia dai piedi buoni.

Enrico Turcato

I VOSTRI COMMENTI

33gennaro33 - 24/08/10

bocola qnd hai skritto quel commento sekondo me stavi ubriako...ma km si fa a dire vendere del piero se lui è la bandiera dll juve e oramai alla sua età è diff da trovare una squadra x lui se 6 un vero tifoso juve nn lo dicevi qst ma poi tu vai a vendere tt la squadra ma stai zitto e guarda qst anno ke la vekkia guardia stupirà di nuovo

segnala un abuso

BOCOLAAAA - 23/08/10

..............STORARI

MOTTA.....BONUCCI....CHIELLINI....CLICHY
(??

KRASIC...SISSOKO.....AQUILANI.....MARTINEZ
(MARCHISIO,PEPE

BENZEMA.......????
(MAXI LOPEZ...????)

VENDETE TUTTI QUELLI NON CITATI DA ME. COMPRESO DEL PIERO,BUFFON,MELO,IAQUINTA,AMAURI,TREZEGUET,CAMORANESI,ZEBINA,GRYGERA,GROSSO,MELO! CIAO A TUTTI!!!!

segnala un abuso

CR9_THE_BEST - 23/08/10

ultimo appunto XAVI NON GIOCA APPENA DAVANTI ALLA DIFESA MA PIU AVANTI..ALMENO COME LAMPARD... se proprio ci tenete a precisare...

segnala un abuso

alexjuve_75 - 23/08/10

prima c'era il libero dietro la difesa..poi il libero è passato davanti la difesa a fare il regista poi i 2 centrali di centrocampo che a turno si inseriscono..non mi pare si debba fare una tragedia il tempo passa..l'articolo certo ha una sua base storica che evidenzia la questione fisica come innovazione del calcio moderno..ma la tecnica non mi sembra si stia perdendo anzi..il fatto che un centrocampista non faccia il regista non significa che non abbia i piedi buoni..

segnala un abuso

alexjuve_75 - 23/08/10

l'articolo cmq parlava del mediano regista davanti alla difesa

segnala un abuso

Villans84 - 23/08/10

alexjuve...la penso come te...cioè...il mio discorso è che non sono registi...siamo d'accordo...

segnala un abuso

alexjuve_75 - 23/08/10

diciamo che fabregas potrebbe essere considerato un regista avanzato non un trequartista

segnala un abuso

alexjuve_75 - 23/08/10

villans lampard è un centrale e anche fabregas anche se vengono usati in vari ruoli perchè sono giocatori che a centrocampo giocano dove vogliono

segnala un abuso