Roma-Lazio 2-2: super-Totti risponde alla furia laziale

Doppio vantaggio bianco-celeste nel primo tempo (Mauri e Anderson). Risponde Totti, 2 gol nella ripresa. Palo di Mauri sul 2-1

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ROBERTO OMINI

Roma-Lazio 2-2. Due derby in 90' minuti. Il primo (primo tempo) nel segno laziale, in gol con Mauri al 25' e Felipe Anderson al 29' e un dominio totale. Il secondo (secondo  tempo) a tutto-Totti, la magnifica doppietta del capitano al 3' st e in semi-rovesciata volante al 19' st. Da ricordare sul 2-1 al 14' st un clamoroso palo di Mauri e al 44' st la parata-super di De Sanctis sulla palla-gol di Klose.

LA PARTITA

Questo è il derby, coi sapori forti del primato (Roma contro Juve) e del terzo posto-Champions (Lazio contro Napoli). Questo è il derby per capire meglio la salute del calcio Capitale, sotto gli effetti di prospettive -reciproche- di alta classifica. E l'impatto, fatti salvi i primi dieci minuti di nevrosi e di non-calcio reciproco (succede, nei derby: è la prassi), ha quei connotati che non ti aspetti o forse sì, visti gli ultimi chiari di luna.
L'impatto di una Lazio forte e leggera che sovrasta una Roma ripiegata su se stessa, tolti -appunto- quei dieci minuti di sgarbi e tensioni reciproci. Un paio di assaggi da lontano, Candreva (12', pallone appena fuori) e Parolo (20', parata di De Sanctis), poi si innalza sul derby il fattore-Anderson, fenomeno dell'inverno biancazzurro e quel che sarà vedremo, brasiliano capace di tutto. Come inventarsi il magnifico assist in corsa per il comodo 1-0 firmato da Mauri al 25', e per spedire alle spalle di De Sanctis il sinistro dal limite che al 29' mette sul derby il marchio del 2-0.
Quel che succede, fra Lazio e Roma, fra Anderson la difesa della Roma, sta nel 2-0 scritto nel primo tempo. Nel senso che sulla corsa del brasiliano, a destra o a sinistra che sia, ci sono tutte le ansie di Maicon e Holebas, di Astori e Manolas, e tutte le virtù di Candreva e Mauri e pure di Djordjevic, che trovano spazi e occasioni e un calcio pulito, piacevole. Fin troppo.
Come sia stordita la Roma del primo tempo lo si capisce dallo score dei tiri in porta: 5 della Lazio, 0 (zero) dei giallorossi, incapaci di costruire attorno a Totti, Florenzi e Iturbe qualcosa che possa spaventare Marchetti.
L'intervallo, per Garcia, è un salutare momento di riflessione e di cambi. Con Strootman e Ljajic, per Nainggolan e lo spento Florenzi. E l'intervallo serve eccome per far riprendere alla Roma i connotati di se stessa. Col beneficio del gol immediato, al 3' st, che è il segno distintivo del capitano (Totti) che non sbaglia l'appoggio sul tocco-assist di Strootman. Roma 1-Lazio 2, e tutto il sapore del primo tempo ha un... sapore diverso. Il filo dell'off-side di Totti è un problema relativo.
E questo sapore diverso è il segno del derby che si ribalta. Un tiro-gol di Iturbe deviato da Marchetti è il prologo al palo di Mauri (14' st), con De Sanctis strabattuto, che nega il decollo-bis della Lazio. E alla prodezza dell'immenso Totti che vola, in semirovesciata, per spedire in gol un pallone quasi impossibile, su cross di Holebas da sinistra. E' il 19', il 2-2 diventa il castigo di una Lazio che si è distratta in difesa, il conto di un derby folle e brutale che la Roma (Garcia) ha il merito di aver aggiustato con il carisma e la classe di Strootman e gli eccessi di Ljajic.
L'equilibrio, a quel punto, diventa il precario senso reciproco di quel che resta da giocare. Sarebbe imperdonabile smarrirsi, soprattutto per i ragazzi di Pioli. Così fuori Anderson e Djordjevic, per Onazi e Klose, la Roma non è più quella senza argomenti del primo tempo e le prove di 3-2 si fermano dinanzi alla parata (difficile) di Marchetti su Strootman al 26' st e soprattutto quella di De Sanctis al 44' st sulla girata ravvicinata di Klose. 
Il 2-2 non rattrista nessuno. Senza rendere conto di felicità particolari. Se un giudizio va dato, meglio la Lazio. E Totti meglio di tutti.

LE PAGELLE

De Sanctis 6,5 - Impreparato sul gol di Felipe Anderson, preparatissimo all'89' sulla girata di Klose. 
Maicon 5,5 - I passaggi a vuoto su Felipe Anderson (non solo Maicon, nella difesa romanista) sono il suo tormento. Si riprende nella seconda parte.
Holebas 6 - Ripresa ad alto volume, sulla corsia di sinistra, con percussioni che producono effetti veri.
De Rossi 6 - C'è da lavorare e soffrire, fra Biglia e Parolo che gli danzano intorno.
Strootman 6,5 - Dentro lui, la Roma cambia faccia. Non è un caso. Il ritorno dell'olandese si misura qui e si misurerà poi, quando crescerà la condizione.
Totti 8 - Un gol da astuto campione, un altro da trentottenne fenomeno del calcio: sospeso in volo, mezza rovesciata. Con 11 reti è il miglior marcatore nella storia dei derby. Ma il migliore lo è d aun pezzo.
Marchetti 6 - Due gol di Totti, su traversoni da sinistra: uno basso e uno alto. Proprio niente da dire o da fare?
Basta 5,5 - E' dalla sua zona che arrivano i palloni giusti per Totti: vigilanza non appropriata.
Candreva 6,5 - Scambio di posizioni con Anderson, scambio di giocate di alto livello. 
Anderson 7,5 - Un tempo da applausi, da spettacolo personale e al servizio del collettivo. L'assist, il gol, tanto altro. Dopo il 2-2, Pioli lo toglie: pensiamo perché senza più carburante.

IL TABELLINO

ROMA-LAZIO 2-2
Roma (4-3-3): De Sanctis 6,5; Maicon 5,5, Manolas 6, Astori 5,5, Holebas 6; Pjanic 6,5, De Rossi 6, Nainggolan 5 (1' st Strootman 6,5); Florenzi 5 (1' st Ljajic 6), Totti 8, Iturbe 6 (36' st Destro sv). A disp. Lobont, Skorupski, Yanga-Mbiwa, Somma, Cole, Torosidis, Emanuelson, Paredes,  Verde, Borriello. All. Garcia 6,5
Lazio (4-2-3-1): Marchetti 6; Basta 5,5, De Vrij 6 (31' st Cavanda 6), Cana 5,5, Radu 6; Parolo 6,5, Biglia 6; Candreva 6,5, Mauri 7, Anderson 7,5 (20' st Onazi 6); Djordjevic 6 (20' st Klose 6). A disp. Berisha, Strakosha, Novaretti, Konko, Ledesma, Pereirinha, Cataldi, Keita. All. Pioli 7
Arbitro: Orsato
Marcatori: 25' Mauri (L), 29' Anderson (L), 3' st Totti (R), 19' st Totti (R)
Ammoniti: Iturbe, Nainggolan, Pjanic, De Rossi (R), Anderson, Cana, Mauri, Marchetti (L)
Espulsi: --
Note: --
 

TAGS:
Calcio
Roma
Lazio

I VOSTRI COMMENTI

SanDiegoan - 12/01/15

Zombierosso, più burino e ignorante di te non c'è nessuno.
Fatti portare ai giardinetti va'...Roma è la città che attrae, di gran lunga, più turisti in Italia, secondo ONT/Banca d'Italia, altro che "ridicola".

segnala un abuso

conterosso-di-maggio - 12/01/15

Totti è solo un burino romano (ma avete visto che faccia da smargiasso?) e la Rometta viene sempre aiutata dagli arbitri. Nonostante ciò non vince nulla perché è scarsa!

segnala un abuso

paraf67 - 12/01/15

Leggo che c'e' chi da ragione a Pozzo,che Totti ha la punta dell'unghia in fuorigioco,che gli aiuti alla juve sono oggetto di sedute parlamentari...ma vi rendete conto di quello che dite?Dopo Udinese-Roma in tutte le TV c'erano esperti do matematica e geometria a parlare di prospettive,parallassi,diagonali...Ma per favore,siate seri invece di parlare di aiuti alla Roma e dare ragione a certi personaggi come Pozzo.I veri piagnoni siete voi!

segnala un abuso

1122lz - 12/01/15

Nulla da eccepire sulla bravura di Totti certo che ormai come campionato di calcio facciamo ridere: c'è chi va a baciare la nonna, chi si fotografa dopo il gol etc.. Ma siamo uomini o caporali? Il calcio va solo giocato senza tante stupidate

segnala un abuso

lukafe - 11/01/15

chi sfotte totti cambiando la foto con photoshop è un poveretto che non merita tutta questa pubblicità....

segnala un abuso

super77 - 11/01/15

comunque capisco che oggi chi non e' juventino faccia il tifo per il napoli, la juve e' campione da tre anni , e' piu' piacevole vinca la roma, e il campionato con una sconfitta bianconera sarebbe piu' avvincente, ma noi siamo i migliori e spero che stasera non avremo cali di tensione come negli ultimi match, anche perche ' e' passato tanto tempo dall'ultima vittoria a napoli

segnala un abuso

fcbayern - 11/01/15

ciao ragazzi. ho visto la partita e mi e' piaciuto molto. ma era triste vedere tanti posti vuoti. peccato che il nostro Miro non lha buttata dentro propio prima della fine della gara. comunque finalmente ho visto una partita bella in serie A. ma io non ho ancora dimenticato le sette reti fatti dalla mia squadra propio a roma. saluti

segnala un abuso

super77 - 11/01/15

Mario_Rossi - 11/01/15

L'ennesimo aiutino arbitrale evita alla Roma una sconfitta meritatissima. La Lazio ha dominato e raccoglie solo un punto. A proposito: sapete qualcosa del violino di Garcia? Come mai non suona più?

forse non e' un vero appassionato dello strumento, altrimenti non puoi smettere, garcia si e' adattato all'andazzo all'italiana.in un certo senso e' da capire, ha ragione Pozzo, ci vorrebbe onesta' intellettuale, cosa in cui noi italiani difettiamo

segnala un abuso