Lazio, Pioli: "Ho voluto un solo anno di contratto"

Il nuovo allenatore della Lazio: "Prima l'Europa, poi il futuro". Lotito, proclami e accuse

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Lazio, Pioli: "Ho voluto un solo anno di contratto"

C'è Stefano Pioli, primo giorno in casa-Lazio. C'è Claudio Lotito, scatenato come sempre che fa gli onori di casa e dice che la scelta di Pioli "è stata fatta con grande convinzione, lo stesso Edy Reja mi aveva indicato il suo nome per la successione". Ed ecco il nuovo tecnico biancazzurro che, come premessa, spiega perché ha voluto/preteso che il contratto con la Lazio sia di una stagione soltanto.

"La società mi aveva offerto un contratto biennale, ma ho voluto fare il contratto solo di un anno, rinnovabile solo se avrò raggiunto il risultato prefissato: l'Europa. Non sono venuto alla Lazio per avere il contratto della vita, ma solo per lavorare. La società mi ha garantito una 'rosa' all'altezza del progetto. E su questo siamo concentrati". 
E poi. "La società mi ha sempre fatto sentire una prima scelta. Sul mercato siamo d'accordo: devono arrivare giocatori che possano migliorare la squadra, per tecnica, personalità e comportamento. Il mercato è lungo, ci possono essere grandi sorprese. Cercheremo di praticare un calcio bello e coinvolgente, che sia piacevole e vincente. Ci poniamo obiettivi ambiziosi".

LOTITO, PROCLAMI E ACCUSE

Prima di Pioli, ha parlato Lotito, e le sue parole sono andate ben oltre la giornata dedicata al nuovo allenatore.

"La scelta-Pioli è stata una scelta voluta, ponderata, basata sulla professionalità e sulla moralità della persona. La finalità era quella di trovare una persona con qualità tecniche e morali e per innescare un cambiamento all'interno del sistema.
“Il rapporto tra me e Reja è un rapporto eccezionale e di grande rispetto. Quando il tecnico ha deciso di non proseguire, mi ha suggerito di puntare su una persona emergente che era appunto Stefano Pioli, perché Pioli sa come affrontare questa piazza e io spero che si riesca ad azzerare il passato e ricominciare daccapo, per costruire qualcosa che abbia una prospettiva, un futuro":
E qui il suo atto di accusa: “Bisogna cambiare il modo di essere e di procedere e di comunicare. Il calcio italiano è fuori controllo, molti imprenditori stanno vendendo, da qui a poco tempo vedrete quanta gente starà a spasso, non ci sono più le condizioni economiche per sostenere il sistema"

TAGS:
Calcio
Lazio
Lotito

I VOSTRI COMMENTI

guacaracio - 14/06/14

Serie B..!!

segnala un abuso

zuthroy - 13/06/14

vampèta e fabergàs.

segnala un abuso